Robbie Williams scherza sull'ultimo lavoro: "Sono uno che canta canzoni di Natale"

Da divo del pop a canzoniere di musica natalizia: scherza su questa evoluzione Robbie Williams per presentare il suo ultimo lavoro "Christmas Presents", un doppio album con grandi classici e canzoni natalizie inedite

Robbie Williams è uno degli artisti maggiormente apprezzati della scena pop internazionale. Dopo una lunga assenza è tornato in una veste inedita, con un doppio album interamente dedicato il Natale. Un regalo che ha voluto fare ai suoi fan, lui che ha un amore “quasi bambinesco” per questo periodo dell'anno.

Un'esperienza nuova per per l'ex volto dei Take That, che intervistato da Repubblica ha ammesso che vent'anni fa non avrebbe immaginato di lavorare a un disco del genere. “Detestavo solo l'idea. La verità è che andando avanti la strada si stringe, senza accorgertene diventi parte dell' establishment, ma credo che questo sia davvero un disco di Robbie Williams, quello che sono stato e quello che sono”, ha dichiarato il cantante. La vena ironica certo non manca all'artista inglese, che ha ironizzato sulla svolta presa dalla sua carriera: “Ho avuto una vita fortunata, opportunità straordinarie, ho fatto esperienze incredibili. Tutto questo mi ha portato dove sono adesso, ad essere uno che canta canzoni di Natale.” Ovviamente è una battuta e subito Robbie Williams riconosce il valore morale di questo tipo di lavoro: “Scherzi a parte è una responsabilità enorme quella di entrare nelle case della gente in un periodo come quello delle feste, essere ascoltato mentre le famiglie si riuniscono a pranzo, essere parte di quel tessuto emotivo è fantastico.

Robbie Williams è un vero amante delle atmosfere del Natale come dice lui stesso, altrimenti non sarebbe stato in grado di realizzare ben 35 nuovi inediti a tema: “Se l' avessi fatto solo per una logica commerciale non ci avrei messo tanto impegno, non avrei corso il rischio di metterci canzoni nuove. Questa era una sfida che potevo affrontare solo in questa maniera, con un profondo amore per il Natale.

Ha voluto dare una sua personalissima interpretazione al significato di “canzoni natalizie”, tanto che alcuni brani esulano dalla melodia tradizionale che ci si aspetterebbe da questo tipo di musica. “Alcune delle canzoni nuove magari a qualcuno daranno fastidio, non sono molto tradizionali. Soprattutto una, Happy Christmas Jesus Christ : sono convinto che se i Monty Python avessero voluto scrivere una canzone natalizia per me, l' avrebbero scritta così”, ha detto il cantante, che ha affermato di aver avuto l'idea di questo disco così diverso dal solito per “colpa di Bublè. “L' idea mi piaceva e ho proposto anche un titolo: "Achtung Bublè", perché io amo pazzamente Michael Bublè, ma adesso basta con le sue canzoni di Natale”, ha scherzato Robbie Williams.