SAG Awards: tra vincitori e look, l'abbraccio di Leonardo DiCaprio

Si sono tenuti sabato i SAG Awards: ecco chi ha vinto, come erano vestiti i VIP e le reazioni dei vincitori, da Leonardo DiCaprio al cast di "Orange Is the New Black"

È raggiante Leonardo DiCaprio in tutte le immagini della cerimonia dei SAG Awards (Screen Actor Guild), che si sono tenuti sabato sera. L'attore, dalle lontane origini italiane, ha vinto infatti il premio come miglior attore protagonista per "Revenant - Il Redivivo", pellicola con la quale sono in molti a pensare che potrebbe vincere l'Oscar. È come se DiCaprio facesse le prove del suo primo Academy Award: la sua interpretazione in una storia di vendetta, come al solito impeccabile, si scontrerà però con avversari di tutto rispetto, ossia Bryan Cranston, Matt Damon, Michael Fassbender e Eddie Redmayne.

Ma quali sono state le opere e gli attori che hanno trionfato ai SAG? Tra i premi cinematografici "Il caso Spotlight" ha vinto per miglior cast, Brie Larson è migliore attrice protagonista, Idris Elba miglior attore non protagonista e Alicia Vikander miglior attrice non protagonista, mentre le migliori controfigure si sono viste in "Mad Max: Fury Road". È stato assegnato anche un premio alla carriera alla comica Carol Burnett.

I premi per la TV hanno visto nuovi traguardi per "Downton Abbey" (miglior cast in una serie drammatica), "Orange Is the New Black" (miglior cast in una serie commedia), Kevin Spacey (miglior attore in una serie drammatica), Viola Davis (miglior attrice in una serie drammatica), Jeffrey Tambor (miglior attore in una serie commedia), Uzo Aduba (miglior attrice per una serie commedia), Idris Elba (miglior attore in una miniserie), Queen Latifah (miglior attrice in una miniserie) e Game of Thrones (migliori controfigure).

Molto toccante il discorso sulle diversità pronunciato da Laura Prepon durante la premiazione di "Orange Is the New Black", che è terminato con "Guardate questo palco, è quello che intendiamo quando parliamo di diversità". Nel cast del telefilm le attrici professano religioni diverse, hanno una diversa sessualità e varia etnia. Inoltre, figura un'attrice transessuale che interpreta il personaggio di una detenuta, tutti i fisici sono ugualmente rappresentati e i loro personaggi provengono da tutto il globo. Proprio in questi giorni, durante le proteste in Italia contro il ddl Cirinnà, una delle protagoniste - l'attivista per i diritti LGBT e attrice della serie Lea DeLaria - aveva pubblicato sulla sua fanpage su Facebook le foto delle piazze con la didascalia "Andiamo Italia, il mondo intero sta guardando".