Sanremo, Baglioni e la bufera sul voto: "Troppe giurie, cambiamo"

Il direttore artistico pensa alla terza edizione del Festival: "Mi piacerebbe rifarlo". Poi riflette sulle modalità di voto

La 69esima edizione del Festival di Sanremo si è chiusa con le polemiche attorno al nome del vincitore Mahmood. C'è chi è d'accordo con il voto della giuria d'onore e dei giornalisti e chi assolutamente non è della stessa idea. Sicuramente contro è Ultimo che durante la conferenza stampa ha sbroccato contro i giornalisti. E proprio il cantante che si è classificato secondo ha tirato in ballo il televoto. Ultimo, infatti, dichiara che il pubblico a casa aveva votato per la sua vittoria, "avevo il quadruplo dei voti di Mahmood". Ma la vittoria non si ottiene solo con i telespettatori e Ultimo è rimasto fregato. Sala stampa e giuria hanno spostato la vittoria in altre mani.

Così, sul tema del televoto è intervenuto Claudio Baglioni. All'indomani della finale del Festival, il direttore artistico fa il punto della situazione e confessa che anche lui sarebbe d'accorso nell'alzare "il peso del televoto" dei telespettatori. "Ma vi dico francamente che c'è un certo timore a diminuire il peso o a togliere il voto della sala stampa, perché qualcuno teme che si possa creare un clima ostile. Anche se io non voglio credere che questo succederebbe", ha aggiunto rivolto ai giornalisti della sala stampa dell'Ariston.

Baglioni, quindi, è consapevole del fatto che "la mescolanza di giudizi rischia di essere discutibile", quindi, "o si sceglie una linea o l'altra, altrimenti si rischia di avere elementi molto discordanti. Ed è un pò lo specchio della società...". E ancora: "Se il Festival vuol essere una manifestazione popolare, dovrebbe essere gestito solo dal televoto. La giuria d'onore o degli esperti o qualità è qualcosa di televisivo, pensano che mettendo più facce televisive le cose vadano meglio". Va anche però rilevato - ha concluso - che "qualunque direttore artistico si ritrova con una serie di passaggi ormai acquisiti e difficili da rimuovere, un pò per paura".

Il direttore artistico, quindi, parla di "modifiche che sono già state tracciate e che andrebbero fatte, come ridurre il numero di cantanti in gara, ma ora c'è questa abitudine di estendersi nelle trasmissioni tv perchè c'è l'ossessione share. Dovremmo darci tutti una calmata, se diventassimo un pò più maturi e sapienti il lavoro ci sarebbe da fare".

Ma per Baglioni c'è la possibilità di un terzo Festival di Sanremo? Probabile. "Io ho finito con ieri", dice. Ma "tanto lavoro ci sarebbe da fare e mi piacerebbe persino farlo. Ora però non ne ho davvero la minima idea, anche perché il troppo stroppia". Baglioni, quindi, non chiude all'ipotesi di un nuovo Festival per il 2020.

Arriverà anche Baglioni ter? Staremo a vedere.

Commenti

manfredog

Dom, 10/02/2019 - 14:45

...giusto, cambiamo..il prossimo anno niente Baglioni..!! mg.

Divoll

Dom, 10/02/2019 - 14:51

L'unica giuria che conta dovrebbe essere quella popolare. E sarebbe bello se al prossimo sfestival cambiasse canale in massa!

maurizio-macold

Dom, 10/02/2019 - 14:57

Oggi in Italia sui giornali di destra si parla solo dello "scandalo" Sanremo. In pratica la vittoria di una persona che non ha sangue italiano al 100% ha scatenato gli istinti razzisti che per ideologia sono tipici della destra italiana e non solo. Si parla di complotto delle sinistre, e scemenza del genere. Siamo veramente un paese provinciale nel quale troppe persone hanno un livello culturale insufficiente. Possibile che con tutti i veri problemi che abbiamo oggi si parli solo di Sanremo ?

un_infiltrato

Dom, 10/02/2019 - 14:59

Non sarà Baglioni, il direttore artistico del Sanremo 2020.

istituto

Dom, 10/02/2019 - 15:06

"CAMBIARE TUTTO PER NON CAMBIARE NIENTE " come disse il Gattopardo mi pare . E' chiaro che visto che le redini le tengono i sinistri possono cambiare tutto che il risultato rimarrà SEMPRE lo stesso. Sara' SEMPRE una passerella pro ideologia di sinistra e vinceranno "artisti" gay,lesbian, diversamente bianchi, pro " migranti" , anti famiglia, anti vita, anti identità italiana, pro perversioni ecc ed il vincitore rifletterà una di queste ideologie sinistroide ed il verdetto della giuria " illuminata" sovvertira' COME AL SOLITO il verdetto delle giurie popolari che si sa non ci capiscono niente perché il popolo è sempre bue e quindi non può e non deve vincere manco a Sanremo.

Divoll

Dom, 10/02/2019 - 15:18

Il vero cambiamento e' se ve ne andate TUTTI a casa (scantanti inclusi)

Ritratto di guga

guga

Dom, 10/02/2019 - 15:38

In dieci minuti si è' visto il peggio del peggio: tre cariatidii dello spettacolo(?) che facendo solo sberleffi vengono inondati di euro!!! Ecco dove va a finire la tassa sul televisore (grazie al capitan Fracassa Renzi)saluti..

jaguar

Dom, 10/02/2019 - 16:14

Quello che conta è il voto popolare, non quello di quei presunti vip imbalsamati.

il sorpasso

Dom, 10/02/2019 - 16:22

Quanto rimpiango i festival degli anni 60/70/80.

MOSTARDELLIS

Dom, 10/02/2019 - 16:51

Baglioni, per favore a casa, tu, i giornalisti e soprattutto la giuria di comunisti.

istituto

Dom, 10/02/2019 - 17:07

Il sorpasso @ ore 16:22 Concordo pienamente con il suo post.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/02/2019 - 17:31

Fate che chiudere che è meglio. Avete innescato un mare di polemiche, fomentato e sprigionato una valanga d'odio, avete politicizzato un kermesse che doveva starne all'esterno. Ma la colpa è soltanto vostra, voi l'avete volutamente impostata così.

ir Pisano

Dom, 10/02/2019 - 17:31

E' possibile che con tutti i problemi che abbiamo si debba sopportare anche la solita giuria di storditi che fa vincere al festival di Sanremo una canzone brutta e cantata male solo perchè cantata da un Italo Egiziano??

diesonne

Dom, 10/02/2019 - 17:36

DIESONNE LE GIURIE SONO DI PARTE E VANNO ELIMINATE

agosvac

Dom, 10/02/2019 - 17:38

E' per questo che ormai da decenni non seguo più San Remo: troppo politica e troppo poca MUSICA.

lonesomewolf

Dom, 10/02/2019 - 17:40

Baglioni va bene. E' una persona decente, ma deve andare via la fuffa di sinistra, la giuria venduta. Le canzoni deveono essere votate solo dalla gente!

ir Pisano

Dom, 10/02/2019 - 17:42

Baglioni al festival porta avanti i suoi sporchi interessi sicuro che nessuno lo condannerà perchè paga opponendosi pubblicamente (sulla RAI) alla politica di Salvini e facendo vincere un italo-egiziono con una canzone orrenda. Come si dice? Una mano lava l'altra e tutte e due lo tirano in tasca agli italiani.

rocchetti

Dom, 10/02/2019 - 18:03

E' inaccettabile che il voto popolare di migliaia o forse milioni di persone sia inficiato dal voto di una (forse cinquantina) di persone. E' una cosa da non credere, mi spiegasse il direttore artistico perché avviene questo se poi chi deve comprare i dischi o usufruire delle canzoni non sono i quatto giornalisti in giuria o i sei onorati della giuria d'onore, ma sono i milioni di persone che hanno dato il voto popolare.LE ALTRE GIURIE NON DEVONO ESISTERE. Ed è una aberrazione averle costruite. Mi viene quasi da pensare che queste giurie aggiuntive siano state inserite in malafede per modificare il voto popolare, spero che non sia questo il loro scopo, ma a pensar male qualche volta........

Hammurabi

Dom, 10/02/2019 - 19:56

Il peso delle giurie dei giornalisti e degli "esperti" è sproporzionato. Anzi, sarebbero da eliminare. Mi sa che le hanno introdotte proprio per sfalsare i voti del pubblico e portare i risultati verso una vittoria politica annunciata. Ma cosa ci capiscono di musica italiana Joe Bastianich (ristoratore), Ozpetek (regista), Serena Dandini (autrice), Beppe Severgnini (giornalista) e poi una fila di attrici? Ma per favore!!

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Dom, 10/02/2019 - 20:09

Dovrebbe essere il Festival della canzone, poi ti accorgi che le canzoni sono poche, si tratta per lo più di brani di prosa declamati su sottofondo musicale. Arrivano in finale 3 brani che assomigliano a canzoni e vince quello che ha un sottofondo musicale monocorde, che se suonato senza il testo canoro farebbe pena. Allora pensi proprio che la giuria abbia obbedito a qualche pregiudizio.

Fjr

Dom, 10/02/2019 - 20:43

Errare è umano perseverare diabolico ,dopo questa edizione caliamo il sipario che è meglio,per la prossima rimettete Baudo che sarà pure stagionato ma almeno non fa danni:)

Fjr

Dom, 10/02/2019 - 20:46

Questi hanno fatto perfino rimpiangere i Jalisse