Scalza e con la tiara, Kate Middleton si distingue ancora in Pakistan

Il royal tour in Pakistan prosegue con la visita a Lahore. Il Principe William e Kate hanno visitato alcuni luoghi simbolo della città e la duchessa di Cambridge è apparsa impeccabile anche a piedi scalzi e con una tiara giocattolo tra i capelli

Giornata intensa ed emoziante quella vissuta dal Principe William e sua moglie Kate Middleton nella città di Lahore. Nel terzo giorno del tour istituzionale in Pakistan, la coppia reale ha fatto tappa nella seconda città più importante del paese. L'occasione giusta per visitare uno dei simboli locali più importanti: l'imponente Moschea di Badshahi. I duchi di Cambridge sono entrati all'interno della moschea a piedi scalzi, in segno di rispetto per la tradizione musulmana. Lasciate le scarpe fuori dalla porta, William e Kate hanno visitato l'imponente edificio guidati da alcuni religiosi. A incantare tutti, con il suo fascino e il fare discreto e rispettoso, è stata ancora una volta Kate. Perfetta con la tunica verde acqua e il velo a coprire il capo, sempre in segno di rispetto. Anche a piedi scalzi (con indosso calze velate) ha saputo mantenere l'indiscussa eleganza.

A Lahore, la coppia reale è arrivata però anche con l'intento di visitare il Shaukat Khanum Memorial Cancer Hospital. William e Kate hanno incontrato alcuni pazienti malati di cancro, ricoverati all'interno della moderna clinica, intrattendosi anche con alcuni bambini malati. E' stata soprattutto l'incontro con una piccola degente ad addolcire i toni della visita. William e Kate hanno giocato con le bambole e preso un tè in deliziose tazzine colorate insieme alla bambina. Per l'occasione Kate Middleton ha indossato, da vera principessa, una tiara giocattolo. Decisamente diversa dalla tiara di Diana che indossò nel 2018, ma molto più naturale e consona all'occasione. La Duchessa di Cambridge, impeccabile come sempre, non ha trovato infine difficoltà a svestire i panni della principessa per indossare quelli della giocatrice di cricket, incontrando a fine giornata i giocatori della squadra pakistana dello sport nazionale.