La scena hot di Charlize Theron: così fa scandalo nel suo nuovo film

Nel film di cui è co-protagonista, Charlize Theron diventa a tutti gli effetti la regina del proibito, ma tutto questo mette in moto una serie di domande sul modo di rappresentare il sesso e la femminilità al cinema

Il comico Seth Rogen e la bellissima Charlize Theron sono una coppia di improbabili amanti nella commedia super spregiudicata dal titolo "Non succede ma se succede …", dal 10 ottobre nelle sale italiane. Lui è un giornalista disoccupato in cerca di lavoro, lei una donna ferrea e decisa a varcare le soglia della Casa Bianca e diventare la prima donna Presidente. Due persone agli antipodi, due caratteri completamente diversi, ma il destino per loro ha in serbo qualcosa di veramente speciale.

I due protagonisti hanno un passato, un passato che inevitabilmente si riflette nel loro presente. Seth Rogen che nel film interpreta lo stralunato Fred, si trova a scrivere i discorsi dell’integerrima Charlotte, ma tra di loro scatta qualcosa e, un rapporto puramente professionale, diventa un sentimento più profondo, quasi proibito.

Sì, perché il buon Fred, comincia maturare una forte attrazione per la prima (si spera) donna presidente. E proprio per questo motivo, il celebre comico, è protagonista di una scena molto forte in cui, dopo aver bevuto un bel bicchiere di vino, pratica l’autoerotismo pensando alla “sua” Charlotte. E come in tutto il resto del film, anche la "sorpresa" finale è alquanto sconvolgente. Tutto ciò ha posto un interrogativo. Come dovremmo reagire di fronte a scene del genere? Se in "Non succede ma se succede…" il momento goliardico ha avuto un risvolto inaspettato che, in un certo qual modo ha fatto sorridere il pubblico, nella realtà la situazione è ben diversa. È tutto in regola? Oppure la scena in questione ha ridefinito, senza troppi peli sulla lingua, l’autoerotismo sul grande schermo? Sta di fatto che Charlize Theron ora è diventata, a tutti gli effetti, la regina del proibito. Sogno erotico anche del nerd più incallito e, la vicenda del giovane Fred, è la prova più lampante.