Lo sfogo di Christian De Sica su Facebook: "Malafede o teste di c...?"

L'attore non è d'accordo sul modo in cui vengono elargiti finanziamenti a spettacoli teatrali a suo parere "non interessanti per il pubblico"

Siamo abituati a vederlo sempre sorridente e pronto a far ridere il suo pubblico, ma questa volta Christian De Sica esce dagli schemi e si lascia andare a un duro sfogo che ha il sapore di una denuncia.

Dalla propria pagina Facebook, l'attore romano non utilizza mezza termini e si scaglia contro il modo in cui vengono elargiti fondi pubblici e finanziamenti nell'ambito dello spettacolo. "Che sta succedendo? - scrive - Milioni di euro dati a spettacoli che non interessano al pubblico, teatri che continuano a sfornare musical che chiudono dopo una settimana,teatri di prosa ridotti ad antri bui dove la gente si addormenta, premi e riconoscimenti a film impossibili che nessuno ha visto e mai vedrà".

Quale sia stata la scintilla che ha scatenato l'ira di De Sica non è spiegato nel post apparso sui social. Ma, prevendendo la possibile natura degli attacchi, l'attore mette le mani avanti: "Adesso qualcuno dirà è polemico è invidioso perché lui fa i Cinepanettoni. Si certo,ma la realtà purtroppo è questa. Comincio a dubitare del mio ambiente". E infine si pone una domanda alla quale per il momento non riesce ancora a dare una risposta: "Malafede o teste di c....?"

Commenti

Gianca59

Mer, 07/06/2017 - 15:02

Finchè le vacche erano grasse e soldi arrivavano a non aveva palate nessun dubbio, nessuna critica; ora che abbiamo 2400 miliardi di debito, le vacch sono magre e i soldi ancora meno, ecco che apre gli occhi e cominciano a saltargli i nervi.....così non va bene De Sica....

scarface

Mer, 07/06/2017 - 18:04

...Malafede o teste di c... ? o forse sarebbe l'ora di finirla di produrre film trash con i soldi dello stato ?

giovinap

Mer, 07/06/2017 - 18:51

cristian,non è ne malafede e neanche teste di c.... è solo una questione di tessere politiche, guarda veltroni,i suoi compagni scrivono che è giornalista,scrittore e regista,praticamente lo vogliono paragonare a tuo padre,veltroni ha girato due film (colossal)"i bambini sanno"e "quando c'era berlinguer" ecco come si buttano via i soldi deglì italiani destinati ai film e al teatro mentre qualcuno veramente bravo non avrà la sua opportunità...ho detto tutto !

un_infiltrato

Mer, 07/06/2017 - 20:05

Un attore, questo qua? Ma per favore, è solo un guitto di borgata e, per giunta, di basso profilo.

mezzalunapiena

Mer, 07/06/2017 - 21:09

non è malafede ma qualcuno ci guadagna milioni(benigni,abete, della valle)se no ricordo male report ha fatto un servizio ma il seguito np

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 08/06/2017 - 00:22

Ogni tanto qualcuno ha un lampo di onestà e dice quello che tutti sanno, ma non dicono perché in molti ci campano. Ho sempre contestato l’assegnazione di contributi pubblici per lo spettacolo. In Sardegna è diventato un business milionario a spese di Regione e Comuni (oltre al Fondo unico per lo spettacolo). Ci campano migliaia di artisti veri o presunti, tecnici, organizzatori, associazioni culturali, teatranti, artisti di strada, giocolieri e saltimbanchi. Non c’è paesello anche piccolo che non organizzi un evento culturale o una sagra enogastronomica con contorno di eventi letterari, dibattiti, rassegne cinematografiche, festival Jazz, reading poetici, installazioni artistiche, sagre della pecora bollita, culurgionis e casu marzu. “E io pago”, direbbe Totò.