Shaila Gatta, le lacrime della velina di Striscia in diretta tv

Shaila Gatta si commuove a Verissimo con Silvia Toffanin ricordando gli inizi della carriera e il coreografo Marco Garofalo, suo mentore

Shaila Gatta è la velina mora di Striscia la Notizia, la ragazza statuaria che vediamo quotidianamente ballare con grande energia sul bancone più famoso della tv italiana.

La napoletana ha recentemente rilasciato un'intervista molto toccante nel salotto di Verissimo, durante la quale ha ammesso le difficoltà e l'iniziale diffidenza dei genitori verso il mondo dello spettacolo. Shaila Gatta è partita da Napoli con in tasca il sogno di diventare una grande ballerina, un desiderio comune a tantissime giovani. A Silvia Toffanin ha raccontato che pur di inseguirlo ha deciso di lasciare la sua casa e i suoi affetti ad appena 16 anni, contro il volere del padre. Una grande prova di coraggio per Shaila Gatta, che senza un euro si è dovuta rimboccare le maniche per iniziare una nuova vita fatta di tanti sacrifici e molte rinunce, con l'unico obiettivo di raggiungere il successo.

Una stanza vuota e senza mobili, con nemmeno un letto in cui dormire hanno fatto da cornice ai primi mesi di Shaila Gatta lontana da casa. La sera riposava su un materasso gonfiabile, che dopo poche settimane cedette costringendola a svegliarsi ogni mezz'ora per gonfiarlo nuovamente. Il giorno lavorava in un call-center, l'unica possibilità di lavoro per una minorenne per guadagnarsi di che vivere e provare a a studiare danza. La bella napoletana trattiene a stento le lacrime mentre racconta le difficoltà di quel periodo, i mal di schiena e le urla al telefono dei clienti infastiditi dalle sue chiamate promozionali. Oggi ammette di capire il padre, che con il suo comportamento cercava solamente di proteggerla. Come tutti i genitori era spinto dal grande amore incondizionato nei confronti di una figlia bella, giovane e ambiziosa.

A 18 anni Shaila Gatta ha la possibilità di partecipare al talent-show Amici di Maria de Filippi. Dopo tanti provini si sono aperte per lei le porte della scuola più famosa d'Italia, prima vera opportunità per realizzare il suo sogno di ballare. È qui che conosce Marco Garofalo, uno degli insegnanti più severi e al tempo stesso geniali che abbiano mai lavorato nel talent di Maria De Filippi. Il maestro, scomparso meno di un anno fa, ha lasciato un ricordo indelebile nel cuore della ragazza, che scoppia a piangere mentre lo ricorda con Silvia Toffanin. Il coreografo è stato il suo mentore, la sua guida e il suo punto di riferimento. Ha sempre creduto in lei tanto da darle -ad appena 19 anni- un pezzo da prima donna nel fortunato programma Ciao Darwin, condotto da Paolo Bonolis. Marco Garofalo ha scommesso su di lei, era uno dei pochi a credere nel suo talento e le ha dato la possibilità di dimostrarlo, permettendole di mettere in luce le sue capacità, che oggi sono sotto gli occhi di tutti. Shaila Gatta ha ammesso la mancanza del maestro le ha lasciato un vuoto incolmabile. Tra le lacrime ha ricordato che, quando gli ha comunicato di essere stata presa come velina di Striscia la Notizia, lui è stato molto felice e le ha detto che sapeva di aver fatto bene a credere in lei.

Shaila Gatta lancia un messaggio fortissimo ai giovani che desiderano inseguire i sogni, perché nella vita bisogna sempre osare senza avere paura di fallire. Come ha fatto lei, che pur di dimostrare il suo valore non ha esitato ad andare anche contro il volere dei genitori.