Striscia ricomincia con Maria, Michelle e un nuovo studio

De Filippi e Hunziker in conduzione per due giorni, poi arrivano Scotti, Venier, De Sica e Greggio

Lunedì si riparte. Con il sorriso smagliante di Michelle Hunziker e la grinta di Maria De Filippi. Perché, Antonio Ricci, il patron del tg satirico, per ricominciare con il botto ha chiesto alla conduttrice di C'è posta per te di affiancare la bionda svizzera. Una coppia stellare. In onda, però, soltanto per due giorni. Anche perché, contando la quantità di programmi in cui è impegnata Maria, sarebbe stato impossibile trovare altro tempo. «Ricci mi ha chiamata e non potevo dire di no - ha detto la De Filippi in collegamento video da Roma durante la conferenza stampa convocata nel nuovo scintillante studio di Cologno Monzese, il cuore degli studi Mediaset, dove è stata trasferita la redazione -. Del resto come per la Rai c'è Sanremo, per Canale 5 c'è Striscia la Notizia ». «Basta che non mi chiedete di scendere le scale come le veline - ha aggiunto Maria togliendosi simpaticamente una calza e mostrando un piede incerottato - ho un problema all'alluce...». «Ah di solito noi abbiamo problemi con gli indici...», risponde pronto Ricci.

Dunque, sarà una settimana (e una edizione) con una girandola di conduttori. Dopo lunedì e martedì prossimi con la De Filippi, accanto a Michelle si siederanno dietro la scrivania del tg satirico Gerry Scotti (mercoledì e giovedì), Mara Venier (venerdì e sabato), Christian De Sica (da lunedì 28 settembre a sabato 24 ottobre). E poi si riformerà la tradizionale coppia con Ezio Greggio (dal 28 ottobre) e poi ancora l'altra coppia storica Greggio-Iacchetti (dal 30 novembre al 23 gennaio). E, di nuovo, la Hunziker da gennaio («Perché Iacchetti - spiega bonariamente Ricci - si è sbagliato con le date e si preso degli impegni a teatro..»). Insomma, Ricci vuole le scintille. Come sempre e più di sempre. Perché scotta ancora quanto accaduto la primavera scorsa quando è stato costretto a licenziare Fabio e Mingo, i due inviati che si sono inventati alcuni servizi (e per questo sono stati velocemente allontanati dalla trasmissione). «La vicenda di Fabio e Mingo - ha detto Ricci - è dolorosa e inspiegabile. A ognuno è capitato nella vita di trovarsi di fronte a comportamenti illogici e irrazionali. E tuttora non abbiamo ancora trovato una risposta a quanto hanno combinato quei due. Il nostro pubblico comunque ha molto apprezzato il fatto che abbiamo denunciato subito la cosa in modo coerente con tutto quello che facciamo sempre». Del resto, Ricci, come al solito, ne ha per tutti: per i padroni di casa, i vertici Mediaset, che «finalmente» lo hanno «deportato» negli studi centrali di Cologno (prima la redazione di Striscia era a Milano2) ed è contento ora di poterne raccogliere gli «spetteguless» e per lo storico arcinemico programma Affari tuoi , sempre accusato di essere «diseducativo».

Da non dimenticare l'elenco dei cinque nuovi inviati: Eugenio il Genio (Giancarlo Macorano), Pinuccio (Alessio Giannone), Rajae Bezzaz, Chiara Squaglia e Riccardo trombetta.

Confermate per il terzo anno le due veline bionda e mora Irene Cioni e Ludovica Frasca. E gli inviati storici, tra cui Dario Ballantini che questa volta si calerà anche nei personaggi del sindaco di Roma Ignazio Marino e della cancelliera tedesca Angela Merkel.

Commenti

linoalo1

Sab, 19/09/2015 - 08:25

Per carità!!!!Più che un rilancio,mi sembra proprio il suo Funerale!Sarebbe stato meglio annunciarne,finalmente,la Fine!!!!