Virginia Raffaele si sdoppia Santoro andrà in diretta

Presentati i nuovi palinsesti. Uno show per Cuccarini e Parisi. Serata evento per il disco di Mina e Celentano

Rivedere insieme Mina e Celentano sarebbe un gran colpo. Un evento che di per sé varrebbe la rivoluzione nel management della Rai. In realtà una serata con i due big della canzone italiana andrà in onda, il 5 dicembre, per presentare il loro disco in coppia (dopo 18 anni), ma non viene svelato in che formula: Mina da decenni non si mostra in pubblico, ma «in qualche modo ci sarà», spiega il direttore di Raiuno Andrea Fabiano. Dunque, sentiremo la sua voce. In ogni caso, sarò un evento. Ed è la sorpresa che i vertici Rai hanno riservato per la presentazione dei prossimi palinsesti della Tv di stato avvenuta ieri a Milano. Una programmazione autunnale molto attesa perché è quella sulla quale la dirigenza di Antonio Campo Dall'Orto, che ha promesso di rivoltare la televisione pubblica, si gioca tutto.

I cambiamenti annunciati, sia dal punto di vista tecnologico sia dal punto di vista dei prodotti, sono moltissimi. Ma l'impressione generale è quella di un «ritorno al futuro», con molti nomi di conduttori di grande levatura televisiva, da Santoro a Lerner, ma che ci portano indietro di anni. Comunque, ecco le principali novità rete per rete.

Raiuno. Oltre a Mina-Celentano, impressiona il ritorno, insieme, di due icone storiche: Lorella Cuccarini e Heather Parisi che si sfideranno in uno spettacolo tutto loro. Per il resto colonna portante del canale resta Carlo Conti che, impegnato con la radio, lascerà (a Frizzi) il quiz preserale ma continuerà a guidare Tale e quale show e presenterà il terzo Sanremo. Mentre il resto del palinsesto serale (la prima serata comincerà, promessa del direttore Fabiano, alle 21,15) sarà composto da molte serate evento, alcune condotte da Massimo Giletti e dedicate a Mogol e Zucchero, altre con protagonisti Renato Zero e Roberto Bolle. Sulla domenica pomeriggio c'è ancora un po' di nebbia: pare che Giletti si allunghi con la sua Arena, ma non è stato ancora deciso chi guiderà la seconda parte del pomeriggio festivo, e non è «buco» di poco conto, nella stagione in cui si celebrano i 40 anni di Domenica In (la prima puntata fu il 3 ottobre 1976). Indiscrezioni puntano su un eventuale ritorno di Pippo Baudo o di Renzo Arbore: grandi professionisti che però non portano propriamente nella direzione dell'innovazione. Porta a porta passa da quattro a tre serate. Sono circolate anche voci di contatti con Barbara D'Urso, ma al momento in Rai non risultano. Per il settore fiction, come non ricordare il ritorno di Un medico in famiglia e della serie Braccialetti rossi.

Raidue. La rete, la cui mission sarebbe quella di abbassare l'età del pubblico cui si rivolge, lascia intatti i capisaldi dell'intrattenimento (Pechino Express e Stasera tutto è possibile) con l'aggiunta del one man show di Mika, un viaggio musicale con un grande artista. Mentre cambia completamente il settore informazione. Il primo punto è il rientro di Michele Santoro in autunno con due speciali, in diretta, quindi in video come l'avevamo lasciato anni fa prima dell'addio burrascoso. Ne seguiranno altri a primavera, a metà tra docu-fiction e talk in studio. Chiuso Virus, al mercoledì andrà in onda Nemo, programma basato soprattutto sulle immagini e sui reportage con la firma autoriale di Alessandro Sortino. In seconda serata è in via di ideazione un talk politico: per la conduzione si sono fatti i nomi di Pietrangelo Buttafuoco, Francesco Verderami e pure Giuliano Ferrara, nessuno confermato dalla direttrice Ilaria Dallatana che si è tenuta sul vago.

Raitre. Nella rete diretta da Daria Bignardi si vedono facce nuove. Gianluca Semprini, ex volto di SkyTg24, è stato scelto per condurre il programma che andrà al posto di Ballarò, con una formula più agile, più corta e «senza parlare di olio di palma». A primavera si vedranno il regista e attore Pif con una striscia quotidiana in orario di cena e Virginia Raffaele con uno show tutto suo (e sarà anche ospite fissa di Mika su Raidue). Anche Diego Bianchi, in arte Zoro, avrà una striscia in preserale, Social news, per commentare nel suo modo pungente l'attualità più la seconda serata del venerdì. New entry Filippo Timi con un late night show sulle diversità. Da non dimenticare per l'intrattenimento il Rischiatutto di Fabio Fazio, il conduttore avrà un appuntamento in meno di Che tempo che fa, solo alla domenica insieme alla Littizzetto. Gad Lerner farà un viaggio per raccontare l'islam tra Italia ed europa.LR

Commenti

Trinky

Mer, 29/06/2016 - 09:52

Facce nuove? Ma se mancano solo Napolitano, la Bonino, D'Alema e Prodi e poi ci sono quasi tutti......

fifaus

Mer, 29/06/2016 - 09:54

largo al nuovo, largo ai giovani! ma andate a lavorare in miniera, cialtroni..

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 29/06/2016 - 16:15

PAGHIAMO IL CANONE PER QUESTA SCHIFEZZA, ESCLUSO MINA E CELENTANO.

lukas1

Mer, 29/06/2016 - 18:39

Che palle sta Virginia Raffaele fa piagne

aldo.a

Mer, 29/06/2016 - 20:52

Cos'è un film horror? peggio del ritorno degli zombi. Del resto questo è il futuro......lo hanno capito, sono molto perspicaci.

maurizio50

Gio, 30/06/2016 - 08:32

Nuovi palinsesti??? Accidenti! Littizetto, Fazio,Gad Lerner, Sant'Oro ($),naturalmente Benigni magari a leggere il Vangelo,più altre mezze tacche della propaganda continua pro compagni. E tutta questa pletora di nani, ballerini, istrioni, sarebbero novità??Sono decenni che imperversano e fanno propaganda ai cialtroni di sinistra, retribuiti però anche da chi si sinistra non è!!!!!!!!!!!!