Spiagge «nuove» Via al ripascimento da San Giuliano a Nervi

«Sono pronti a partire i tanti interventi molto attesi. L'anno scorso non siamo riusciti a fare alcunché». Si dice soddisfatta l'assessore comunale Roberta Morgano a cui è affidato l'Arredo urbano e la Cura dei Litorali di Levante e di Ponente, nell'annunciare il via libera dei lavori che interesseranno spiagge e scogliere del levante genovese. Gli interventi di ripascimenti, riprofilature e dragaggi - e che dovrebbero concludersi prima della ripresa delle attività dei gestori degli stabilimenti balneari - riguarderanno l'area compresa da San Giuliano a Capoluogo. «Le mareggiate di questo inverno hanno enormemente danneggiato la realtà del nostro litorale. Si tratta di un litorale ancora balneabile, tra l'altro uno dei pochi esempi in Italia di città metropolitana all'interno della quale si riesce fare il bagno - ha spiegato l'assessore -. Quest'anno noi interveniamo con la consueta manutenzione a carico di Aster proprio per dragaggi, riprofilature e ripascimenti. Ripascimento significa che si porta materiale nuovo, per le altre due tipologie, invece si lavora materiale esistente, o in mare o sulla spiaggia. Il materiale nuovo è un problema molto complesso, perché mentre in passato riuscivamo a prelevare i materiali in esubero nei corsi d'acqua e torrenti dell'entroterra, dall'anno scorso questo non è più possibile e quindi dobbiamo ricorrere a materiale da cava come la ghiaia, con dei costi esorbitanti».
Gli interventi strutturali sulle scogliere danneggiate dalle mareggiate interesseranno la zona di Boccadasse (rifiorimento scogliera e ripristino muro); Priaruggia (su entrambe le scogliere); Scalo Roncallo (rifiorimento scogliera); Murcarolo (entrambe le scogliere) e Capolungo con il ripristino dello scalo di alloggio. Corso Italia-San Giuliano; Sturla-via del Tritone; Quarto-Priaruggia e Cala dei Montani; Quinto-Bagnara, Scalo Roncallo e piazzale Rusca-piazzale Poggi (centro anziani); Nervi-Caprafico e Porticciolo e Capolungo a Sant'Ilario saranno invece interessati a interventi di ripascimento. «Per questi tipi di interventi, pronti prima dell'estate, il costo è pari a 500mila euro. Altri importanti progetti riguarderanno il ponente: a Vesima è in corso un progetto strutturale di ripascimento cofinanziato dalla Regione Liguria per un importo di 4 milioni», ha concluso l'assessore Morgano.

Annunci Google
Altri articoli