Da Andy Murray 140 euro a migrante per ogni ace A Cr7 230mila per tweet

Un tweet, un ace richiedono tempi di esecuzione pari a un battito di ciglia. Ma non tutti possono vantare la capacità di farli fruttare di Cristiano Ronaldo e Andy Murray. Anche se poi la differenza la fa la causa: nobile per il vincitore di Wimbledon, utile solo alle sue tasche per il pallone d'oro. Infatti la stella del Real per ogni cinguettio pubblicitario «intasca più di 230mila euro». Merito del marchio “CR7” che riesce a vendere anche le mutande. E i suoi 140 caratteri sono da record: battuto LeBron James che si «accontenta» di 125mila euro.

Non è un cinguettio, ma a suo modo un messaggio quello che Murray invierà mettendo a segno un ace. Non lo scriverà, lo batterà senza macchina da scrivere ma realizzando un ace. Infatti Il n° 3 del tennis ha annunciato che donerà in beneficenza 100 sterline (quasi 140 euro) per ogni ace che metterà a segno da qui sino alla fine dell'anno per aiutare la causa dei rifugiati. «Da ogni ace ricaverò un pò più di soddisfazione», ha detto Murray. Un'altra cosa la soddisfazione di CR7.