Berlusconi: "Mai pensato alla vendita del Milan, cerco un socio"

In un'intervista a Radio Capital il presidente svela i suoi programmi per il club rossonero. Ottimista su Ancelotti...

Silvio Berlusconi torna a parlare del suo amato Milan: "Non ho mai pensato di vendere - dice a Radio Capital - ho sempre pensato di cercare qualcuno che mi aiutasse in quello sforzo finanziario necessario per riportare il Milan ad essere grande". Il presidente aggiunge che "ad oggi quel socio non l’ho ancora trovato". Poi si sofferma sul mondo del calcio più in generale: "Oggi molte cose sono cambiate, sono entrati soggetti molto ricchi ed una famiglia da sola non ce la può fare".

Intanto, per quanto riguarda la panchina, va avanti il pressing di Galliani per riportare Ancelotti a Milanello. Ma l'operazione sembra molto difficile. L’agente Fifa Ernesto Bronzetti, in collegamento telefonico al Processo del lunedì, ha detto che "Ancelotti vuole star fermo un anno. Forse argomenti convincenti potrebbero fargli cambiare idea, ma oggi come oggi la sua scelta è questa". Vedremo se il club rossonero sarà in grado di trovare gli argomenti giusti per convincere Ancelotti.

Berlusconi, però, si dice ottimista sul ritorno di Ancelotti: "Voleva prendersi un po' di riposo, non è facile fare l’allenatore di una grande squadra come il Real...". Comunque "io e Galliani siamo ottimisti" su un suo passaggio al Milan. Spero che Galliani -ha sottolineato il Cav- che è legato ad Ancelotti da un affetto profondo e una stima reciproca, possa convincerlo a venire per rifare con noi un grande Milan". E quando gli chiedono quante possibilità ci siano per un Ancelotti in rossonero, Berlusconi risponde: "Io e Galliani siamo ottimisti".

Commenti

redy_t

Mar, 26/05/2015 - 11:01

"una famiglia da sola non ce la può fare" .... e infatti gli Agnelli ce la fanno benissimo.Da soli.Dai Silvio, non raccontare frottole.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 26/05/2015 - 13:18

Mai pensato? Su questo non avevamo nessun dubbio.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 26/05/2015 - 19:23

Cerca un socio che gli dia una barca di soldi ma che lasci comandare Lui, sempre Lui, il Silvio nazionale, il Contaballe per eccellenza.Mister Bee, Mister Lee, addirittura il presidente della Cina. Senza pudore. Si inventerà un Milan italiano. Qualche cosa si deve pur inventare prima che i tifosi lo caccino a pedate. E poi deve lasciare alla stella nascente del calcio italiano dirigenziale, la figlia Barbara, il giocattolo della vita.