Blatter: "La Germania comprò l'assegnazione dei mondiali 2006"

Il presidente della Fifa, in un’intervista al quotidiano svizzero SonntagsBlick, torna sull'assegnazione dei campionati mondiali 2006 e dichiara: "Mi ricordo quando all'ultimo momento qualcuno lasciò la sala..."

L'accusa è di quelle destinate a far scalpore. E a muoverla è il presidente della Fifa, Sepp Blatter, in un’intervista al quotidiano svizzero SonntagsBlick. La Germania avrebbe comprato l’assegnazione del campionato mondiale di calcio nel 2006. L'accusa di Blatter ha scatenato la reazione indignata del Dfb, la Federcalcio tedesca.

"Mondiali comprati...mi ricordo l’assegnazione per il 2006 quando all’ultimo momento qualcuno lasciò la sala, così invece di una votazione 10 a 10 si ebbe un 10 a 9 in favore della Germania", ha dichiarato Blatter il quale, alla domanda se presumesse che i tedeschi avessero comprato l’assegnazione del mondiale vinto poi dall’Italia, il presidente della Fifa ha risposto così: "No, non presumo nulla, io constato".

Il segretario del Dfb, Helmut Sandrock, ha ribattuto spiegando che "queste nebulose allusioni sono assolutamente infondate", mentre l’allora presidente del comitato organizzatore tedesco, Franz Beckenbauer, ha definito "incomprensibili queste allusioni".

La Sueddeutsche Zeitung (SZ) scrive oggi che "sulle circostanze in base alle quali la Germania ottenne l’assegnazione dei mondiali circolano da anni storie misteriose, ma il fatto che il presidente della Fifa alluda a un possibile acquisto di voti rappresenta un salto di qualità".