La bomba Nainggolan riduce in pezzi i sogni di gloria di Ibra

Il Belgio gioca per mantenere lo 0-0 e il secondo posto, è premiato nel finale dal classico destro da fuori di Naingollan e domenica affronterà l'Ungheria a Tolosa. La Svezia esce. A Nizza i fiamminghi, in maglia bianca, sono superiori per un tempo, a parte la parata iniziale di Courtois sulla girata di Berg e il destro fuori di Ibrahimovic. La ripresa è più svedese, ma l'ultima in nazionale dell'ex milanista è appena discreta, non eguaglia il record di Cristiano Ronaldo, a segno in 4 Europei. Gli scandinavi hanno poca qualità, Ibra è solo accigliato, con i compagni, ma i fischi all'intervallo sono significativi.

La nazionale di Wilmots attacca molto da sinistra, con Vertonghen e Carrasco, anche De Bruyne e Lukaku restano difficili da contenere. Ibra si sveglia nel secondo tempo, segna ma a gioco fermo e poi su punizione sollecita Courtois. Il Belgio traccheggia, punge nel finale con De Bruyne, Lukaku e Mertens, con parate complicate di Isaksson. De Bruyne sulla linea, di là risolve Nainggolan.

Vanni Zagnoli