Buffon in lacrime su Sky. La D'Amico lo consola così

Intervistato su Sky dalla sua compagna, Buffon non è riuscito a trattenere l'emozione. La D'Amico: "Difficile vederlo così"

Sguardo basso, occhi lucidi, voce rotta dall'emozione. Dopo l'eliminazione dall'europeo arrivata ai rigori contro la Germania, il portiere e capitano della nazionale di calcio, Gianluigi Buffon, non ha potuto evitare le consuete interviste televisive. Prima la tv di stato, dove non è riuscito a trattenere le lacrime, poi Sky dove a intervistarlo c'era la sua compagna, Ilaria D'Amico.

"Che cosa ti stai rimproverando, Gigi?", ha chiesto la conduttrice sforzandosi di non lasciar trapelare nessuna emozione. "Proprio nulla, nessuno deve rimproverarsi qualcosa in una serata del genere", le ha risposto Buffon, con gli occhi ancora lucidi per l'emozione.

Buffon e D'Amico nel post partita di Sky

GUARDA la fotogallery

I due sono abituati a ritrovarsi davanti alle telecamere. Era già successo durante i precedenti post-partita di questo europeo, con toni totalmente diversi, ma anche in campionato all'interno di Sky Calcio show, l'approfondimento della domenica pomeriggio condotto dalla D'Amico. Ma quello di ieri era un momento particolare: Buffon ha 38 anni e probabilmente era la sua ultima occasione per vincere un trofeo con la Nazionale, dopo il mondiale vinto nel 2006.

Alessadro Del Piero, ex compagno di squadra nella Juventus e nella Nazionale e opinionista di Euro 2016 per Sky, ha provato a stemperare la tensione dicendogli che adesso dovrà puntare ai Mondiali che si disputeranno tra due anni in Russia: "Non puoi lasciare così Gigi, ora devi giocare fino a 40 anni". Buffon ha ringraziato l'amico e si è commosso.

Il collegamento è continuato con un botta e risposta tra il portiere e gli altri opinionisti di Sky. Alla fine Ilaria D'Amico, che pochi giorni fa si è raccontata al Corriere, non è riuscita a trattenersi e ha detto: "È difficile vedere in questo stato una persona che è sempre così in controllo...". E chi meglio di lei può capire lo stato del numero uno azzurro dopo una sconfitta così bugiarda.

Commenti

ziobeppe1951

Dom, 03/07/2016 - 16:58

Oggi è il cry day o meglio il tag schrei