Calcio, dramma in campoUn infarto stronca MorosiniLa Figc ferma i campionati

Piermario Morosini, 25 anni, giocatore del Livorno, crolla in campo durante Pescara-Livorno. E' giunto in ospedale già morto. Polemiche sul ritardo dell'ambulanza, bloccata da un'auto dei vigili

Dramma allo Stadio Adriatico. Il gioco è stato interrotto per un improvviso malore che ha colto Piermario Morosini. Il giocatore del Livorno è stato subito soccorso dai sanitari presenti allo stadio che gli hanno praticato un massaggio cardiaco.

Subito dopo il malore, il centrocampista è stato portato all'ospedale Civile Santo Spirito di Pescara con un'ambulanza. "Durante il trasporto in ambulanza verso l’ospedale Morosini era in arresto cardiaco", hanno fatto sapere fonti sanitarie. La gara fra Pescara e Livorno è stata sospesa dall'arbitro. I giocatori toscani, con le mani fra i capelli, erano in lacrime: sono stati fatti rientrare nel tunnel degli spogliatoi. Alla fine è arrivata la tragica notizia: Morosini non ce l'ha fatta. Il giocatore del Livorno è morto all'età di 25 anni.

Giocatori e dirigenti del Livorno stanno andando a rendere omaggio alla salma che è ancora al pronto soccorso e che poi sarà trasferita in obitorio.

"Quando sono sceso in campo Morosini era in arresto cardiaco e respiratorio, abbiamo praticato il massaggio cardiaco per un’ora e mezza prima solo manualmente e poi con diversi strumenti, ma non c’è stato nulla da fare. Non si può dire se la causa sia cerebrale o cardiaca, questo può stabilirlo solo una eventuale autopsia", ha affermato il dott. Paloscia, responsabile dell’Unità Coronarica dell’Ospedale di Pescara, che era allo stadio come tifoso e che per primo ha tentato di rianimare il giocatore.

All’esterno del pronto soccorso, il primo a rilasciare alcune dichiarazioni, tra le lacrime, è stato il portiere del Pescara, Luca Anania. "È una tragedia, credetemi, non so veramente cosa dire. All’inizio non avevamo ben capito la gravità della situazione. Io, tra l’altro, mi trovavo dalla parte opposta e sono subito corso verso la metà campo del Livorno, dove era caduto a terra Morosini. Ci sono stati momenti di grande confusione e mi è sembrato di capire che c’è stato anche qualche attimo di ritardo nei soccorsi, perchè ci hanno detto che l’ambulanza non poteva entrare sul terreno di gioco perchè l’ingresso era ostruito da un’altra macchina. Alcuni miei compagni hanno portato la barella a mano fino all’ambulanza".

A tal proposito, il Comune di Pescara avvierà un’indagine interna e collaborerà con l’autorità giudiziaria per fare chiarezza sulla vicenda del mezzo della Polizia Municipale che bloccava l’accesso dell’ambulanza allo stadio. Intanto la Figc ha disposto la sospensione della giornata di tutti i campionati di calcio in programma in questo fine settimana e lunedì. A riferirlo è stato il direttore generale della Federcalcio, Antonello Valentini.

Commenti

d_time

Sab, 14/04/2012 - 16:48

se magari la smettono di prender bombe per esser sempre in forma possiamo smettere di piangere 25enni agonisti che vanno in arresto cardiaco..

d_time

Sab, 14/04/2012 - 16:48

se magari la smettono di prender bombe per esser sempre in forma possiamo smettere di piangere 25enni agonisti che vanno in arresto cardiaco..

topogigio100

Sab, 14/04/2012 - 16:58

dai forza Morosini siamo tutti con te !!!

topogigio100

Sab, 14/04/2012 - 16:58

dai forza Morosini siamo tutti con te !!!

Palladino

Sab, 14/04/2012 - 17:15

...lo sport sempre piu' esasperato e succube di interessi economici abnormi sta producendo questi drammi assurdi. Ragazzi con i loro giovani cuori spezzati sono sempre piu' numerosi.Basta guardare i fatti delle ultime settimane. Senza contare gli ex calciatori che muoiono finita la carriera a 50/60 anni. Basta con le porcherie che vengono loro somministrate. Condoglianze vivissime alla famiglia del giovane Morosini.

loredana angeletti

Sab, 14/04/2012 - 17:30

E' mai possibile che le società calcistiche spendano milioni di euro e non pensano ad un defibrillatore del costo di 2000 euro?

Ritratto di libeccio

libeccio

Sab, 14/04/2012 - 17:30

#1 d_time (367) -La tua accusa è molto grave.Non capisco se quello che scrivi si riferisce al povero Morosini.Quando si scrivono certe cose bisogna avere le prove.Non scrivete tanto per scrivere.Poi che nel calcio gira robaccia sono d'accordo con te.Ma posso solo dirlo per averne sentito parlare dalla stampa.Poi qua si sta discutendo di una morte di un giovane calciatore. E questa sua morte mi ha rattristato molto,ho visto le immagini.Da brividi...

Palladino

Sab, 14/04/2012 - 17:15

...lo sport sempre piu' esasperato e succube di interessi economici abnormi sta producendo questi drammi assurdi. Ragazzi con i loro giovani cuori spezzati sono sempre piu' numerosi.Basta guardare i fatti delle ultime settimane. Senza contare gli ex calciatori che muoiono finita la carriera a 50/60 anni. Basta con le porcherie che vengono loro somministrate. Condoglianze vivissime alla famiglia del giovane Morosini.

loredana angeletti

Sab, 14/04/2012 - 17:30

E' mai possibile che le società calcistiche spendano milioni di euro e non pensano ad un defibrillatore del costo di 2000 euro?

Ritratto di libeccio

libeccio

Sab, 14/04/2012 - 17:30

#1 d_time (367) -La tua accusa è molto grave.Non capisco se quello che scrivi si riferisce al povero Morosini.Quando si scrivono certe cose bisogna avere le prove.Non scrivete tanto per scrivere.Poi che nel calcio gira robaccia sono d'accordo con te.Ma posso solo dirlo per averne sentito parlare dalla stampa.Poi qua si sta discutendo di una morte di un giovane calciatore. E questa sua morte mi ha rattristato molto,ho visto le immagini.Da brividi...

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Sab, 14/04/2012 - 17:47

solidarieta' a famiglia e compagni di squadra. Per quale motivo la FIGC abbia sospeso i campionati dio solo lo sa...che facciamo un elettrocardiogramma a tutti e poi via tutto come prima? Patetici

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Sab, 14/04/2012 - 17:47

solidarieta' a famiglia e compagni di squadra. Per quale motivo la FIGC abbia sospeso i campionati dio solo lo sa...che facciamo un elettrocardiogramma a tutti e poi via tutto come prima? Patetici

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 14/04/2012 - 17:48

Una preghiera con il cuore per questa Persona che inconsapevolmente è stata chiamata al Giudizio di Dio. La settimana scorsa ne parlavo con mia moglie riferendomi al giocatore di Volley morto durante una partita. Occorre essere sempre pronti a diventare polvere ma non sempre si è in questa condizione; riconoscere la propria fragilità. Un saluto caro anche ai Familiari del giocatore.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 14/04/2012 - 17:48

Una preghiera con il cuore per questa Persona che inconsapevolmente è stata chiamata al Giudizio di Dio. La settimana scorsa ne parlavo con mia moglie riferendomi al giocatore di Volley morto durante una partita. Occorre essere sempre pronti a diventare polvere ma non sempre si è in questa condizione; riconoscere la propria fragilità. Un saluto caro anche ai Familiari del giocatore.

doris39

Sab, 14/04/2012 - 17:55

Che cosa sta succedendo a questi giovani sportivi? Non vorrei pensare a dei controlli sanitari fatti con leggerezza o, peggio ancora, a degli " aiutini " per rendere al massimo. E' sempre doloroso quando queste cose succedono,soprattutto quando sono persone in giovane età.

doris39

Sab, 14/04/2012 - 17:55

Che cosa sta succedendo a questi giovani sportivi? Non vorrei pensare a dei controlli sanitari fatti con leggerezza o, peggio ancora, a degli " aiutini " per rendere al massimo. E' sempre doloroso quando queste cose succedono,soprattutto quando sono persone in giovane età.

Gianna Lorella

Sab, 14/04/2012 - 18:08

Ma un caspita di defibrillatore sul campo, no?

Gianna Lorella

Sab, 14/04/2012 - 18:08

Ma un caspita di defibrillatore sul campo, no?

yuryssg

Sab, 14/04/2012 - 18:44

il livello di stress fisico degli atleti aumenta... e come conseguenza puramente medica aumentano le "rotture". Spiace per Morosini, ma la realtà è questa.

koalizzato

Sab, 14/04/2012 - 18:56

afrikakorps, ma che razza di commento fai? Da quale parte della terra vieni? Mi meraviglio che la Direzione accetti un tale commento. Quando nello sport in generale succedono questi tragici eventi, mi sembra più che logico che le varie federazioni assumino tali atteggiamenti. Patetico sarai tu

yuryssg

Sab, 14/04/2012 - 18:44

il livello di stress fisico degli atleti aumenta... e come conseguenza puramente medica aumentano le "rotture". Spiace per Morosini, ma la realtà è questa.

koalizzato

Sab, 14/04/2012 - 18:56

afrikakorps, ma che razza di commento fai? Da quale parte della terra vieni? Mi meraviglio che la Direzione accetti un tale commento. Quando nello sport in generale succedono questi tragici eventi, mi sembra più che logico che le varie federazioni assumino tali atteggiamenti. Patetico sarai tu

franzle

Sab, 14/04/2012 - 19:07

Cari amici lettori, sono un Medico dello Sport che a tempo pieno opera proprio come medico certificatore per la concessione dell'idoneità allo sport agonistico. Da operatore del settore vorrei dire due-tre cose, cercando di essere il più breve possibile. 1) la tragedia di Morosini mi tocca 2 volte, umanamente e professionalmente ; 2) è logico chiedersi come questo possa succedere a un atleta controllato e ricontrollato a livello sanitario: credetemi, può succedere! Aspettiamo l'autopsia per maggiori dettagli, ma di sicuro possono esistere delle forme morbose o delle malformazioni a carico del cuore o delle coronarie che neppure la visita più accurata può svelare (e quel povero ragazzo ne avrà fatte chissà quante di prove da sforzo in vita sua.....); 3) ricordatevi comunque che le morti improvvise negli sportivi sono circa 30 volte meno frequenti che nella popolazione generale, ma naturalmente hanno una diversa risonanza mediatica. Un triste saluto a Piermario. F.P.

franzle

Sab, 14/04/2012 - 19:07

Cari amici lettori, sono un Medico dello Sport che a tempo pieno opera proprio come medico certificatore per la concessione dell'idoneità allo sport agonistico. Da operatore del settore vorrei dire due-tre cose, cercando di essere il più breve possibile. 1) la tragedia di Morosini mi tocca 2 volte, umanamente e professionalmente ; 2) è logico chiedersi come questo possa succedere a un atleta controllato e ricontrollato a livello sanitario: credetemi, può succedere! Aspettiamo l'autopsia per maggiori dettagli, ma di sicuro possono esistere delle forme morbose o delle malformazioni a carico del cuore o delle coronarie che neppure la visita più accurata può svelare (e quel povero ragazzo ne avrà fatte chissà quante di prove da sforzo in vita sua.....); 3) ricordatevi comunque che le morti improvvise negli sportivi sono circa 30 volte meno frequenti che nella popolazione generale, ma naturalmente hanno una diversa risonanza mediatica. Un triste saluto a Piermario. F.P.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 14/04/2012 - 19:24

Mi chiedo a cosa serva la sospensione di tutti i campionati. Pensano forse di risolvere il problema in pochi giorni, quelli della figc? Per riprendere in sicurezza, dovrebbero, per prima cosa, eliminare il doping: cosa impossibile. Poi bisognerebbe far visitare in maniera approfondita da una commisisone medica seria (che bisognerebbe trovare...) tutti i calciatori, ma anche gli altri sportivi. Tempi per questa operazione? Incalcolabili! Alla fine, si verserà qualche lacrimuccia, poi tutto riprenderà come prima, con una fatica in più per le squadre che dovranno recuperare la giornata persa, perchè il campionato non può durare oltre la data stabilita: dopo ci sono gli europei.

7-10

Sab, 14/04/2012 - 19:24

E' morto un ragazzo e mi dispiace. Se lo stesso era un calciatore non me ne frega niente. In quanto tale se ne fa una tragedia. Trovo molto più tragico che si suicidi un imprenditore o che muoia qualcuno sul posto di lavoro. E' la stessa storia di Simoncelli. E' tragica in se la morte di giovani. Non che si tratti di calciatori o corridori.

michele73

Sab, 14/04/2012 - 19:33

Una vera e propria TRAGEDIA si è consumata allo Stadio Adriatico... un altro giovane atleta è stramazzato al suolo con il cuore spezzato! In questo momento mi sento solo di unirmi al CORDOGLIO che ha colpito la famiglia di MOROSINI (un ragazzo che ha avuto una vita sofferta avendo perso i suoi genitori e suo fratello maggiore), la società del LIVORNO e tutti i suoi compagni di squadra. Che il Signore lo accolga. Ps: #6 afrikakorps... a differenza sua, io credo che la decisione presa dalla Federazione sia stata GIUSTA, infatti è stata accolta all'unanimità da tutti gli addetti ai lavori! Ma dopo le commemorazioni, è doveroso che il mondo del calcio rifletta sulle cause di queste drammatiche vicende e che garantisca la presenza in campo di un defibrillatore... DESTINO INFAME... Michele.

cavecanem

Sab, 14/04/2012 - 19:33

per chi non l'avesse ancora capito...qui le cose non quadrano..altro che stress. Giovani calciatori cascano come le mosche...ma dico...vi domandate ancora perche'?

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 14/04/2012 - 19:24

Mi chiedo a cosa serva la sospensione di tutti i campionati. Pensano forse di risolvere il problema in pochi giorni, quelli della figc? Per riprendere in sicurezza, dovrebbero, per prima cosa, eliminare il doping: cosa impossibile. Poi bisognerebbe far visitare in maniera approfondita da una commisisone medica seria (che bisognerebbe trovare...) tutti i calciatori, ma anche gli altri sportivi. Tempi per questa operazione? Incalcolabili! Alla fine, si verserà qualche lacrimuccia, poi tutto riprenderà come prima, con una fatica in più per le squadre che dovranno recuperare la giornata persa, perchè il campionato non può durare oltre la data stabilita: dopo ci sono gli europei.

Pier Francesco ...

Sab, 14/04/2012 - 19:40

Emblematico il fatto che una tragedia simile sia avvenuta in presenza di Zeman, che ha il merito incommensurabile di aver denunciato per primo la presenza della chimica nel nostro calcio. Speriamo che la morte del povero Morosini non abbia nulla a che vedere con quello scandaloso sistema. Comunque, le facce, le espressioni ma soprattutto il moto perpetuo, disumano, di molti calciatori suggerirebbero profonde indagini.

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Sab, 14/04/2012 - 19:44

@#11 koalizzato: Da sportivo ma non fanatico del calcio accetterei con immenso piacere lo stop anche indefinito dei campionati se questo potesse giovare a qualcuno o a qualcosa. Temo che la decisione sia stata presa sull' onda emotiva senza averne un vero razionale. Per rispetto del povero Morosini si fara' un minuto di silenzio su tutti i campi la settimana prossima dopo che si saranno spesi fiumi di parole probabilmente inutili su come queste tragedie possano succedere. In passato quando e' morto di morte violenta qualche tifoso simili decisioni non furono mai prese. Tra sette giorni nulla sara' cambiato. A mio modesto parere si poteva iniziare da stasera a ricordare Morosini continuando a giocare lo sport praticando il quale lui ha perso la vita. Cordiali saluti

d_time

Sab, 14/04/2012 - 19:45

#5 libeccio: lo so che è un'accusa grave, ma ti ricordo la fine che ha fatto zeman (e la sta ancora pagando) per aver detto quello che succedeva anni fa. senza contare i filmanti di cannavaro che come scusa ha detto che gli somministravano vitamine e sali minerali in vena...e comunque non basta esser dei geni: guarda le gambe di del piero come sono cambiate nel primo anno da juventino, e idem con quelle di pato al milan. ovviamente condoglianze alla famiglia, queste cose ditruggono!

7-10

Sab, 14/04/2012 - 19:24

E' morto un ragazzo e mi dispiace. Se lo stesso era un calciatore non me ne frega niente. In quanto tale se ne fa una tragedia. Trovo molto più tragico che si suicidi un imprenditore o che muoia qualcuno sul posto di lavoro. E' la stessa storia di Simoncelli. E' tragica in se la morte di giovani. Non che si tratti di calciatori o corridori.

michele73

Sab, 14/04/2012 - 19:33

Una vera e propria TRAGEDIA si è consumata allo Stadio Adriatico... un altro giovane atleta è stramazzato al suolo con il cuore spezzato! In questo momento mi sento solo di unirmi al CORDOGLIO che ha colpito la famiglia di MOROSINI (un ragazzo che ha avuto una vita sofferta avendo perso i suoi genitori e suo fratello maggiore), la società del LIVORNO e tutti i suoi compagni di squadra. Che il Signore lo accolga. Ps: #6 afrikakorps... a differenza sua, io credo che la decisione presa dalla Federazione sia stata GIUSTA, infatti è stata accolta all'unanimità da tutti gli addetti ai lavori! Ma dopo le commemorazioni, è doveroso che il mondo del calcio rifletta sulle cause di queste drammatiche vicende e che garantisca la presenza in campo di un defibrillatore... DESTINO INFAME... Michele.

cavecanem

Sab, 14/04/2012 - 19:33

per chi non l'avesse ancora capito...qui le cose non quadrano..altro che stress. Giovani calciatori cascano come le mosche...ma dico...vi domandate ancora perche'?

Pier Francesco ...

Sab, 14/04/2012 - 19:40

Emblematico il fatto che una tragedia simile sia avvenuta in presenza di Zeman, che ha il merito incommensurabile di aver denunciato per primo la presenza della chimica nel nostro calcio. Speriamo che la morte del povero Morosini non abbia nulla a che vedere con quello scandaloso sistema. Comunque, le facce, le espressioni ma soprattutto il moto perpetuo, disumano, di molti calciatori suggerirebbero profonde indagini.

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Sab, 14/04/2012 - 19:44

@#11 koalizzato: Da sportivo ma non fanatico del calcio accetterei con immenso piacere lo stop anche indefinito dei campionati se questo potesse giovare a qualcuno o a qualcosa. Temo che la decisione sia stata presa sull' onda emotiva senza averne un vero razionale. Per rispetto del povero Morosini si fara' un minuto di silenzio su tutti i campi la settimana prossima dopo che si saranno spesi fiumi di parole probabilmente inutili su come queste tragedie possano succedere. In passato quando e' morto di morte violenta qualche tifoso simili decisioni non furono mai prese. Tra sette giorni nulla sara' cambiato. A mio modesto parere si poteva iniziare da stasera a ricordare Morosini continuando a giocare lo sport praticando il quale lui ha perso la vita. Cordiali saluti

d_time

Sab, 14/04/2012 - 19:45

#5 libeccio: lo so che è un'accusa grave, ma ti ricordo la fine che ha fatto zeman (e la sta ancora pagando) per aver detto quello che succedeva anni fa. senza contare i filmanti di cannavaro che come scusa ha detto che gli somministravano vitamine e sali minerali in vena...e comunque non basta esser dei geni: guarda le gambe di del piero come sono cambiate nel primo anno da juventino, e idem con quelle di pato al milan. ovviamente condoglianze alla famiglia, queste cose ditruggono!

michele73

Sab, 14/04/2012 - 20:16

Una vera e propria TRAGEDIA si è consumata allo Stadio Adriatico... un altro giovane atleta è stramazzato al suolo con il cuore spezzato! In questo momento mi sento solo di unirmi al CORDOGLIO che ha colpito la famiglia di MOROSINI (un ragazzo che ha avuto una vita sofferta avendo perso i suoi genitori e suo fratello maggiore), la società del LIVORNO e tutti i suoi compagni di squadra. Che il Signore lo accolga. Ps: #6 afrikakorps... a differenza sua, io credo che la decisione presa dalla Federazione sia stata GIUSTA, infatti è stata accolta all'unanimità da tutti gli addetti ai lavori! Ma dopo le commemorazioni, è doveroso che il mondo del calcio rifletta sulle cause di queste drammatiche vicende e che garantisca la presenza in campo di un defibrillatore... DESTINO INFAME... Michele.

Albi

Sab, 14/04/2012 - 20:36

Con tutto il rispetto per il ragazzo e la solidarietà per i parenti, si tratta della coda della gaussiana, di un caso su un miliardo, imprevedibile e inaffrontabile. Sarebbe meglio occuparsi delle migliaia di minorati, handicappati e anziani che quotidianamente muoiono abbandonati nei propri escrementi in strutture fatiscenti e inadeguate..... Già, purtroppo non fanno notizia....

michele73

Sab, 14/04/2012 - 20:16

Una vera e propria TRAGEDIA si è consumata allo Stadio Adriatico... un altro giovane atleta è stramazzato al suolo con il cuore spezzato! In questo momento mi sento solo di unirmi al CORDOGLIO che ha colpito la famiglia di MOROSINI (un ragazzo che ha avuto una vita sofferta avendo perso i suoi genitori e suo fratello maggiore), la società del LIVORNO e tutti i suoi compagni di squadra. Che il Signore lo accolga. Ps: #6 afrikakorps... a differenza sua, io credo che la decisione presa dalla Federazione sia stata GIUSTA, infatti è stata accolta all'unanimità da tutti gli addetti ai lavori! Ma dopo le commemorazioni, è doveroso che il mondo del calcio rifletta sulle cause di queste drammatiche vicende e che garantisca la presenza in campo di un defibrillatore... DESTINO INFAME... Michele.

Albi

Sab, 14/04/2012 - 20:36

Con tutto il rispetto per il ragazzo e la solidarietà per i parenti, si tratta della coda della gaussiana, di un caso su un miliardo, imprevedibile e inaffrontabile. Sarebbe meglio occuparsi delle migliaia di minorati, handicappati e anziani che quotidianamente muoiono abbandonati nei propri escrementi in strutture fatiscenti e inadeguate..... Già, purtroppo non fanno notizia....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/04/2012 - 20:55

Morti incredibili che ci ricordano che il tempo è breve, la vita precaria..... un film che consiglio a tutti è RISVEGLI con De Niro e Robin Williams....... andrebbe visto ogni settimana.....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 14/04/2012 - 20:55

Morti incredibili che ci ricordano che il tempo è breve, la vita precaria..... un film che consiglio a tutti è RISVEGLI con De Niro e Robin Williams....... andrebbe visto ogni settimana.....

Pourparler

Sab, 14/04/2012 - 21:15

La macchina davanti all'ambulanza, come nelle migliori tradizioni menefreghistiche Italiane!! Nessun centro mobile di rianimazione in uno stadio dove sono rpesenti di sicuro più di 2000 persone. Forse invece che la legge sui nuovi stadi sarebbe necessario OBBLIGARE le squadre di serie A e B a dotarsi di strumenti come defibrillatori...ed OBBLIGARLE a installare centri medici di rianimazione negli stadi e ingaggiare per le partite personale medico specializzato ... e a loro spese!!

Pourparler

Sab, 14/04/2012 - 21:15

La macchina davanti all'ambulanza, come nelle migliori tradizioni menefreghistiche Italiane!! Nessun centro mobile di rianimazione in uno stadio dove sono rpesenti di sicuro più di 2000 persone. Forse invece che la legge sui nuovi stadi sarebbe necessario OBBLIGARE le squadre di serie A e B a dotarsi di strumenti come defibrillatori...ed OBBLIGARLE a installare centri medici di rianimazione negli stadi e ingaggiare per le partite personale medico specializzato ... e a loro spese!!

Nadina

Sab, 14/04/2012 - 21:16

Quelli che il calcio ... volete la spiegazione dell'aggettivo "Cialtrone"? Coincide con coloro che, in questo blog, danno la colpa al doping, alle terapie "strane cui sono sottoposti i calciatori. E' vero che queste cose sono criminali e hanno causato tante morti e tante invalidità, però è stato detto che solo dopo l'autopsia potranno essere accertate le cause ... e allora? Di cosa stiamo parlando? Se è stato un problema di ipertrofia ventricolare, di emorrgia subaracnoidea, di altre malformazioni no diagnosticate ... come ci si permette di fare delle diagnosi attraverso Internet? spesso in questi casi neanche dopo l'autpsia è possibile stabilire le cause che i nostri scienziati da quattro soldi (cialtroni) fanno le diagnosi qui: ma andate a c.

Nadina

Sab, 14/04/2012 - 21:16

Quelli che il calcio ... volete la spiegazione dell'aggettivo "Cialtrone"? Coincide con coloro che, in questo blog, danno la colpa al doping, alle terapie "strane cui sono sottoposti i calciatori. E' vero che queste cose sono criminali e hanno causato tante morti e tante invalidità, però è stato detto che solo dopo l'autopsia potranno essere accertate le cause ... e allora? Di cosa stiamo parlando? Se è stato un problema di ipertrofia ventricolare, di emorrgia subaracnoidea, di altre malformazioni no diagnosticate ... come ci si permette di fare delle diagnosi attraverso Internet? spesso in questi casi neanche dopo l'autpsia è possibile stabilire le cause che i nostri scienziati da quattro soldi (cialtroni) fanno le diagnosi qui: ma andate a c.

blackbird

Sab, 14/04/2012 - 21:19

La morte è intrinsecamente legata alla vita. Noi umani siamo portati ad accettare la sopravveneza della morte in persone anziane, e ci fa rabbrividire la morte di un giovane. Qualunque ne sia la causa. La morte di uno sportivo durante una prestazione non vilenta, o pericolosa, poi è inconcepibile, per noi umani. Ma può accadere. Dobbiamo reimparare a stringerci attorno ai famigliari, agli amici più cari, a quelli che maggiormente soffrono per lenire, per quanto possibile le loro pene. Poi ci sarà tempo per determinare le cause e se del caso le correzioni da apoortare perché, se il fatto fosse stato evitabile, non si ripeta, ma questo è del "dopo". Oggi ci sono solo tristezza e dolore che possono essere leniti da amicizia e amore.

blackbird

Sab, 14/04/2012 - 21:19

La morte è intrinsecamente legata alla vita. Noi umani siamo portati ad accettare la sopravveneza della morte in persone anziane, e ci fa rabbrividire la morte di un giovane. Qualunque ne sia la causa. La morte di uno sportivo durante una prestazione non vilenta, o pericolosa, poi è inconcepibile, per noi umani. Ma può accadere. Dobbiamo reimparare a stringerci attorno ai famigliari, agli amici più cari, a quelli che maggiormente soffrono per lenire, per quanto possibile le loro pene. Poi ci sarà tempo per determinare le cause e se del caso le correzioni da apoortare perché, se il fatto fosse stato evitabile, non si ripeta, ma questo è del "dopo". Oggi ci sono solo tristezza e dolore che possono essere leniti da amicizia e amore.

giottin

Sab, 14/04/2012 - 22:19

Concordo con quanto ha detto il dr. franzle n. 12, il quale da medico ha fatto delle giuste considerazioni, per quanto riguarda il punto 3, io che non sono medico, avrei detto la stessa cosa, appunto può succedere a chiunque. Il problema è che lo sport non è più sport inteso nel vero senso del termine, ma esasperazione all'ennesima potenza dove conta solo il denaro, ma questo non c'entra con la morte di Morosini, però è doveroso ricordarlo.

giottin

Sab, 14/04/2012 - 22:19

Concordo con quanto ha detto il dr. franzle n. 12, il quale da medico ha fatto delle giuste considerazioni, per quanto riguarda il punto 3, io che non sono medico, avrei detto la stessa cosa, appunto può succedere a chiunque. Il problema è che lo sport non è più sport inteso nel vero senso del termine, ma esasperazione all'ennesima potenza dove conta solo il denaro, ma questo non c'entra con la morte di Morosini, però è doveroso ricordarlo.

sara35

Sab, 14/04/2012 - 23:29

Certi commenti proprio non li capisco, e sicuramente non li condivido, premetto che seguo il calcio e mi perdo poche partite. Sembra che la tragedia sia la sospensione di una giornata di campionato anzichè la morte di un ragazzo. Ma non vi vergognate nemmeno un pò? Siete distrutti perchè non sapete cosa cacchio fare nel w.e visto che non ci sono partite? Ho sentito alcune interviste di tifosi al Meazza, sono rimasta sconvolta da tanta insensibilità, gente che davanti alla morte si lamentava di aver speso i soldi della benzina per centinaia di km e per il biglietto. Chissà se le stesse persone avrebbero rinunciato ad una insulsa partita di calcio per un lutto in famiglia, o se sono persone che gioiscono per il lutto di un collega così si fanno un giorno di ferie. Bestie!

gbsirio_1962

Dom, 15/04/2012 - 00:11

...e la macchina dei vigili urbani a bloccare l'ingresso nello Stadio dell'ambulanza... questo è lo specchio di come funziona l'italia ...spero che almeno un po sulla coscienza di quei vigili (ammesso che ce l'abbiano) pesi un po il rimorso per aver causato il ritardo dei soccorsi

MARCO45

Dom, 15/04/2012 - 00:18

Troppi giovani atleti muoiano senza una ragione credibile. Più controlli ma anche meno competezione. Lo sport è ragione di vita e non la causa. Gli interessi che circondano il mondo del calcio e dello sport professionistico in generale sono enormi come enorme è lo sforzo degli atleti per rimanere competitivi. So che non si può più armai ma tornare allo sport amatoriale o a livello di dilettanti non sarebbe male. Forse qualche vita in pù sarebbe salvata ed anche tante polemiche inutili.

sara35

Sab, 14/04/2012 - 23:29

Certi commenti proprio non li capisco, e sicuramente non li condivido, premetto che seguo il calcio e mi perdo poche partite. Sembra che la tragedia sia la sospensione di una giornata di campionato anzichè la morte di un ragazzo. Ma non vi vergognate nemmeno un pò? Siete distrutti perchè non sapete cosa cacchio fare nel w.e visto che non ci sono partite? Ho sentito alcune interviste di tifosi al Meazza, sono rimasta sconvolta da tanta insensibilità, gente che davanti alla morte si lamentava di aver speso i soldi della benzina per centinaia di km e per il biglietto. Chissà se le stesse persone avrebbero rinunciato ad una insulsa partita di calcio per un lutto in famiglia, o se sono persone che gioiscono per il lutto di un collega così si fanno un giorno di ferie. Bestie!

aldogam

Dom, 15/04/2012 - 00:33

Probabilmente il ritardo causato dalla vettura dei vigili urbani parcheggiata, chiusa, nell'ingresso al campo, non è stato determinante, comunque il vigile responsabile della vettura va radiato.

gbsirio_1962

Dom, 15/04/2012 - 00:11

...e la macchina dei vigili urbani a bloccare l'ingresso nello Stadio dell'ambulanza... questo è lo specchio di come funziona l'italia ...spero che almeno un po sulla coscienza di quei vigili (ammesso che ce l'abbiano) pesi un po il rimorso per aver causato il ritardo dei soccorsi

MARCO45

Dom, 15/04/2012 - 00:18

Troppi giovani atleti muoiano senza una ragione credibile. Più controlli ma anche meno competezione. Lo sport è ragione di vita e non la causa. Gli interessi che circondano il mondo del calcio e dello sport professionistico in generale sono enormi come enorme è lo sforzo degli atleti per rimanere competitivi. So che non si può più armai ma tornare allo sport amatoriale o a livello di dilettanti non sarebbe male. Forse qualche vita in pù sarebbe salvata ed anche tante polemiche inutili.

aldogam

Dom, 15/04/2012 - 00:33

Probabilmente il ritardo causato dalla vettura dei vigili urbani parcheggiata, chiusa, nell'ingresso al campo, non è stato determinante, comunque il vigile responsabile della vettura va radiato.

eglanthyne

Dom, 15/04/2012 - 07:40

Un defibrillatore ( ci sono da tutti i PREZZI ) non credo sia una spesa impossibile , perchè la Figc. non obbliga TUTTE le società all' acquisto ?

cesar

Dom, 15/04/2012 - 07:58

non mi stupisce che l'auto della polizia municipale bloccasse un accesso ...stavolta purtroppo all'ambulanza...chi conosce la città ...sà che gli automobilisti sono indisciplinati e rispettano poco il codice della strada..e si capisce il perchè visto che le forze dell'ordine locali sono le prime a non rispettarlo....se ci sia stata poca professionalità fra gli addetti al soccorso è presto per dirlo....certo è che se era destino che andasse così...nessuno lo poteva impedire....è strano però..... oggi ci sono apparecchiature in grado di rilevare se ci sono dei difetti cardiovascolari.....certo ci devono essere anche medici competenti e seri !!!

marcothai

Dom, 15/04/2012 - 08:01

la prossima volta che muore sul lavoro un muratore, consiglio di chiudere tutti i cantieri d'italietta, il prossimo minatore....tutte le miniere, il prossimo elettricista.....fermate la luce per una settimana. Non e' per caso che se muore un politico, chiudono il parlamento per un mese. Condoglianze alla famiglia, ma non vedo perche' fare differenza in quanto calciatore. La lega calcio e' proprio ridicola.

eglanthyne

Dom, 15/04/2012 - 07:40

Un defibrillatore ( ci sono da tutti i PREZZI ) non credo sia una spesa impossibile , perchè la Figc. non obbliga TUTTE le società all' acquisto ?

cesar

Dom, 15/04/2012 - 07:58

non mi stupisce che l'auto della polizia municipale bloccasse un accesso ...stavolta purtroppo all'ambulanza...chi conosce la città ...sà che gli automobilisti sono indisciplinati e rispettano poco il codice della strada..e si capisce il perchè visto che le forze dell'ordine locali sono le prime a non rispettarlo....se ci sia stata poca professionalità fra gli addetti al soccorso è presto per dirlo....certo è che se era destino che andasse così...nessuno lo poteva impedire....è strano però..... oggi ci sono apparecchiature in grado di rilevare se ci sono dei difetti cardiovascolari.....certo ci devono essere anche medici competenti e seri !!!

marcothai

Dom, 15/04/2012 - 08:01

la prossima volta che muore sul lavoro un muratore, consiglio di chiudere tutti i cantieri d'italietta, il prossimo minatore....tutte le miniere, il prossimo elettricista.....fermate la luce per una settimana. Non e' per caso che se muore un politico, chiudono il parlamento per un mese. Condoglianze alla famiglia, ma non vedo perche' fare differenza in quanto calciatore. La lega calcio e' proprio ridicola.

Amedeo Nazzari

Dom, 15/04/2012 - 09:14

Ma una multa questi cornutissimi vigili intralcioni non la fa nessuno?? Ciao Morosini,

Amedeo Nazzari

Dom, 15/04/2012 - 09:14

Ma una multa questi cornutissimi vigili intralcioni non la fa nessuno?? Ciao Morosini,

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 15/04/2012 - 09:34

Con difficoltà si accetta la morte di un giovane, non ci si aspetta. Quindi sentimenti di cordoglio più che doverosi. Ma oggi, inevitabilmente, moriranno altri giovani, spesso per incidente, e nessuno ne parlerà, nessuna attività verrà sospesa. Or ora sento dalla tv che un ragazzo di trent'anni è morto sull'autostrada colpito da un fanale staccatosi da un tir, ma nessuno ha fermato la circolazione. Penso alle chiacchiere banali, alle polemiche inconcludenti, a quanto siamo fuori misura. Ci accontentiamo del fumo inconsistente per nascondere la mancanza di sostanza nel considerare i fatti e per convincerci che un destino infame è intervenuto a schiacciarci. Ci stiamo appigliando a dei fili di ragnatela, credo. Saluti

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 15/04/2012 - 09:34

Con difficoltà si accetta la morte di un giovane, non ci si aspetta. Quindi sentimenti di cordoglio più che doverosi. Ma oggi, inevitabilmente, moriranno altri giovani, spesso per incidente, e nessuno ne parlerà, nessuna attività verrà sospesa. Or ora sento dalla tv che un ragazzo di trent'anni è morto sull'autostrada colpito da un fanale staccatosi da un tir, ma nessuno ha fermato la circolazione. Penso alle chiacchiere banali, alle polemiche inconcludenti, a quanto siamo fuori misura. Ci accontentiamo del fumo inconsistente per nascondere la mancanza di sostanza nel considerare i fatti e per convincerci che un destino infame è intervenuto a schiacciarci. Ci stiamo appigliando a dei fili di ragnatela, credo. Saluti

giangi85

Dom, 15/04/2012 - 09:46

sarebbe ora di smetterla con le autotrasfusioni.

giangi85

Dom, 15/04/2012 - 09:46

sarebbe ora di smetterla con le autotrasfusioni.

plaunad

Dom, 15/04/2012 - 09:52

Vorrei che in questo momento di dolore si lasciassero da parte tutte le squallide polemiche. L'auto dei vigili é stato dimostrato non ha provocato la morte de lpovero ragazzo.Il personale medico presente allo stadio era munito di defibrillatore, ma tutto é stato inutile. Perché cercare sempre a tutti i costi il caprio espiatorio, il dalli all'untore, per una disgrazia imprevedibile ed inevitabile?

terzino

Dom, 15/04/2012 - 09:52

Visto dal vivo ha lasciato una immagine che rimarrà indelebile.Lo stupore, l’incredulità, il dramma ed il dolore hanno pervaso tutti i presenti lasciandoli letteralmente basiti. E ciò ci riporta alla labilità della nostra esistenza, ci riporta a considerare le nostre azioni. Solo gli insensibili, i duri di cuori ed i rozzi perseverano e si sa che perseverare è diabolico ma nessuno dura in eterno. Spiace certamente che ci lascia un ragazzo di 25 anni, nel pieno della gioventù mentre giocava, giocava con passione,ma la triste e dure legge della vita ha colpito e colpisce quando meno te l'aspetti.Riposa in pace.

plaunad

Dom, 15/04/2012 - 09:52

Vorrei che in questo momento di dolore si lasciassero da parte tutte le squallide polemiche. L'auto dei vigili é stato dimostrato non ha provocato la morte de lpovero ragazzo.Il personale medico presente allo stadio era munito di defibrillatore, ma tutto é stato inutile. Perché cercare sempre a tutti i costi il caprio espiatorio, il dalli all'untore, per una disgrazia imprevedibile ed inevitabile?

terzino

Dom, 15/04/2012 - 09:52

Visto dal vivo ha lasciato una immagine che rimarrà indelebile.Lo stupore, l’incredulità, il dramma ed il dolore hanno pervaso tutti i presenti lasciandoli letteralmente basiti. E ciò ci riporta alla labilità della nostra esistenza, ci riporta a considerare le nostre azioni. Solo gli insensibili, i duri di cuori ed i rozzi perseverano e si sa che perseverare è diabolico ma nessuno dura in eterno. Spiace certamente che ci lascia un ragazzo di 25 anni, nel pieno della gioventù mentre giocava, giocava con passione,ma la triste e dure legge della vita ha colpito e colpisce quando meno te l'aspetti.Riposa in pace.

ric42

Dom, 15/04/2012 - 09:57

esprimo tutto il mio cordoglio per lamorte di Morosini, non mi associo alle considerazioni qualunquistiche circa l'opportunita o meno da parte della Lega di sospendere tutte le manifestazioni sportive, per cui condivido la scelta. Quello che biasimo è il comportamento dei vigili urbani che hanno pensato bene con la loro tracottanza di posteggiare la propria vettura chiudendo anche a chiave, davanti alla porta di sicurezza, inoltre l'ambulanza dovrebbe sostare ai lati del rettangolo di gioco, come avviene quasi in tutti gli stadi, non è che ciò avrebbe evitato la tragedia, purtroppo.

ric42

Dom, 15/04/2012 - 09:57

esprimo tutto il mio cordoglio per lamorte di Morosini, non mi associo alle considerazioni qualunquistiche circa l'opportunita o meno da parte della Lega di sospendere tutte le manifestazioni sportive, per cui condivido la scelta. Quello che biasimo è il comportamento dei vigili urbani che hanno pensato bene con la loro tracottanza di posteggiare la propria vettura chiudendo anche a chiave, davanti alla porta di sicurezza, inoltre l'ambulanza dovrebbe sostare ai lati del rettangolo di gioco, come avviene quasi in tutti gli stadi, non è che ciò avrebbe evitato la tragedia, purtroppo.

AlFa 46

Dom, 15/04/2012 - 10:01

Ma nessuno si accorge che sotto la questione ci sono i soldi di Sky,della Rai etc...... piu partite, piu corse , piu pillole,piu allettamenti,piu voglia di mostrarsi, in nome di uno sport in mano ad incapaci e corvi del dio quattrino. Campionati,selezioni, coppe,coppine e coppette,che di valore ormai non ne hanno nessuno ormai,basta accendere il tifo e vendere magliette,perche le icone a questo servono,come un Totti che fa un gol in 7 mesi e divenda una icona.Il doping dilaga ma il silenzio è atroce ,per favore dite a questo mondo che fa schifo,e non poco.

AlFa 46

Dom, 15/04/2012 - 10:01

Ma nessuno si accorge che sotto la questione ci sono i soldi di Sky,della Rai etc...... piu partite, piu corse , piu pillole,piu allettamenti,piu voglia di mostrarsi, in nome di uno sport in mano ad incapaci e corvi del dio quattrino. Campionati,selezioni, coppe,coppine e coppette,che di valore ormai non ne hanno nessuno ormai,basta accendere il tifo e vendere magliette,perche le icone a questo servono,come un Totti che fa un gol in 7 mesi e divenda una icona.Il doping dilaga ma il silenzio è atroce ,per favore dite a questo mondo che fa schifo,e non poco.

Holmert

Dom, 15/04/2012 - 10:43

La morte improvvisa può sorprendere chiunque,ovunque in qualsiasi frangente. A casa è morto l'allenatore die portieri del Pescara calcio,Mancini,all'improvviso, un colpo secco. Ce ne sono tanti,non per questo le morti per cause cardiovascolari sono al primo posto in Italia e nel mondo. Ci disperiamo,ce la prendiamo con i soccorsi,con gli accertamenti medici per avere licenza di giocare agonisticamente e quant'altro. Certo la morte di un atleta "apparentemente" prestante,lascia attoniti e rattrista,ma gli umani non sono immortali,dobbiamo fare i conti con la grande falce,sempre in agguato. A vivere ci vuole tanto a morire basta un niente. Certo ,prima di decretare un paziente morto è necessario avere fatto tutto il possibile per salvarlo.E' stato fatto? Era pronto il defibrillatore? E' stato sùbito intubato ed ossigenato? L'ambulanza,oltre al ritardo, aveva il rianimatore a bordo o era solo un mezzo di trasporto? Chi può risponda.

Holmert

Dom, 15/04/2012 - 10:43

La morte improvvisa può sorprendere chiunque,ovunque in qualsiasi frangente. A casa è morto l'allenatore die portieri del Pescara calcio,Mancini,all'improvviso, un colpo secco. Ce ne sono tanti,non per questo le morti per cause cardiovascolari sono al primo posto in Italia e nel mondo. Ci disperiamo,ce la prendiamo con i soccorsi,con gli accertamenti medici per avere licenza di giocare agonisticamente e quant'altro. Certo la morte di un atleta "apparentemente" prestante,lascia attoniti e rattrista,ma gli umani non sono immortali,dobbiamo fare i conti con la grande falce,sempre in agguato. A vivere ci vuole tanto a morire basta un niente. Certo ,prima di decretare un paziente morto è necessario avere fatto tutto il possibile per salvarlo.E' stato fatto? Era pronto il defibrillatore? E' stato sùbito intubato ed ossigenato? L'ambulanza,oltre al ritardo, aveva il rianimatore a bordo o era solo un mezzo di trasporto? Chi può risponda.

sulin

Dom, 15/04/2012 - 11:32

Condoglianze alla famiglia di Morosini e a tutti i suoi cari. Non intendo macchiare l'immagine di Piermario nel modo più assoluto, ma io andrei a fare una bella autopsia per vedere se prima della partita non gli abbiano infilato qualche ago in un braccio...........di più, visto che ormai le dosi si sprecano ovunque, perchè non li fate orinare tutti dopo ogni partita? iniziate dai pulcini, non si sà mai, potremmo avere tante sorprese.......

sulin

Dom, 15/04/2012 - 11:32

Condoglianze alla famiglia di Morosini e a tutti i suoi cari. Non intendo macchiare l'immagine di Piermario nel modo più assoluto, ma io andrei a fare una bella autopsia per vedere se prima della partita non gli abbiano infilato qualche ago in un braccio...........di più, visto che ormai le dosi si sprecano ovunque, perchè non li fate orinare tutti dopo ogni partita? iniziate dai pulcini, non si sà mai, potremmo avere tante sorprese.......

sulin

Dom, 15/04/2012 - 11:32

Condoglianze alla famiglia di Morosini e a tutti i suoi cari. Non intendo macchiare l'immagine di Piermario nel modo più assoluto, ma io andrei a fare una bella autopsia per vedere se prima della partita non gli abbiano infilato qualche ago in un braccio...........di più, visto che ormai le dosi si sprecano ovunque, perchè non li fate orinare tutti dopo ogni partita? iniziate dai pulcini, non si sà mai, potremmo avere tante sorprese.......

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 15/04/2012 - 12:51

#28 gbsirio_1962 La macchina dei vigili era solo UNA delle QUATTRO parcheggiate davanti all'ingresso, tanto per la precisione. Bisognerebbe solo capire perchè nessuno le fa rimuovere quelle macchine. In ogni modo, il medico che lo ha visto per primo ha detto che era già morto quando ha toccato terra, quindi non sarebbe cambiato niente. #31 eglanthyne il defibrillatore c'era, ma bisognerebbe anche aperlo usare, magari!

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 15/04/2012 - 12:51

#28 gbsirio_1962 La macchina dei vigili era solo UNA delle QUATTRO parcheggiate davanti all'ingresso, tanto per la precisione. Bisognerebbe solo capire perchè nessuno le fa rimuovere quelle macchine. In ogni modo, il medico che lo ha visto per primo ha detto che era già morto quando ha toccato terra, quindi non sarebbe cambiato niente. #31 eglanthyne il defibrillatore c'era, ma bisognerebbe anche aperlo usare, magari!

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 15/04/2012 - 12:51

#28 gbsirio_1962 La macchina dei vigili era solo UNA delle QUATTRO parcheggiate davanti all'ingresso, tanto per la precisione. Bisognerebbe solo capire perchè nessuno le fa rimuovere quelle macchine. In ogni modo, il medico che lo ha visto per primo ha detto che era già morto quando ha toccato terra, quindi non sarebbe cambiato niente. #31 eglanthyne il defibrillatore c'era, ma bisognerebbe anche aperlo usare, magari!

Ritratto di romy

romy

Lun, 16/04/2012 - 16:47

Volevo evitare di soffermarmi su questa disgrazia,ma non è stato possibile,e con le lacrime agli occhi,prego il Signore che ti abbia in Gloria,ciao Piermario.

Ritratto di romy

romy

Lun, 16/04/2012 - 16:47

Volevo evitare di soffermarmi su questa disgrazia,ma non è stato possibile,e con le lacrime agli occhi,prego il Signore che ti abbia in Gloria,ciao Piermario.