Calciopoli, Moggi: "Nulla da farmi perdonare"

L'ex dg bianconero risponde, al Giornale.it, alle parole di "riabilitazione" di Andrea Agnelli

“Rappresenta una parte importante della nostra storia. Siamo il Paese del cattolicesimo, quindi possiamo perdonare la gente”. Andrea Agnelli, dopo otto anni, "perdona" Luciano Moggi. L'ex direttore generale e deus ex machina della Juventus dal 1994 al 2006 ha formato insieme ad Antonio Giraudo (amministratore delegato) e Roberto Bettega (vicepresidente) la triade che ha tinto di bianconero dodici campionati (di cui due revocati), una Champions League, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa Europea, una Coppa Intertoto, quattro Supercoppe Italiane e una Coppa Italia. Trionfi che l’attuale presidente juventino non ha dimenticato, nonostante alla vigilia della cavalcata azzurra al Mondiale in Germania la Vecchia Signora e la sua dirigenza siano state l’ipocentro del terremoto di Calciopoli. E la Juve è finita – con penalizzazione – in Serie B (dopo aver rischiato la C). Le dichiarazioni di Agnelli sono arrivate in occasione dell’incontro “Il futuro del calcio nel Paese del calcio” alla Triennale di Milano con Simon Kuper, giornalista del Financial Times.

E Moggi come ha preso le parole del numero uno bianconero? IlGiornale.it gliel’ha chiesto e lui, criptico come sempre, ha risposto: “Quando uno ti dice che fai parte della storia della Juventus non può che farti piacere, soprattutto se a dirlo è uno come lui, che sa perfettamente il lavoro che è stato fatto”. “Abbiamo sbagliato e pagato. Altri hanno sbagliato come noi e ne sono usciti con uno scudetto in tasca. Non ci si può dimenticare di questo”, ha detto Andrea Agnelli e Moggi rispolvera il non sopito orgoglio bianconero attaccando l’Inter, che si è cucita sul petto quello scudetto: “Gli scudetti si vincono veramente sul campo, come abbiamo fatto noi. Una squadra che finisce a tanti punti di distanza non può vincere, soprattutto se poi andiamo a vedere quale sia la posizione dell’Inter: basta seguire il processo della querela al figlio di Facchetti…”. Il finale è in pieno stile Moggi: Agnelli l’ha sì perdonato, ma lui comunque dice: “Non ho niente da perdonare a nessuno e nessuno ha niente da perdonare a me”.

Commenti

gio 42

Mer, 03/12/2014 - 16:14

Buonasera, ma perché il paese del "cattolicesimo????" (frequenza nelle Chiese 5/6%) continua a dar voce a questi signori? Li in mezzo non c'è gente che ha patteggiato? Non c'è gente che è uscita di scena senza farsi più sentire? Si noti bene il mio non è un voler giudicare, ma la richiesta, se è possibile e non chiedere troppo, di un sano comportamento da persone coerenti e civili. E il tifo non centra nulla.Saluti

paspas

Mer, 03/12/2014 - 17:37

Ne la Juve ne' Moggi hanno qualcosa da farsi perdonare. Dovrebbero essere l'Inter e simili a chiedere perdono.

Atlantico

Mer, 03/12/2014 - 17:41

Moggi è stato condannato in via definitiva, è l'emblema della frode sportiva anche se ad onor del vero non ha cominciato alla juve ma moltissimi anni prima al Torino quando mandava signorine 'estroverse' dagli arbitri di coppa la sera prima di giocare. Spero che la frase "processo della querela al figlio di Facchetti" sia stato un errore di stampa causato dalla malizia di Moggi, perchè il processo vede lui imputato per DIFFAMAZIONE su querela della famiglia Facchetti, come già anni prima l'arbitro De Sanctis che poi chiese scusa con una lettera aperta alla famiglia per non vedersi condannato ad un sostanziosissimo indennizzo: personalmente sarei stato molto meno accomodante della signora Facchetti e dei suoi magnifici figli. Spero che con Moggi lo siano meno perchè questo individuo è in perfetta malafede e non merita nulla.

Atlantico

Mer, 03/12/2014 - 17:51

paspas, purtroppo per quelli come te i magistrati hanno condannato e sanzionato la juve e Moggi. Ma si sa che in Italia, per una certa genìa di persone come te, le condanne sono come le medaglie al valor civile. E tu certamente ne sei fiero, si capisce al volo ... :-))

Dany

Mer, 03/12/2014 - 18:03

Per le stesse cose imputate a Moggi dentemarcio cioè il fratello scemo di Gianmarco ha avuto uno scudetto

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 03/12/2014 - 18:06

No, nulla. Non c'entra nulla. Come nulla ha fatto schettino, come reina toto', come Greganti, come tanti altri. In Italia e' un must, negare l'evidenza. E poi ci chiediamo perché facciamo schifo e non siamo credibili agli occhi degli stranieri, la risposta la trovate qui.

Giovy99

Mer, 03/12/2014 - 18:12

Moggi come CRAXI...

scipione

Mer, 03/12/2014 - 18:18

Moggi,un po' di coerenza. Non stanno insieme le due affermazioni : 1)! Abbimo SBAGLIATO E PAGATO; 2 )NON HO NIENTE DA PERDONARE A NESSUNO E NESSUNO HA NIENTE DA PERDONARE A ME.Che stridore! La solita ipocrisia iuventina .

Mobius

Mer, 03/12/2014 - 18:20

Moggi è stato condannato? Se è solo per questo... e Berlusconi, allora? Voglio dire, i giudici farlocchi ci possono essere anche nello sport.

Kamen

Mer, 03/12/2014 - 18:27

E' oggettivamente dimostrabile che negli ultimi trent'anni (periodo da me controllato e verificato) gli episodi favorevoli alla Juventus sono nettamente inferiori rispetto a quelli favorevoli a Inter,Milan e Roma.Ai trinariciuti neroazzurri ricordo che il percorso nell'ultima Coppa dei Campioni vinta si sarebbe dovuto interrompere ai quarti di finale,ma....

linoalo1

Mer, 03/12/2014 - 18:31

Come sempre,i soliti Giustizialisti Sinistrati,debbono aprire bocca solo perché ce l'hanno ed anche perché,i presuntuosi,pensano sempre di sapere la verità su tutto!Classico dei Comunisti!Moggi colpevole od innocente?Per i Sinistrati è,senza dubbio,colpevole!Per me,invece,è innocente!Voleva solo divertirsi un po' in questa vita piatta!Un po' come in yyyyyyyyyyhuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuhjuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu Come sempre,i soliti Giustizialisti Sinistrati non perdono l'occasione per aprire la bocca a sproposito!Loro,sono convinti di essere i soli a conoscere la verità su tutti i fatti!Classico degli Ignorantoni Sinistrati!Moggi,per loro,è,senza dubbio,colpevole!Per me,invece è innocente!Voleva solo divertirsi un po' in questo Mondo piatto!Un po',come i protagonisti di Amici Miei!E lo ha dimostrato quando ha chiuso a chiave,un arbitro,in uno spogliatoio!Lino.

Mr Blonde

Mer, 03/12/2014 - 18:52

tranquillo luciano un posto in parlamento prima o poi non te lo leva nessuno

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Mer, 03/12/2014 - 19:00

concordo con paspas. in questi giorni si celebra il processo che vede imputato facchetti (purtroppo non quello morto che brucia simpaticamente all'inferno) e il resto della compagnia delinquenziale. ci sarà tanto da ridere alla fine, con tutto quello che sta uscendo dalle carte e dalle testimonianze.

scipione

Mer, 03/12/2014 - 20:45

Kayleigh,mi perdoni,ma non la trovo molto ...a posto: dopo l'affermazione per cui ,come elettrice di centrodestra, voterebbe volentieri Emiliano PD e in situazione di ILLEGALITA',ora afferma..." si celebra il processo che vede imputato Facchetti"..Guardi che l'imputato e' Moggi,querelato da Facchetti per diffamazione.Stia serena.

WSINGSING

Mer, 03/12/2014 - 21:01

Quando leggo qualcosa di Moggi non posso fare a meno di ricordare quell'enorme striscione che venne esibito nello Stadio la domenica seguente alla pubblicità dello scandalo, ove era scritto: "MOGGI SANTO SUBITO!!!!)

paspas

Mer, 03/12/2014 - 21:20

Sono fiero di essere Juventino dalla nascita. Non credo nella giustizia Italiana ne' civile ne' sportiva. Ha pagato la Juve ma gli scudetti li contiamo tutti senza vergognarci. Non siamo capaci di gioire per uno scudetto vinto a Tavolino e.....che tavolino.......puzza puzza puzza

paspas

Mer, 03/12/2014 - 21:23

Stenos. Non siamo credibili agli starnieri perche i comunisti ci hanno rovinato con la magistratura rossa.

giovauriem

Gio, 04/12/2014 - 08:20

"moggi : nulla da farmi perdonare" luciano dice la verità , ha sempre pagato(con i soldi degli agnelli) e ringraziato tutti.

wally67

Gio, 04/12/2014 - 08:29

ma noi interisti (e non soli) lo abbiamo perdonato da tempo: come si fa a voler male a una persona che ci ha fatto vedere bettega piangere dal dispiacere, che ci ha portato tutti a credere nella giustizia divina portando la juve in b, che ci ha regalato campioni come vieira e ibra a costo zero facendo aprire un ciclo all0inter culminato col triplete che la juve può solo sognarsi ? dovremo tutti appendere un'immaginetta di moggi con la scritta grazie ......

Alessio2012

Gio, 04/12/2014 - 08:36

In un altro paese per quello che è successo a Moggi sarebbe scoppiato il finimondo. Qui succede il contrario: la gente si scandalizza per Moggi, e fa il gioco dei giudici comunisti, che così sono tranquilli. Aveva ragione quell'uomo lì, sulla croce, condannato al posto di Barabba.

cicero08

Gio, 04/12/2014 - 09:26

Negli ultimi 20 anni, da Tavecchio in giù o da Tavecchio in su, non c'è dirigente calcistico, ma anche del CONI (specie sul doping)che abbia saputo rispettare interamente i principi regolamentari o che abbia obbedito in toto ai principi etici in generale o di etica sportiva in particolare. Presidenti, direttori, procuratori ed atleti, tutti a fare esercizio di furbizia per fregare amici e concorrenti, tutti hanno comportamenti piccoli o grandi da farsi perdonare. Il perdono dovrebbe essere generale (amnistia) ma ripartendo da altre basi per far emergere fin da subito i comportamenti truffaldini.