Accordo con il City, Jovetic all'Inter. La firma è vicina

Rummenigge gela la Juve su Goetze, la Signora si concentra su Draxler. Roma-Salah, stretta finale

Jovetic e Juventus, un amore mai tramontato

Nel mondo del calciomercato, di telenovele ce ne sono sempre tante. Ma, a differenza di quanto accade sui piccoli schermi, quelle relative al mondo del pallone finiscono. E che gli attori siano Salah, Draxler, Gotze o Jovetic, l'idea è quella di chiudere a breve giro per potersi presentare al via del campionato nella migliore condizione possibile.

Questo è proprio quello che chiede all'Inter Roberto Mancini, che con la testa è già proiettato al derby contro il Milan di domani ma aspetta notizie dal fronte mercato per sapere su quanti e quali giocatori fare affidamento. La prima telenovela che si chiuderà è quella legata a Stevan Jovetic: il tecnico jesino vide per la prima volta il montenegrino proprio il 24 luglio del 2007, quando a Riscone l'Inter batté il Partizan Belgrado in amichevole. Ausilio e Mancini furono subito attratti da questo giocatore, che allora non aveva ancora 18 anni, tanto che il tecnico provò a portarlo anche al City. Ora, il percorso inverso: i Citizens hanno accettato l'offerta dei nerazzurri (15 milioni di euro complessivi per il prestito e il riscatto), si aspetta solo l'ufficialità. Rimangono in piedi le altre due trattative per Shaqiri e Perisic: il Wolfsburg non ha bisogno di vendere per far cassa, ma la volontà del giocatore ha pesato molto sulla trattativa, ormai in dirittura d'arrivo anch'essa.

Altra telenovela finita quella di Arturo Vidal, ormai ufficialmente un giocatore del Bayern Monaco, mentre rimangono in piedi le ipotesi Gotze e Draxler: non c'è certezza sul futuro del primo, che ieri ha ricevuto un invito a rimanere direttamente da Rumenigge. E se un'istituzione come lui si lancia in un messaggio del genere, vuol dire che una minima preoccupazione sul fatto che possa andare via c'è. La Juve, però, è maggiormente focalizzata su Draxler: è una trattativa più semplice, meno onerosa e c'è maggior convinzione da parte del giocatore. Si continua a trattare: lo Schalke chiede 30 milioni, la Juventus ne ha offerti 20. I tempi non saranno necessariamente stretti, non c'è fretta di chiudere in quanto Allegri, per la Supercoppa italiana, non intende schierarlo e sta già lavorando con gli effettivi a disposizione.

A Napoli sperano che oggi possa finire un'altra telenovela, quella di Davide Astori. La trattativa ha subito un rallentamento nella serata di mercoledì ancora una volta per i soliti vincoli contrattuali sui diritti d'immagine. Il giocatore visionerà di nuovo oggi il contratto di 96 pagine: il rischio che non si chiuda la trattativa sembra minimo, visto che c'è la volontà del Napoli di portare il giocatore, del Cagliari di cederlo e dello stesso Astori di arrivare in azzurro. Alla fine il difensore terrà per sé solo gli introiti derivanti dallo sponsor delle sue scarpe, come fatto a suo tempo da Gabbiadini.

Anche a Roma, quanto a telenovele, non stanno messi male. Ma anche qui l'epilogo sembra prossimo. Mohamed Salah ha un accordo con i giallorossi da diverso tempo e il club si è avvicinato molto alle richieste del Chelsea: gli inglesi chiedono 25 milioni, l'offerta di Sabatini è di 2 per il prestito e 20 per il riscatto. Il giocatore, intanto, su twitter ha rilanciato: «Pronti a cambiare la foto del profilo».

Infine c'è sempre lui, Antonio Cassano: la trattativa con la Sampdoria per ora è congelata, se ne riparlerà dopo il turno preliminare di Europa League. Se Zenga cambierà idea.