Chievo show con Paloschi E il Genoa esce tra i fischi

Un Chievo corsaro vince e convince: doppietta di Paloschi al Ferraris. Genoa troppo rinunciatario e mai veramente in partita

Un Chievo corsaro vince e convince: 2-0 al Ferraris, grazie alla doppietta di Alberto Paloschi messa a segno nella seconda frazione di gioco, contro un Genoa troppo rinunciatario e mai veramente in partita. Gasperini, alla ricerca del sesto risultato utile consecutivo in campionato, conferma il 3-4-3 con Iago Falque, Perotti e Niang a comporre il tridente offensivo dei rossoblù. Sponda clivense, Maran, che cerca preziosi punti salvezza lontano dalle mura amiche del Bentegodi, opta per il 4-4-2, con Schelotto e Birsa ad agire sulle fasce di centrocampo e Meggiorini-Paloschi a caricarsi il peso dell’offensiva veneta.

La prima occasione della gara non tarda ad arrivare e, al 12’, Cesar, servito da Schelotto, da ottima posizione si coordina male consegnando la rimessa dal fondo ai padroni di casa, che tirano un sospiro di sollievo. Gli ospiti ci credono e un minuto dopo è Meggiorini, su conclusione dalla media distanza, a costringere Perin all’intervento per evitare la rete dello svantaggio. Al 27’, la prima occasione da rete del Grifone: Iago Falque serve alla perfezione l’inserimento in area di Perotti, che da ottima posizione conclude a giro con il destro, spedendo il pallone sopra la traversa. I padroni di casa provano ad alzare il ritmo del gioco, ma è bravo e ben organizzato il Chievo che argina nel migliore dei modi l’offensiva genoana, mantenendo lo 0-0 fino alla fine della prima frazione di gioco. Al ritorno dagli spogliatoi, Maran lascia invariato il suo undici, mentre Gasperini prova a dare una svolta alla partita e manda in campo Borriello, al suo esordio in questa stagione, per Bergdich.Il Chievo non si lascia intimorire e, al 4’, trova la rete del vantaggio con Paloschi che, servito da Meggiorini sul filo del fuorigioco, davanti a Perin non sbaglia mettendo a segno l’1-0 clivense.