Colpo Bernardeschi. Tanta fatica a Cagliari ma la Signora c'è

La Juve vince tra le polemiche: gol segnato dopo un fallo e possibile rigore per i sardi

Il Napoli chiama, la Juventus risponde ma quanta fatica. Contro il Cagliari i bianconeri prima dominano, poi soffrono e alla fine vincono grazie a un episodio e alla tanta qualità a disposizione di Allegri. Una faticaccia, che permette ai bianconeri di rimanere l'unica vera antagonista del Napoli capolista con Inter e Roma che sembra giochino a chi fa meno. Si prospetta un duello avvincente fino alla fine tra le due squadre che, comunque, sembrano più solide e attrezzate. E questa Juve, anche quando non brilla, c'è sempre e non molla mai. Messaggio chiaro alla rivale diretta.

Juve in grande forma che ha conquistato 16 degli ultimi 18 punti a disposizione dopo aver battuto Napoli e Roma con l'unico pareggio contro l'Inter. Allegri sceglie una trequarti più tecnica e meno fisica, rinunciando a Mandzukic e lanciando dal primo minuto Dybala e Bernardeschi per supportare Higuain mentre in difesa Barzagli torna a giocare da terzino destro al posto di Lichtsteiner.

Il primo tempo, sommando le occasioni da rete è assolutamente in equilibrio. La Juve inizia molto forte e colpisce due pali. Prima è Dybala, all'ottavo minuto, a far tremare la traversa con una punizione dal limite quasi perfetta. Poi Bernardeschi colpisce in pieno il palo con un tiro a girare che raccoglie tanti applausi e molti rimpianti bianconeri. Sembra fatta per la Juve quando Benatia insacca su un cross di Pjanic ma il marocchino parte in posizione di fuorigioco e il gol è annullato. E il Cagliari? Non si scompone e continua a giocare il suo calcio fatto di fisicità e ripartenze e così mette i brividi alla Signora in due occasioni. E se si va al riposo sullo 0 a 0 il merito è tutto del polacco Szczesny. Il portiere dal nome quasi impronunciabile che Allegri ha designato come erede di Buffon, si supera in due occasioni. Al 25' è miracoloso nel riflesso sul colpo di testa di Pavoletti, poi si supera anche su Farias, deviando sul palo la botta da 5 metri dell'attaccante rossoblù.

Nella ripresa ti aspetti una Juventus più cattiva e determinata ma tre minuti e suona l'allarme rosso. Dybala scatta palla al piede, si blocca, si tocca la coscia destra e subito dopo chiede il cambio. L'entità del risentimento muscolare sarà valutata oggi ma è possibile uno stiramento i cui tempi di recupero saranno di qualche settimana. Una tegola per la Juventus e per Allegri che getta nella mischia Douglas Costa. E proprio la freschezza e la qualità del brasiliano alla fine sono decisivi. Sono 29 i minuti nella ripresa quando l'esterno ex Bayern Monaco salta tutti sulla destra e crossa per Bernardeschi che da pochi passi realizza il vantaggio bianconero. La qualità della rosa bianconera, la bravura di Allegri nel gestirla e anche un po' di fortuna, ancora una volta fanno la differenza. Ma sono tante le polemiche perché l'azione del gol è nata e si è sviluppata con Pavoletti a terra per un colpo nell'azione precedente. Calvarese fa proseguire, la Juve gioca, l'arbitro non ferma l'azione, nessuno la butta fuori e arriva il gol tra le proteste. Proteste che esplodono anche 4 minuti più tardi quando Bernardeschi tocca con un braccio in area un cross di Padoin ma anche in questo caso Calvarese lascia giocare senza nemmeno consultare il Var, Le immagini mostrano che il tocco c'è e il rigore non sarebbe stato uno scandalo.

Soffre, lotta, supera avversario, proteste e polemiche ma alla fine vince. La Signora c'è e ci sarà fino alla fine.

Commenti
Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 07/01/2018 - 09:59

Il Var ancora una volta funziona a corrente alternata!

OsservatoreMilanese

Dom, 07/01/2018 - 11:04

La CONSOB dovrebbe controllare quante azioni Juventus possiede l'arbitro Calvarese:) Surreale e presuntuoso il comportamento dell'arbitro.

frabelli1

Dom, 07/01/2018 - 12:08

Mai visto un arbitro così presuntuoso ed incapace. Non vede una poderosa gomitata contro l’attaccante cagliaritano che rimasto a terra non può partecipare all’azione dove la Juve, da gran signora del calcio non butta fuori la palla e segna. In quindici contro dieci. C’è di più, poco dopo non vede un clamoroso fallo di mano in area e non interpella il Var. Pensar male si fa peccato, però...

COSIMODEBARI

Dom, 07/01/2018 - 12:47

E quando c'è la Signora la Var non c'è e se c'è, come c'è viene vista con gli occhi di Varopoli....

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 07/01/2018 - 13:38

Forse sarebbe stato più corretto un'altro titolo del suo articolo caro Basile; ad esempio: Scandaloso il sacrosanto rigore non assegnato al Cagliari. La Juve intasca i tre doni da "Signora" d-alla "Befana".

bobots1

Dom, 07/01/2018 - 13:41

Sarei curioso di sapere perchè l'arbitro non ha consultato la var. Eppure ci deve essere una giustificazione...se no si può pensar male...ed essendoci di mezzo la Juventus a pensar male non si fa peccato!

hellas

Dom, 07/01/2018 - 18:12

Confermo quanto ho scritto a proposito della Juventus alcuni giorni fa, in occasione della vergognosa direzione di gara di Doveri nel derby di coppa, e che tale Bracco mi ha contestato dandomi del rosicone : non sono tifoso del Torino, né del Caglari, squadre che comunque rispetto, ma porcherie a favore della Juve ne vedo da quando seguo il calcio, cioè 46 anni... Alcune indimenticabili e scandalose ! La Juve è il tumore che sta divorando il calcio italiano, il sistema non riesce ad espellere questo tumore, devono reagire tutte le altre società della Lega, buttare fuori la Juve, o uscire tutti lasciandoli soli a giocare i loro campionati falsati e mafiosi

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 08/01/2018 - 09:00

io non voglio parlare della var e di calvanese(cognome campano)che se annullava il gol della rubentus ci sarebbe stata un'altra "spedizione dei mille"...pseudogiornalisti contro l'arbitro che tifa napoli e danneggia i nerobianchi. vorrei parlare delle "verità" che proclama la squadra torinese, secondo loro(!?) quella squadra ha più tifosi di tutte le squadre italiane,come mai su 6 post(escluso il mio) su questo giornale(e anche su tutti gli altri, escluso "tutto sport" e "gazzetta dello sport" che sono giornali foraggiati dalla "sacra famiglia") tutti sono contro la squadra degli agnelli ? le possibilità sono due, o i rubentini sono tutti analfabeta oppure la classifica è truccata ! mi fermo qui, senza parlare dei bilanci.