Conte svela: "Stavo per lasciare il Chelsea"

Conte ha ammesso che ha avuto dei tentennamenti: "Senza la mia famiglia e devo essere onesto: è stata molto dura per me e per i miei cari"

Antonio Conte ha da poco adeguato il suo contratto con il Chelsea. Roman Abramovich gli ha riconosciuto un ingaggio molto più elevato, in virtù della conquista della Premier League, ma non gli ha allungato la durata dell'accordo. Il tecnico leccese si è detto felice del rinnovo ma ha ammesso come abbia avuto un momento di tentennamento. Ecco le sue parole al Mail on Sunday: "Dopo una stagione pesante è davvero importante guardare indietro, vedere com'è andata la stagione e riflettere. È stata la mia prima esperienza in Inghilterra, un nuovo Paese senza la mia famiglia e devo essere onesto: è stata molto dura per me e per i miei cari. Quando vinci, pensi che tutto sia semplice, ma non è così".

Conte è stato corteggiato a lungo dall'Inter che ha poi desistito puntando su Luciano Spalletti. L'ex tecnico della Juventus ha poi continuato: "Ho scelto di continuare al Chelsea perché abbiamo trovato un modo comune di vedere il futuro. Il Chelsea è un grande club, ma non possiamo commettere errori, sarebbe pericoloso. Dobbiamo migliorare e crescere per costruire qualcosa d'importante. Il mio rapporto con il numero uno del club? Per ogni manager è importante poter esprimere le proprie idee e per costruire solide fondamenta serve la fiducia del club. Ho sempre voluto continuare questo progetto con il Chelsea e per ciò ho deciso di rinnovare il contratto".