Croazia sotto la lente Uefa. I tifosi minacciano "Arriviamo"

Su una pagina Facebook gli ultrà della Croazia annunciano: "Arrivano i rinforzi". La Uefa intanto valuta come sanzionare la Federazione croata dopo gli scontri di venerdì scorso

Le minacce di squalifica della loro nazionale da Euro 2016 non hanno sortito effetti sui tifosi della Croazia. Che anzi rilanciano: "C'è un nuovo piano, arrivano rinforzi da Zagabria". Il messaggio, corredato da una pianta dello stadio di Bordeaux, è apparso sulla pagina Facebook del gruppo ultrà di Spalato "Torcida Split 1950".

Nell'avveniristico Nouveau Stade de Bordeaux martedì alle 21 la nazionale croata sfiderà la Spagna, in una partita decisiva per il girone D (e che interessa molto anche all'Italia di Antonio Conte).

Un pareggio basterebbe alla nazionale guidata da Ante Čačić per passare il turno. Ma a questo punto tutto potrebbe essere vanificato dalle frange più estreme del tifo organizzato croato.

La Uefa apre un procedimento sulla Croazia

La Uefa intanto ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti della Federazione croata dopo i fatti avvenuti venerdì durante la partita contro la Repubblica Ceca. Alcuni tifosi croati avevano lanciato fumogeni e petardi in campo, colpendo uno steward e costringendo l'arbitro a sosprendere il match. L'Unione europea del calcio si unirà nei prossimi giorni per decidere come sanzionare la Federazione croata.

Commenti

paolonardi

Sab, 18/06/2016 - 19:29

Fuori subito e per un lungo periodo finche' gli arroganti delinquenti non abbiano abbassato la cresta.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Dom, 19/06/2016 - 07:30

Si vuole eliminare la Croazia a tutti i costi con rigori inesistenti e altre mancanze? Che cosa si aspettano, che si mettano a ringraziarli. Siano più corretti e nulla accade.

linoalo1

Dom, 19/06/2016 - 08:29

Ma i cattivi,non erano i Russi????

angelovf

Dom, 19/06/2016 - 08:58

Perché sanzionare le società, piuttosto far pagare in carcere chi commette atti vandalistici, fate come fece la Polonia mise in galera i nostri tifosi, e per me fece bene, e se lo farebbero tutti sarebbe una vittoria per lo sport, perché questi non sono tifosi sportivi, sono delinquenti provocatori.