Dani Alves si presenta: "Juventus, è ora di vincere la Champions"

Dani Alves si presenta alla Juventus e parla da leader. Il brasiliano ha sottoscritto un contratto biennale da 3,5 milioni di euroa stagione

Daniel Alves è ufficialmente un giocatore della Juventus. Il laterale brasiliano ha sottoscritto un contratto biennale, fino al 30 giugno del 2018, con opzione di un anno in favore del club di Corso Galileo Ferraris. Il 33enne ex Barcellona percepirà un ingaggio da 3,5 milioni di euro netti all’anno più bonus e oggi si è finalmente presentato ai suoi nuovi tifosi: "Ho scelto la Juventus perché mi piace sognare, sognare squadre grandi, sognare insieme ai grandi giocatori e penso che la Juve abbia un grande sogno che io voglio condividere e cercare di renderlo una realtà. Il club non vince la Champions League da molti anni, è un titolo al quale ambisce da tanto tempo e dopo anni di dominio in Italia ha voglia di farlo anche in Europa. Qui ci sono dei calciatori importanti, la Juventus ha una grande storia e io ne voglio far parte. Non so cosa manchi alla Juve per la Champions, potrò avere un'opinione a riguardo da qui in avanti. E' una competizione importante, dove bisogna giocare bene, non basta avere dei buoni giocatori, ma bisogna saperla affrontare nel modo giusto. Sicuramente se ci manca qualcosa, a partire da adesso cercheremo di scoprire che cos'è e di risolvere questa situazione".

Il neo acquisto della Juventus ha poi parlato di Allegri, Pogba, Mascherano e del suo record di titoli: "Allegri? Ho parlato con lui, ma in realtà non abbiamo ancora approfondito cosa si aspetti da me, però posso immaginarlo- Ci sono state altre squadre che mi hanno contattato, ma una delle cose che mi ha convinto a venire alla Juventus è stato il fatto che studiano in maniera mirata i calciatori da prendere e se mi hanno scelto pensano che sia all'altezza. Pogba? Credo che sia davvero un giocatore importante. Salvo qualche novità straordinaria dell'ultimo momento penso che lo avrò come compagno e sarà un grande onore giocare con un giocatore di questo livello. Mascherano? Javier è uno dei giocatori con i quali ho maggior rapporto. Sarebbe un onore giocare con lui anche qui, sono un suo fan incredibile. E se potessi condividere quest'anno con lui sarebbe grandioso, ma sicuramente non dipende da me, dipende da lui e dagli interessi della Juventus. Il mio record di titoli? Onestamente vivo alla giornata, non voglio che questo diventi l’ossessione, voglio aiutare la mia squadra a vincere e mi auguro che tutti si divertano. Poi se riesco a fare tutto bene, se andrà tutto come deve andare, arriveranno tutti quei risultati senza che uno se ne accorga”.