Disastro Andujar, doppietta di Zapata. Il Napoli fa allenamento con il Catania

Catania - Il Catania ha giocato, il Napoli ha segnato.

Quattro gol con Andujar sempre colpevole. Non esce sul centro di Callejon azionato da Hamsik per l'1-0 di Zapata, si abbatte maldestramente su Legrottaglie per il 2-0 di Callejon, si prende un destro di Henrique che in tempi normali vale un paio di mesi di riposo per manifesto stato confusionale, infine, a pochi minuti dall'intervallo, consente a Zapata una personalissima doppietta con tunnel fra le sue gambe. Campionario completo, peccato perché aveva iniziato bene respingendo un sinistro di Insigne e una punizione di Dzemaili. E poi perché davanti i suoi connazionali argentini hanno colpito due traverse con Keko e Barrientos.

Una sconfitta pesantissima per la squadra di Pulvirenti, che lentamente scivola in B. Da ieri neppure così lentamente, quattro gol sono tanti, incidono sul morale e lasciano pochi margini alla speranza. Il Napoli poteva segnarne il doppio nonostante Guarin in panchina accanto a Pandev. Ma è cresciuto Marek Hamsik, ha giocato in posizione più avanzata e ha messo il piede in quasi tutte le azioni offensive. Il Catania si è svegliato tardi, dopo sette minuti della ripresa Monzon ha accorciato su respinta di Reina, alla mezz'ora Gyomber ha infilato di testa. Restano otto giornate, il Napoli tiene a distanza la Fiorentina e resta in scia Roma.