El Paìs ora difende Rossi

Il quotidiano spagnolo attacca un certo patriottismo miope iberico e ricorda: il circo della motoGp fa profitto "grazie a un tal Valentino"

Dopo i giorni della crocefissioni, adesso dalla Spagna si leva una voce fuori dal coro. Rossi-Marquez la questione, il casus belli tra Italia e Spagna più complicato della storia dello sport, quantomai nel vivo a sei giorni dal Gran Premio di Valencia, ultima gara del mondiale 2015. “E se Rossi avesse una difesa?”, titola oggi a sorpresa in un editoriale il prestigioso quotidiano iberico, che non prende le parti di Valentino, no, ma quantomeno si fa venire un dubbio. E pure bello grosso. L’editorialista se la prende soprattutto contro un certo patriottismo spagnolo, contro quelli che hanno tacciato di disamore per il Paese chi in questi giorni non ha difeso abbastanza Marquez o non ha attaccato troppo Rossi, “compreso Rajoy”, il primo ministro. Ma critica anche chi ha paragonato il “calcio” di Valentino a Marc alla testata di Zidane a Materazzi nella finale Italia-Francia dei Mondiali di calcio 2006. Perché, nota, “ci sono differenze nel modo in cui sono state trattate le due questioni”.

In Spagna c’è chi, in questi giorni, ha letteralmente spogliato Valentino dell’aura del mito, mentre alla reazione del calciatore francese si portò subito “una giustificazione”, ovvero la provocazione in campo da parte di Materazzi. Ma nessun “sano di mente ha spogliato Zidane della condizione di mito”. Il fattaccio, considera l’editorialista, è stato separato dalla carriera. Con Valentino, lascia intuire, invece no. E poi, ancora, nella gara incriminata della Malesia, il comportamento di Marquez di disturbo a Rossi è stato “non edificante”. In ultima analisi, ci si dimentica poi che tutto il circo della moto Gp va avanti con i profitti che ha grazie “a un certo Valentino Rossi”. Nell’editoriale si invita a non cadere in un moralismo da quattro soldi in nome del “viva la Spagna”. Non è dunque normale che molti considerino “normale che Marquez corra come corre, con il coltello tra i denti”. Un pezzetto di Spagna da oggi è meno anti-Vale.

Commenti

nunavut

Lun, 02/11/2015 - 20:01

Lo avevate in grande stima il giornale El Paìs quando sparava sempre ad alzo zero sul Berlusca ora non fa più il vostro affare sebbene Rossi abbia evaso come il Berlusca eppure era Italiano pure lui (il Berlusca) e per di + volevano influenzare l'opinione pubblica di un altro paese sovrano. Rendetevi conto come sono falsi, quando attaccano un loro concittadino ( anche se non del tutto innocente) lo difendono a spada tratta invece gli Italiani quando attaccavano un loro concittadino applaudivano.Poveri noi !!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 03/11/2015 - 13:39

#nunavut. ALLORA; SECONDO LEI BERLUSCONI HA EVASO SOLDI AL FISCO? É DOVE SONO LE PROVE DI QUESTO? NEI PROCESSI POLITICI INTENTATI DA 25 ANNI CONTRO BERLUSCONI?! MA LEI MI SÁ DIRE UNA COSA LO SA QUANTO HA PAGATO BERLUSCONI DI TASSE AL FISCO ITALIANI? 10,000 MILIONI DI EURO! CIOE 10 MILIARDI DI EURO! É ANCORA LUI PAGA TASSE PER MANTENERE DEGLI IDIOTI COMUNISTRONZI CHE PRENDONO LA PENSIONE IN ITALIA!É QUESTO MENTRE IL SUO COMPARE DEBENEDETTI DEVE ANCORA AL FISCO 350 MILIONI DI TASSE ARRETRATE! LEI QUESTO NON LO SA? OPPURE NON VUOL SAPERLO VERO?; SONO LE PERSONE COME LEI CHE ROVINANO IL NOSTRO PAESE; PERCHE LE PERSONE COME LEI SONO SEMPRE CIECHE DA UN OCCHIO!.