Euro 2016: andiamo alla scoperta dei 6 gironi

Europei 2016: andiamo alla scoperta dei sei gironi e delle 24 nazionali che prenderanno parte all'Europeo in Francia

Venerdì 10 giugno, alle ore 21, la Francia padrona di casa, di Didier Deschamps, fa il suo esordio contro la Romania del commissario tecnico Anghel Iordanescu.

Girone A / Albania, Francia, Romania e Svizzera

Il girone A si completa con la Svizzera dell’ex allenatore della Lazio Vladimir Petkovic e con la sorprendente Albania dell’italiano Gianni De Biasi che ha portato per la prima volta la nazionale albanese alla fase finale dell’Europeo. I galletti sono i grandi favoriti: la stella numero uno è Paul Pogba, ma attenzione anche ad Antoine Griezmann che ha fatto sfracelli con la maglia dell’Atletico Madrid. Romania e Svizzera, con ogni probabilità si contenderanno la seconda piazza con i rossocrociati leggermente favoriti e con tanti giovani talenti tra cui l’attaccante, classe 97, del Basilea Embolo. L’Albania, sulla carta, è la squadra materasso ma gli uomini di De Biasi daranno battaglia per dimostrare di non essere arrivati per sbaglio in Francia. Calendario girone A.

Girone B / Inghilterra, Russia, Slovacchia e Galles

Come il precedente anche il girone B ha una grande favorita: l’Inghilterra di Roy Hodgson ha finalmente la possibilità di fare la voce grossa. Sono tanti i giovani talenti della nazionale inglese: esperienza, talento e gioventù al servizio dell’ex allenatore dell’Inter: da Rooney a Cahill, passando per Sterling, Sturridge, Vardy e il capocannoniere della Premier League, l’attaccante del Tottenham Harry Kane. L’Inghilterra farà il suo esordio sabato 11 giugno alle ore 21 contro la Russia guidata dal ct Slutsky. La nazionale russa punta tanto sull’esperienza di diversi suoi interpreti e sulla compattezza: la seconda piazza non dovrebbe essere a rischio, anche se ci sono due nazionali “esordienti” all’Europeo come Slovacchia e Galles che spingono per mettere i bastoni tra le ruote alle due favorite del gruppo B. La nazionale slovacca può contare su calciatori del calibro di Skrtel del Liverpool e Marek Hamsik del Napoli, mentre la stella della nazionale gallese è mister 100 milioni: Gareth Bale. Calendario Girone B.

Girone C / Germania, Irlanda Nord, Polonia, Ucraina

Nel girone C, non dovrebbe avere assolutamente problemi a passare come prima della classe la Germania di Joachim Loew. I tedeschi sono reduci dalla vittoria del Mondiale nel 2014 e sono i grandi favoriti assieme alla Spagna e alla Francia. Thomas Mueller, Manuel Neuer, Toni Kroos, Mesut Ozil, Bastian Schweinsteiger e Sami Khedira, sono solo alcuni degli interpreti di una nazionale forte, compatta e completa in ogni reparto. I tedeschi giocheranno la loro prima partita contro l’Ucraina del ct Fomenko. La nazionale ucraina è molto fisica e poco tecnica, ma ha dalla sua l’esperienza e venderà cara la pelle. Chi, però, pare avere più chance di dare fastidio alla Germania è la Polonia di Robert Lewandowski. L’attaccante del Bayern Monaco è il fuoriclasse della nazionale allenata dal ct Nawalka. Il giovane Milik e l’esperto Glik sono giocatori che danno garanzie: il passaggio del turno non dovrebbe essere a rischio. Infine, c’è l’Irlanda del Nord che è al suo esordio nella fase finale dell’Europeo: gli uomini del ct Michael O’Neill punteranno tutto sul gruppo e sulla grinta non avendo giocatori particolarmente in grado di fare la differenza. Calendario Girone C.

Girone D / Croazia, Rep. Ceca, Spagna, Turchia

Forse, insieme a quello dell’Italia, è il girone più equilibrato. La Spagna di Vicente del Bosque, campione uscente, è naturalmente la favorita numero uno per chiudere il girone al primo posto e per la vittoria finale, ma sulla sua strada incontrerà tre nazionali agguerrite. In primis, c’è la Croazia del ct Cacic che può contare su un buon mix d’esperienze e tanta qualità soprattutto a centrocampo dove ci sono giocatori del calibro di Rakitic, Modric, Brozovic, Perisic e Kovacic. In attacco poi ci sono due ottimi bomber come Mario Mandzukic e Nikola Kalinic che non vedono l’ora di mettersi in mostra. Le Furie Rosse di del Bosque faranno il loro esordio contro la Repubblica Ceca, lunedì 13 giugno alle ore 15. La nazionale ceca del ct Vrba può contare su uomini del calibro di Cech, Rosicky e Plasil che sono lo zoccolo duro e gli uomini di maggiore esperienza. Infine, c’è la Turchia di Fatih Terim, capitanata da Arda Turan che non vuole affatto fare da sparring partner e si giocherà la qualificazione. Ricordiamo che a differenza delle edizioni precedenti non si qualificano solo le prime due di ogni girone, ma anche le 4 migliori terze classificate dei sei gironi. Calendario Girone D.

Girone E / Belgio, Italia, Irlanda e Svezia

Quello dell’Italia è un girone che dovrà essere affrontato con molta attenzione per non rischiare di incappare in brutte figure. Il raggruppamento non è dei più semplici, ma gli azzurri ce la possono fare e vista l’esperienza sono i favoriti per chiudere al primo posto. Buffon-Barzagli-Chiellini-De Rossi sono lo zoccolo duro dell’Italia che vinse il Mondiale nel 2006. Mancherà il talento, per scelta di Conte, di Andrea Pirlo e mancherà la qualità di calciatori del calibro di Claudio Marchisio e Marco Verratti, entrambi ai box per problemi fisici. La zona nevralgica del campo è stata falcidiata da guai di diversa natura e Conte dovrà affidarsi all’esperienza di De Rossi e Thiago Motta per cercare di sopperire a queste mancanze. La difesa è il nostro punto di forza, mentre sugli esterni e in attacco, il ct azzurro si augura di aver fatto bene i suoi conti: El Shaarawy, Candreva, Florenzi, Insigne sono gli uomini della provvidenza in casa Italia, Immobile, Zaza, Pellè ed Eder i terminali offensivi scelti dall’ex allenatore della Juventus. Questa è una delle nazionali più povere di talento degli ultimi anni ma si è dovuto fare di necessità virtù. Chi potrebbe davvero impensierire l’Italia è il terribile Belgio di Marc Wilmots. Da Courtois, a Vertonghen passando per Vermaelen, fino ad arrivare a Nainggolan, Witsel, Fellaini, Mertens e soprattutto De Bruyne-Lukaku-Hazard: la nazionale belga ha davvero tanti giovani talenti che diranno la loro per diversi anni e potrebbe essere l’outsider del torneo. Il terzo incomodo è sempre lui: Zlatan Ibrahimovic che con la sua Svezia tenterà di qualificarsi agli ottavi di finale. La nazionale svedese conta su tanti giocatori d’esperienza e sulla classe del suo immenso capitano capace di segnare 62 reti in 113 presenze con la Svezia. Infine, c’è l’Irlanda che è la squadra più debole del gruppo E. Le stelle della squadra di O’Neill sono il difensore O’Shea e l’attaccante Robbie Keane. Calendario Girone E.

Girone F / Austria, Ungheria, Islanda e Portogallo

Infine c’è il girone F che comprende il Portogallo di Cristiano Ronaldo, l’esperta Ungheria del portiere 40enne Kiraly, l’Austria del giovane calciatore del Bayern Monaco Alaba ed infine l’esordiente Islanda dell’ex Barcellona Eidur Gudjohnsen. La nazionale portoghese farà il suo esordio martedì 14 giugno alle ore 21 contro la nazionale islandese guidata dall’ex ct svedese Lagerback. CR7 e i suoi compagni sono i favoriti del gruppo e rispetto agli anni passato hanno elevato ulteriormente il tasso tecnico e proveranno ad essere una delle sorprese dell’Europeo. Come detto, l’Islanda è una nazionale novella e non ha particolari stelle: la sua forza è il gruppo. Austria e Ungheria sono nazionali molto solide e sempre difficili da affrontare. Il girone F si preannuncia dunque molto equilibrato. Calendario Girone F.

Commenti

ben39

Mer, 08/06/2016 - 07:57

Non ho nulla da aggiungere solo la fortuna o sfortuna lo potrà fare....

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 22/06/2016 - 17:29

Ma un po' di risultati costava tanto metterli?