Europei di nuoto, Paltrinieri e Scozzoli conquistano l'argento

Altre quattro medaglie per i colori azzurri, Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero, Fabio Scozzoli nei 50 rana e Ilaria Cusinato nei 200 misti conquistano l'argento, bronzo per Matteo Restivo nei 200 dorso, quinta Federica Pellegrini nei 100 stile libero

Non finiscono mai le soddisfazioni per il nuoto azzurro, medaglie d'argento per Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero, Fabio Scozzoli nei 50 rana ed Ilaria Cusinato nei 200 misti, bronzo per Matteo Restivo nei 200 dorso.

Non poteva mancare tra i protagonisti Gregorio Paltrinieri, che risponde all'appello capitalizzando al massimo il risultato, considerato il suo attuale periodo di forma. Privo di una condizione ottimale,a causa del virus che lo ha colpito durante gli Europei, il nuotatore emiliano è protagonista di una grandissima gara, dietro soltanto al favorito ucraino Romanchuk. Greg disputa una gara coraggiosa e di grande sacrificio, con Romanchuk, che prende il largo dai 400 metri in più, e resiste stoicamente al ritorno del tedesco Wellbrock, sesto posto per l'altro italiano Domenico Acerenza.

Altra grande impresa per Fabio Scozzoli, argento nei 50 rana, una gara di pura velocità. Scontato il dominio del beniamino di casa Adam Peaty, che vince in scioltezza. Scozzoli è secondo con 26''76, vicinissimo al primato italiano, terzo lo sloveno Stevens.

Terzo argento della giornata e tantissimi rimpianti per Ilaria Cusinato nei 200 misti. Grandissima prestazione dell'azzurra, protagonista di un incredibile frazione a rana, che la lanciava al primo posto, prima dell'ultima vasca. Decisivo il ritorno della ungherese Hosszu, che precede la Cusinato di solo 8 centesimi. Bronzo alla svizzera Ugolkova.

Bronzo e tante emozioni per Matteo Restivo, che stabilisce il record italiano nei 200 dorso con il tempo di 1’56″29. Troppo superiore il russo Rylov, che va in fuga sin da metà gara e vince l'oro, argento per il polacco Kawiecki, settimo l'altro azzurro Mencarini.

Soltanto quinto posto per Federica Pellegrini, che sta vivendo un'annata di transizione con la scelta di abbandonare i 200 metri per dedicarsi alle gare veloci. Pellegrini chiude al quinto posto, buon piazzamentto, essendo partita senza velleità di medaglie. Vince Sjoestroem come da pronostico, davanti alla Heemskerk ed alla francese Bonnet.

Domani la giornata conclusiva con l'assegnazione delle ultime medaglie, grande attesa per Simona Quadarella nei 400 stile libero.