Formula Uno, Bottas è un fulmine in Australia davanti ad Hamilton. Male le Ferrari

Valterri Bottas ha vinto il primo gp stagionale davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton e a Max Verstappen. Molto male le Ferrari che hanno chiuso al quarto e quinto posto con Vettel e Leclerc

Valterri Bottas sorprende tutti, forse pure se stesso, e parte con il botto nel primo gran premio stagionale a Melbourne. Il pilota finlandese della Mercedes, infatti, con una partenza bruciante ha vinto in Australia davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton che vede così interrompere la sua egemonia. Terzo posto per l'ottimo Max Verstappen che ci ha provato fino alla fine a scippare la seconda piazza al campione del mondo in carica che ha invece tenuto molto bene la posizione. Male le Ferrari con Sebastian Vettel e Charles Leclerc che hanno deluso, soprattutto il tedesco, chiudendo fuori dal podio con un quarto e quinto posto, staccati di oltre quaranta secondi dalla vetta.

Le Ferrari non sono state all'altezza della situazione e la cosa molto preoccupante è che entrambe le vetture sono state lente, nulla a che vedere con i test effettuati qualche settimana fa al Montmelò che avevano detto tutt'altro. Sesto posto per Kevin Magnussen, settimo Nico Hulkenberg, ottavo l'ex ferrarista Kimi Raikkonen, nono Lance Stroll e decimo Daniil Kvyat. Il giro veloce della pista, che porta così un punto in più in classifica, è stato realizzato da Valterri Bottas che ha risposto colpo su colpo allo scatenato Max Verstappen che ci ha provato fino alla fine a dimostrare di essere il più veloce in Australia. Il finlandese, dunque, si prende tutto in questo primo gran premio stagionale, facendo già meglio della passata stagione dove non vinse nemmeno una volta. La casa di Maranello, nella figura del nuovo team principal Mattia Binotto, dovrà farsi un grande esame di coscienza per capire dove poter migliorare fin da subito per non perdere troppo terreno da una Mercedes che oggi, come nelle passate stagioni, è parsa superiore sotto tutti i punti di vista.

Commenti

brixia

Dom, 17/03/2019 - 08:38

haahaaaaa,,..... come al solito.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 17/03/2019 - 08:41

quaranta secondi vogliono dire auto nuova cannata in pieno.

Ritratto di Situation

Situation

Dom, 17/03/2019 - 08:55

tutto ciò che è rosso "no buono"

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 17/03/2019 - 09:02

Dopo Tods e Schummacker il buio

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 17/03/2019 - 09:53

Sempre peggio. Ormai sono passati da leggenda a barzelletta.

cir

Dom, 17/03/2019 - 10:08

Ottimo, la ferrari se vuole migliorare deve parlare di meno , inchinarsi davanti ai MIGLIORI , imparare in silenzio .

Ritratto di Civis

Civis

Dom, 17/03/2019 - 10:31

Purtroppo, quando sono arrivate le rosse, Bottas era già a sgranchirsi le gambe alla macchinetta del caffè.

Ritratto di gammasan

gammasan

Dom, 17/03/2019 - 10:52

Certamente "l'anno prossimo" sarà l'anno del trionfo Ferrari... Però, quando alla Ferrari magnificano i progressi fatti, pensano forse che la concorrenza stia ferma?

Gianca59

Dom, 17/03/2019 - 11:05

Supponiamo che sia vero quel che dicevano i telecronisti: l' Australia presenta un circuito particolare e il risultato non è significativo per questa peculiarità. Nel frattempo dico: povera Ferrari !

greg

Dom, 17/03/2019 - 11:53

Troppa esaltazione durante le prove prestagione. Una cosa è la Ferrari prestigiosa come marchio e vetture stradali, un'altra in pista. Purtroppo dopo che Todt e Ross Brown lasciarono la squadra, con i 5 titoli mondiali di Schumacher, l'azienda ha perso lo smalto, e il titolo vinto da Raikkonen fu una semplice illusione. Speriamo che "lo svizzero" Binotto riporti del sano realismo alla gestione sportiva

Albius50

Dom, 17/03/2019 - 11:54

E' la solita LITANIA partenza falsa ma i veri colpevoli sono i GIORNALISTI INCAPACI o SOTTOMESSI che prima dell'inizio di stagione danno FALSE SPERANZE. Sono ormai arrivato alla conclusione che una volta c'era il DRAKE, poi è ARRIVATA la Famiglia Agnelli e un po' alla volta sta distruggendo un MITO.

filgio49

Dom, 17/03/2019 - 14:36

agnelli...invece che continui a spendere soldi per acquistare giocatori alla juve, perché non compri la Mercedes con i suoi piloti, i suoi tecnici, i suoi motoristi, ecc.ecc? Forse riesci a vincere il mondiale!!! Pensaci:

greg

Dom, 17/03/2019 - 14:43

ALBIUS50 - Vero, purtroppo. Dove gli Agnelli mettono le mani è come se passasse uno sciame di locuste, non resta nulla

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 17/03/2019 - 15:35

Solo l'altra Mercedes puo battere Lewis!!!!!Chissa come se la stara ridendo il Maurizio che hanno mandato via!!!!!jajajajajaja.

emigrante48

Dom, 17/03/2019 - 15:48

Ai soliti commentatori della domenica, voglio ricordare che senza l´entrata in campo dell´Avvocato e quindi della Fiat, la Ferrari era destinata ad essere ceduta, visto che erano piú i debiti che i crediti, inoltre tra gli anni 60 e gli anni novanta la Ferrari vinse due soli titoli, uno con Collins e l´altro con Lauda. L´era Schumi fa quindi parte della gestione Fiat, non certo della gestione Drake Ferrari!! Dopo l´uscita di scena di Tods e Brown, NON ci sono piú stati managers e ingegneri all´altezza!!

Seawolf1

Dom, 17/03/2019 - 16:33

che pena la ferrari...

caren

Dom, 17/03/2019 - 17:57

Un secondo o due secondi, di ritardo, potrebbero giustificare un trucco nei sistemi Mercedes, come qualcuno sospetta, ma quaranta secondi di distacco non possono essere, per nessuna ragione al mondo, addebitate al pulsantino magico che avrebbe la Mercedes. L'esito di questa gara è una vera Caporetto.