Irvine contro Vettel: "Non è un degno campione del mondo"

Eddie Irvine non ha usato giri di parole per esprimere la sua opinione su Sebastian Vettel: "Commette molti errori e non ho mai pensato che fosse un pilota veloce. La Ferrari deve puntare su Leclerc"

Eddie Irvine è stato un pilota di Formula Uno che in carriera ha corso per diverse scuderie: dal 1993 al 1995 con la Jordan, dal 1996 al 1999 con la Ferrari e dal 2000 al 2002 alla Jaguar. Il 53enne di Newtownards, che compirà 54 anni domenica prossima 10 novembre, ha disputato 147 gran premi in carriera, vincendone solo 4 e sempre con la Ferrari con cui nel 1999 ottenne il suo miglior piazzamento finale chiudendo al secondo posto dietro al finlandese della McLaren Mika Hakkinen che vinse con soli due punti di vantaggio sull'irlanese.

Irvine è rimasto molto legato all'ambiente Ferrari ma ha già dimostrato a parole di non apprezzare il quattro volte campione del mondo, con la Red Bull, Sebastian Vettel che in questi anni alla Ferrari non ha mai convinto al 100%. Qualche mese fa, Eddie parlò così di Sebastian: "Non è al livello di Michael Schumacher e non penso nemmeno che sia vicino, anche se sta collezionando molte vittorie. Ha la macchina migliore, ci sono più gare e la competizione è discutibile. Penso che Vettel sia bravo se è in testa e non ha nessuno in competizione. Quando guardi Lewis gareggiare, lui è concentrato sulla corsa ed è veramente focalizzato sull’avvantaggiarsi rispetto al rivale. Vettel, quando corre con qualcuno, si concentra sull’altro pilota tanto quanto su dove sta andando e inevitabilmente va a sbattere contro l’avversario, cosa che accade quasi sempre. Il ferrarista è enormemente sopravvalutato, non capisco come abbia fatto a vincere 4 Mondiali".

Irvine, non contento di quelle dichiarazioni, ha deciso di andare oltre e ai microfoni di Betway ha attaccato ancora il pilota della Ferrari: "Vettel non è un degno campione del mondo: è un ottimo pilota ma fa molti errori e non ho mai pensato che fosse un pilota veloce. Pensavo che Charles Leclerc avrebbe avuto delle buone probabilità di batterlo e così è stato. Penso che la Ferrari dovrebbe concentrarsi su Leclerc". Secondo l'ex pilota, "Hamilton distrugge sempre Vettel, secondo me solo Leclerc può batterlo e lo abbiamo visto a Monza anche se probabilmente quella manovra era un po’ scorretta". Vedremo se arriverà la risposta del pilota 32enne di Heppenheim o se continuerà il suo silenzio di fronte alle provocazione dell'ex pilota del Cavallino.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?