Formula Uno, Vettel amaro: "Un vero disastro". Hamilton: "Una vera goduria"

Dall'amarezza di Vettel alla gioia di Hamilton, il passo è breve. Il tedesco è deluso alla fine del gp della Thailandia: "L’incidente è stato un vero disastro. L’atmosfera nel team? Con risultati simili non è facile essere ottimisti". L'inglese: "Suzuka il mio traccito preferito. Mondiale a Austin? Un passo alla volta"

Le qualifiche di ieri avevano già compromesso la gara della Ferrari e di Sebastian Vettel, ma la gara ha confermato come la scuderia di Maranello abbia più di un problema sia tecnico che psicologico. La vittoria di Hamilton spegne quasi completamente le speranze di rimonta con il tedesco che si è messo fuorigioco già all'ottavo giro dopo il contatto con Verstappen. Il 31enne a fine gara er scuro in volta ed ha analizzato la sua prestazione: "Ci ho provato. Ho spinto al massimo fin da subito. Ci ho provato con Verstappen, ma non mi ha lasciato spazio. Non abbiamo potuto fare la curva insieme. L’incidente è stato un vero disastro. Dopo il contatto con Max, la macchina era danneggiata. L’atmosfera nel team? Con risultati simili non è facile essere ottimisti".

Hamilton, invece, è il ritratto della felicità e ha vinto l'ennesimo gran premio della stagione che lo avvicina sempre di più al quinto titolo mondiale: “È stato fantastico e sono contentissimo. È stato uno show, uno spettacolo. E poi, per me, Suzuka è il miglior circuito al mondo. È stato divertentissimo guidare su questa pista. Devo ringraziare il team: mi diceva che guidavo bene, anche se faticavo. Mondiale ad Austin? Diciamo che dobbiamo fare un passo alla volta. Quando saremo negli Stati Uniti vedremo cosa fare". Verstappen, terzo al traguardo, ha invece punto Vettel: "Penso che non avrebbe potuto superarmi in quella curva. Sono contento di stare sul podio"

Commenti

cir

Dom, 07/10/2018 - 12:20

vincono sempre i migliori.