Di Francesco: "Totti? Mi piacerebbe molto lavorare con lui"

Di Francesco è parso emozionato in conferenza stampa: "Chi veste la maglia della Roma deve sapere che dà sensazioni uniche, voglio trasmettere ai giocatori un senso di appartenenza"

Eusebio Di Francesco è il nuovo allenatore della Roma. L'ex Sassuolo si è presentato in punta di piedi e molto umilmente nella conferenza stampa di presentazione: "Io lo so perfettamente quello che i tifosi sperano, ma non sono qui per fare annunci. Sono qui per portare e trasmettere entusiasmo, umiltà e voglia di giocare a calcio. Mi hanno scelto per questo. La Roma è una squadra competitiva con giocatori interessanti e di alto profilo e che davanti ha avuto una squadra come la Juve. Ma è una squadra top. Non voglio fare proclami, dobbiamo avere profilo basso e tanta umiltà, dove arriveremo non lo so. Io so le speranze della gente, viviamo di speranza ma anche di concretezza e sono convinto che i tifosi saranno il nostro dodicesimo uomo. Chi veste questa maglia deve sapere che dà sensazioni uniche e voglio trasmettere ai giocatori un grande senso di appartenenza".

Per Di Francesco si tratta di un ritorno a casa, lui che ha vestito la maglia della Roma da calciatore dal 1997 al 2001. Il neo tecnico giallorosso ha parlato del modulo ed ha poi teso la mano a Francesco Totti che non sa ancora se continuerà a giocare o se entrerà a far parte dello staff dirigenziale della Roma nel ruolo di direttore tecnico:"Si parte dal 4-3-3 adattabile al 4-2-4 o 4-2-3-1. Da mezzala Nainggolan può fare benissimo 18 gol, ha qualità così importanti che può essere determinante in qualsiasi sistema di gioco. Florenzi? Speriamo che si metta a posto e che venga a Pinzolo, sa attaccare la porta, è un giocatore che voglio allenare prima di dargli un ruolo specifico. Strootman ottima mezzala, giocatore trascinante, mentre Paredes è il centrocampista ideale del 4-3-3. Totti? La società ha parlato con lui, dovrà dare una risposta. Vorrei lavorarci in ruolo che sceglierà lui perché è abbastanza grande per farlo".