Guardiola alla D'Amico: ''Io in Italia? Falso. Dovete fare meglio il vostro mestiere''

Il tecnico catalano sbotta sul mancato arrivo alla Juventus in estate: ''Dovevate fare meglio il vostro mestiere di giornalisti...''

"Avevate informazioni sbagliate. Forse avreste dovuto fare meglio il vostro mestiere di giornalisti" Pep Guardiola risponde così a Ilaria D'Amico sul possibile arrivo alla Juventus.

Un 1-1 prezioso a San Siro con l'Atalanta per il Manchester City sempre più vicino alla qualficazione. Un pareggio che Pep Guardiola accoglie con serenità, specialmente per quanto accaduto negli ultimi minuti della sfida: l'espulsione di Bravo e l'entrata in campo di Walker nel ruolo di portiere. Il tecnico catalano ha rilasciato queste dichiarazioni nel dopo partita di SkySport: "Paura di perdere? Sì. Quando si resta in 10 puoi pensare il peggio. Se ho sostituito volontariamente Ederson (infortunatosi al termine del primo tempo)? No, ne ho fatte di cazzate da allenatore, ma mai cambiare un portiere... Non si può sottovalutare così una squadra come l'Atalanta".

Dopo l'analisi del match, arrivano le domande su un suo possibile futuro in Italia. Vedremo mai Guardiola allenare in Serie A, dopo avervi giocato con le maglie di Brescia e Roma, si chiedono nello studio? Risposta positiva: "Forse. Possibile, sì. In Italia mi sono trovato benissimo, anche se ora sto bene in Inghilterra. Però forse. Non sono ancora così vecchio, vediamo". Ilaria D'Amico, la butta lì: ''Qualcuno pensava di ritrovare Guardiola nel nostro campionato già la scorsa estate''. Chiaro ed evidente riferimento alle insistenti voci su un suo possibile approdo alla Juventus. Ma la risposta del Pep è sferzante: "Avevate informazioni sbagliate. Dovevate fare meglio il vostro mestiere di giornalisti...".

In estate il nome del tecnico catalano era stato il più gettonato per sostituire Massimiliano Allegri giunto al capolinea dopo la sconfitta in Champions contro l'Ajax. Se ne parlò per diversi mesi, i rumors furono molto insistenti e contribuirono alla risalita del titolo della Juventus in borsa fino a 1,54. Tutto il mondo juventino cominciò a sognare davvero fino a quando Guardiola comunicò la sua scelta: ''Non esiste posto migliore al mondo di Manchester per allenare; qui i tifosi ti applaudono anche quando perdi''. Si rivelò solo una suggestione estiva, la Juventus scelse Maurizio Sarri ma in fondo la tentazione è ancora lì per i bianconeri e per Pep, perchè come ha ricordato lui stesso: ''Forse si, possibile. In Italia mi sono trovato benissimo. Non sono ancora così vecchio, vediamo''.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

Commenti

brixia

Gio, 07/11/2019 - 18:17

grande pep uno di noi, forza brescia.