Inter col brivido e di rigore contro il Pordenone: friulani ko 5-4

L'Inter ha battuto alla lotteria dei calci di rigore il Pordenone negli ottavi di finale di Coppa Italia. Decisivo il gol di Nagatomo che ha chiuso sul 5-4 la partita

Luciano Spalletti l'aveva predetto: "Contro il Pordenone non sarà affatto facile". I ramarri, infatti, hanno dato filo da torcere all'Inter che ha piegato la resistenza dei neroverdi solo dopo i calci di rigore. Dopo lo 0-0 nei 120 minuti di gioco, i friulani se la sono combattuta anche ai calci di rigore. Decisivi i tre errori del Pordenone e Nagatomo che ha realizzato il penalty decisivo per il passaggio del turno. Ora l'Inter ai quarti di finale attende la vincente di Milan-Verona che si giocherà proprio domani sera allo stadio Meazza.

Nel primo tempo l'Inter parte forte con Eder che al 4' impegna Perilli. Al 21' il giovane Karamoh si divora il gol del vantaggio con il classe '98 che non ha il sangue freddo davanti al portiere del Pordenone. Al 31' gli ospiti colpiscono un palo con Magnaghi ma è decisiva la deviazione di Padelli. Nel finale di frazione Lulli prima e Karamoh poi cestinano due buone occasioni da rete.Nella ripresa entra Brozovic che al 49' sbaglia clamorosamente un rigore in movimento mentre al 54' Sainz-Maza fa venire i brividi a Padelli e all'Inter con la palla che termina fuori di pochi centimetri. Karamoh impegna ancora, due volte, Perilli prima di lasciare il posto a Perisic che prima offre un cioccolatino a Eder che non ci arriva di un soffio e poi sbaglia un gol facile facile al 73'. Minuto 77' Dalbert crossa benissimo per Cancelo che colpisce al volo di sinistro: blocca Perilli. Spalletti getta nella mischia Icardi a 11' dalla fine al posto di Dalbert e il capitano nerazzurro all'86' decolla di testa su assist di Cancelo ma la mette alta sopra la traversa.

Nel primo tempo supplementare l'Inter continua a premere con il Pordenone tutto chiuso nella propria area di rigore e dopo diversi tentativi verso la porta di Perilli è Icardi al minuto 104' a colpire il palo di testa a portiere battuto. Al minuto 106' Perilli compie un altro miracolo su Ranocchia che si salva in angolo. Nel secondo tempo supplementare Perisic va vicino al gol ma non apre bene il compasso del piede e la palla si spegne sull'esterno della rete. Nonostante il grande forcing finale l'Inter non riesce a segnare e la partita si trascina ai calci di rigore. Alla lotteria dei rigori passa l'Inter grazie a tre errori dal dischetto da parte dei giocatori del Pordeone

Commenti
Ritratto di francesco.izmir

francesco.izmir

Mer, 13/12/2017 - 08:35

Scusate, ma come può essere finita 5 a 4 se il Pordenone ha fallito 3 rigori !!!