Inter, Nainggolan arriva dalla Roma per 24 milioni Zaniolo e Santon

Aspettando Kalinic e Pjanic, scocca l'ora di Emre Can, di Nainggolan e di Cancelo, mentre sale l'attesa per il ritorno in Italia di Pastore. Il centrocampista ex Liverpool stamattina sarà al J Medical per svolgere le visite mediche e firmare il contratto da quattro anni a sei milioni di euro con la Juventus. Soldi che saranno recuperati con la cessione di Mandragora al Monaco, per il quale il club monegasco offre 20 milioni.

E mentre si aspettano offerte concrete per Pjanic dal Barcellona, la trattativa per Cancelo è in dirittura d'arrivo: l'incontro di ieri tra le dirigenze a Milano ha dato fumata bianca su una base di 38 milioni di euro. Di cui 8 in prestito oneroso con obbligo di riscatto fissato a 30. Si stringe per Golovin: partita la trattativa con il CSKA Mosca che chiede 25 milioni, la Juve ne offre 17.

E poi il Paris Saint Germain: il ds Henrique è da giorni in Italia per trattare la cessione di Areola, che piace a Roma e Napoli, ma soprattutto di Pastore, ad un passo dai giallorossi. Il giocatore è in vacanza alle Baleari e aspetta solo la chiamata per prendere il primo aereo: Villa Stuart è già stata allertata per le visite mediche, si tratta ormai di questione di ore.

In casa Inter arriva il grande colpo tanto atteso da Spalletti: Nainggolan. L'accordo con la Roma c'è sulla base di 24 milioni di euro, oltre ai cartellini di Santon e del 18enne Zaniolo. Non resta ora che affiancare al belga il connazionale Dembelé del Tottenham, anche se la trattativa non sarà per nulla semplice, per fornire a Spalletti il centrocampo di qualità tanto richiesto. Sulla fascia, sfumato per ora Zappacosta, Ausilio sta lavorando al colpo Romulo: l'ex Juventus potrebbe arrivare per un solo milione di euro, vista la retrocessione del Verona e la clausola nel suo contratto.

E mentre Koulibaly annuncia l'arrivo di Sarri al Chelsea («Credo che i tifosi londinesi possano aspettarsi del bel calcio da lui»), la dirigenza blues si muove per Mertens, mentre quella del Milan aspetta di potersi liberare di un Kalinic divenuto ormai un peso: per il croato si è fatto avanti il Galatasaray dell'ex rossonero Terim, il quale però chiede un lauto sconto al suo ex discepolo Gattuso.