Italia: Pellè ed Eder sono gli attaccanti operai di Conte

Pellè, Eder, Zaza e Immobile: Antonio Conte ha a sua disposizione quattro attaccanti "operai" per la sua Italia

Antonio Conte ha scelto la coppia d’attacco formata da Graziano Pellè, attaccante 30enne del Southampton e da Eder, centravanti 29enne dell’Inter, per affrontare il Belgio di Marc Wilmots nella prima giornata di Euro 2016. I due giocatori hanno fatto una partita di sacrificio, di corsa e di sostanza: hanno provato a costruire tante azioni e soprattutto Pellè è andato diverse volte alla conclusione, trovando anche la via del gol al minuto 93. La convocazione di Eder non è stata vista di buon occhio dalla critica visto che l’oriundo da fine gennaio a metà maggio ha segnato una sola rete con la maglia dell’Inter. La partita contro il Belgio, invece, avrà fatto ricredere molti scettici visto che l’ex attaccante della Sampdoria è stato molto utile anche in fase di ripiegamento: è tornato a rincorrere Lukaku fino alla propria area di rigore, dopo l’errore di Darmian ed ha ripiegato, spendendo il fallo e prendendo il giallo, per fermare Mertens lanciato in contropiede dopo un altro errore di un compagno di squadra.

In panchina ci sono altri due attaccanti che scalpitano: il primo è Ciro Immobile, entrato proprio al posto di Eder al 75’, e autore di 15 minuti di qualità e quantità e Simone Zaza che per la troppa foga di esultare, al primo gol di Giaccherini, ha sferrato involontariamente un pugno in faccia a Conte. L'attaccante della Juventus ha nelle sue caratteristiche il grande spirito di sacrificio e non vede l'ora di essere buttato nella mischia. Oltre a questi quattro attaccanti, però, ci sono anche quelli che il commissario tecnico considera degli esterni/attaccanti come Stephan El Shaarawy e Lorenzo Insigne che hanno fatto benissimo alla Roma e al Napoli e che vogliono contribuire a fare grandi cose per l'Italia. Conte non avrà a disposizione centravanti da 30 gol stagionali come potevano essere Luca Toni o Christian Vieri ma ha degli attaccanti operai che sanno faticare e lavorare duramente per la squadra. Eder e Pellè hanno disputato un'ottima partita contro il più quotato e talentuoso Belgio: basti pensare che il solo Lukaku è valutato 80 milioni di euro dall'Everton. La prossima gara contro la Svezia sarà un'altra battaglia e gli azzurri cercheranno di avere la meglio contro Ibrahimovic e compagni per strappare il pass degli ottavi di finale: l'Italia vista stasera, se continuerà su questi livelli, potrà dire la sua ad Euro 2016.