Ivan Basso operato di tumore ai testicoli: intervento riuscito

Il ciclista si era ritirato dal Tour due giorni fa. Oggi è stato operato: è in ottime condizioni. Sarà dimesso già domani

Ivan Basso e la fidanzata Micaela Beretta in una foto postata oggi su Instagram

Buone notizie per Ivan Basso. Il ciclista è stato operato oggi all'ospedale San Raffaele di Milano, con successo: si trova in ottime condizioni generali e verrà dimesso già domani.

L'atleta era stato ricoverato nel nosocomio milanese per una forma di tumore al testicolo. " Sulla base dell'esame istologico definitivo, che diventerà disponibile nei prossimi giorni, sarà possibile stabilire se siano necessarie o meno cure aggiuntive", hanno dichiarato i medici, coordinati dal professor Francesco Montorsi, sottolineando che "la prognosi a lungo termine di questo tipo di tumore del testicolo è eccellente".

"Globalmente - dicono gli specialisti del San Raffaele - si tratta di una patologia con ottimi tassi di risposta alle terapie e conseguente guarigione. Ma come tutte le patologie tumorali, anche nel caso del testicolo è fondamentale la diagnosi precoce".

Appena due giorni fa il corridore italiano si era ritirato dal Tour de France nel corso di una drammatica conferenza stampa affrontata insieme al capitano della squadra Alberto Contador.

Commenti

alfa553

Mer, 15/07/2015 - 15:53

Scopre di avere un tumore, passano 2 giorni , lo hanno operato, tutto bene........io mi chiedo se questa efficienza sarebbe stata uguale per un cognome tipo, giovanni tarallucci etc......... ributtante

Imbry

Mer, 15/07/2015 - 16:22

Forza Ivan, ma concordo totalmente con alfa553

luiss_sm

Mer, 15/07/2015 - 16:56

Ovviamente sono contentissimo per lui, ma è una notizia che fa imbestialire e non poco i pinco pallino qualsiasi i quali sono invece condannati ad essere sbattuti da un posto all'altro e a liste interminabili prima di arrivare all'intervento e purtroppo a volte si arriva tardi. Questa efficienza, trattandosi di salute, dovrebbe essere per tutti.!!!!!

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mer, 15/07/2015 - 17:14

Auguri Ivan-@alfa553-sante parole.

leo_polemico

Mer, 15/07/2015 - 18:36

Certo essere un "personaggio" pubblico aiuta. Ad Ivan Basso vanno, in ogni caso, i miei auguri ma la considerazione che un Mario Rossi qualsiasi, nome di fantasia supercomune, non avrebbe ricevuto lo stesso veloce trattamento è spontanea. Spontanea ancor di più quando si vedono apparecchiature delle ASL, USL od ospedali che sono utilizzate solo per poche ore al giorno, forse per aumentarne i clienti "a pagamento", con il personale che gira per i corridoi. Certo che strumentazioni particolari necessitano di tecnici competenti per il loro funzionamento, ma è altrettanto vero che anche un infermiere, che oggi necessita di preparazione universitaria, può essere addestrato ed istruito allo scopo: qualora non lo fosse lo si classifica nella moltitudine degli allievi sì della "scuola di tutti" ma di "tutti asini".