Juventus, Pogba giura fedeltà: vuole diventare meglio di Pelé e Maradona

Paul Pogba è stato uno degli acquisti più indovinati da parte della Juventus negli ultimi anni. Il fuoriclasse francese è arrivato nell’estate del 2012, a parametro zero, dal Manchester United

Paul Pogba è stato uno degli acquisti più indovinati da parte della Juventus negli ultimi anni. Il fuoriclasse francese è arrivato nell’estate del 2012, a parametro zero, dal Manchester United che si starà ancora divorando le mani per essersi fatta sfuggire, a cuor leggero, un grande campione. Il classe 93 ha già vinto la bellezza di quattro Scudetti da totale protagonista e non si vuole più fermare. Sono ben 175 le presenze complessive con la maglia bianconera: 122 in Serie A, 40 in Champions League ed Europa League, 10 in Coppa Italia e 3 in Supercoppa Italiana. Le reti, invece, sono 34 così ripartite: 28 in campionato, 2 in Coppa Italia, una in Supercoppa, e 3 nelle Coppe Europee.

Il nazionale francese, intervisto da La Repubblica, ha voluto ribadire la sua voglia di vincere e di diventare il giocatore migliore del mondo: “Ho un problema, odio perdere. E mi piace essere originale. Voglio fare quello che nessuno ha fatto mai. Io lavoro tanto perché voglio diventare perfetto e perché quando vinco sono felice. Voglio diventare come Pelé o Maradona. Anzi, di più. Una leggenda del calcio. Io arrogante? Non dico che sono il più forte, ma che voglio esserlo". Pogba ha poi parlato dei suoi margini di miglioramento, di diventare il centrocampista più forte di tutti e della sua volontà di restare alla Juventus in futuro: "A volte gioco bene, a volte male: è per questo che mi arrabbio. Odio sbagliare, ma sbagliavo di più quando giocavo per strada e facevo esattamente le cose che faccio adesso. Migliorare è sbagliare meno: si chiama esperienza, appunto. Voglio diventare più forte di Lampard. Il centrocampista che voglio essere è quello che sa fare tutto e lo sa fare al top: tirare, dribblare, segnare, difendere. Voglio diventare come Lampard, ma di più. Se resto alla Juventus? Ho un contratto, non è che posso svegliarmi la mattina e andare in Inghilterra. Chiedete a chi si occupa di questo. Per me il calcio è quello che si gioca. E io sono quello che fa i gol, che vuole vincere, che si pettina così, che balla: sono questi i miei argomenti”.

Pogba ha il contratto in scadenza il 30 giugno del 2019 e piace a mezza Europa: dal Barcellona, al Real Madrid, passando per il Psg, le due squadre di Manchester, fino ad arrivare al Chelsea di Antonio Conte, suo primo mentore alla Juventus. Il club di Corso Galileo Ferraris sa di avere in casa uno dei più forti e completi centrocampisti del mondo e non ha alcuna intenzione di privarsene a meno che non arrivi un’offerta shock a partire da 70 milioni di euro in su. La Juventus ha ambizioni di vincere la Champions League già a partire dalla prossima stagione e anche Pogba vuole sollevare quella coppa dalle grandi orecchie. La sensazione è che la Vecchia Signora non si priverà del suo giocatore simbolo perché le grandi squadre si costruiscono non cedendo i campioni e continuando a migliorare la rosa anno dopo anno.

Commenti

il corsaro nero

Ven, 29/04/2016 - 14:23

ma non era colui il quale voleva giocare con Messi e Iniesta? Forse pensa che Agnelli sia disposto a comprarli!!!