L'affondo del capo ultrà del Verona: "Balotelli mai del tutto italiano, ha deciso di fare una pagliacciata"

Il capo ultrà del Verona Luca Castellini parla dei "buu" razzisti contro Balotelli durante Hellas Verona-Brescia: "Quegli ululati sono di quattro persone che sono stati sentiti solo da chi ha fatto il video. Balotelli li ha sentiti nella sua testa"

L'ultima giornata di campionato, la dodicesima, verrà purtroppo ricordata per i "buu" razzisti contro Mario Balotelli e la conseguente sfuriata del giocatore del Brescia che si ferma e scaglia il pallone fuori dal campo in segno di protesta.

Nessun dietrofront dalla curva del Verona

In moltissimi, calciatori e non, hanno espresso solidarietà all'attaccante delle rondinelle. Qualcuno invece parla di "pagliacciata" da parte di Super Mario. Si tratta del capoultrà del Verona Luca Castellini che, intevistato a Morning Show dell’emittente veneta Radio Cafè, dichiara: "Noi abbiamo una cultura identitaria di un certo tipo, siamo una tifoseria che è dissacrante, che prende per il c... il giocatore pelato, quello con i capelli lunghi, il giocatore meridionale e il giocatore di colore, ma non lo fa con istinti politici o razzisti. Questo è folklore, si ferma tutto lì". E poi aggiunge: "Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana ma non potrà mai essere del tutto italiano".

Castellini per smarcarsi dall'accusa di razzismo spiega: "Ce l’abbiamo anche noi un negro in squadra, che ha segnato ieri, e tutta Verona gli ha battuto le mani". E ancora: "Ci sono problemi a dire la parola negro? Mi viene a prendere la Commissione Segre perché chiamo uno negro? Mi vengono a suonare il campanello?".

Il capo ultrà prosegue nel suo discorso: "Come con il Milan due anni fa, abbiamo esultato, abbiamo battuto le mani a Mario. Infatti l’arbitro, quando Balotelli ha buttato il pallone, non si è neanche reso conto del perché. E voi dovreste aspettare il giudice sportivo. Vedrete che la curva di Verona non sarà sanzionata. Quegli ululati sono di quattro persone che sono stati sentiti solo da chi ha fatto il video. Balotelli li ha sentiti nella sua testa", come riportato dall'Huffington Post.

Commenti

Gianni11

Lun, 04/11/2019 - 11:55

Bravo! Detto bene!

Ritratto di petrus

petrus

Lun, 04/11/2019 - 12:10

Un conto è essere cittadini italiani e un conto è essere ITALIANI. Sicuramente Balotelli rientra nella prima affermazione.

lorenzovan

Lun, 04/11/2019 - 12:19

ecco avete trovato il vostro prossimo ministro dello Sport !!!

hectorre

Lun, 04/11/2019 - 12:20

da un capo ultrà non ci si può aspettare di più...assurdo che venga pure intervistato!!...ormai le prime pagine sono a disposizione di personaggi di dubbio gusto...vedi rubio, toscani,lerner....quando l’insulto prende il posto del buonsenso....sempre più in basso

tuttoilmondo

Lun, 04/11/2019 - 12:32

Ai miei tempi (purtroppo lontani: ero ragazzo allo stadio negli anni cinquanta) non si parlava di "razzismo", di "discriminazione territoriale" (sig!), ma di tifo. Una volta in un Lazio - Napoli ci siamo detti di tutto. Ma era tifo. Oggi il buonismo, figlio del nazismo, sta portando il mondo alla rovina. Figlio del razzismo perché per essere assai lontani dal quel "cattivo" bisogna dimostrare (ipocritamente) di essere "super buoni". I guasti li vediamo già, ma li vedremo sempre più nel tempo.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 04/11/2019 - 12:35

Onore a Luca Castellini: essere italiani e avere la cittadinanza italiana sono due cose diverse per molti motivi ma il razzismo non c'entra. Castellini ha ammesso che lui stesso ha applaudito un nxxxo perché ha fatto gol per la sua squadra, ma - ha precisato - l'applauso non cambia il fatto che fosse nxxxo. Avrebbe applaudito chiunque, un bianco, un giallo, e persino un cavallo, se avesse segnato. Questo dice il cuore del Verona Hellas, questo dice Verona, questo dice il Veneto e , tra breve, lo dirà tutta l'Italia.

ST6

Lun, 04/11/2019 - 12:42

hectorre: adesso vediamo il solito giochino del prendere le distanze da questo individuo se e quando avviene.

jaguar

Lun, 04/11/2019 - 12:57

Sicuramente i fischi erano per il personaggio Balotelli, non perchè è nero.

Alfa2020

Lun, 04/11/2019 - 13:02

Allora io non lo chiamo razzismo solo diversita il vero razzismo lo praticano tra di loro vedi cosa succede in africa e anno la stessa pelle il bianco da loro non sta meglio eil solito casino quando andiamo in un paese musulmano ci dobbiamo attenere ai suoi religioni o legge e quando vengono loro da noi pretendono che noi pretendono lo stesso i fessi siamo sempre noi

hectorre

Lun, 04/11/2019 - 13:27

lorenzocaravan, quand’è che ci delizierai con un commento intelligente????.......speranza vana, purtroppo

giangar

Lun, 04/11/2019 - 13:28

Luca Castellini chi? Quello che inneggia ad Hitler e che ha la squadra a forma di svastica? Mi chiedo cosa si aspetta a daspare a vita un simile personaggio. Altro che commissione!

Anticomunista75

Lun, 04/11/2019 - 13:32

concordo con il tifoso veronese. Questo mediocre giocatore, idolatrato dai media solo per scopi politici, non è italiano. E' africano.

COSIMODEBARI

Lun, 04/11/2019 - 13:40

Senza vergogna il mister ed il presidente dell'Hellas Verona. Ci vorrebbein Italia per gli ultras e per gente come i due sopra menzionati una Margaret Thatcher Italiana. Solo così si farebbe una pulizia eterna degli ultras e del razzismo nel calcio, e non solo nel calcio. Pure in altri o tutti gli sport di squadra e non. Io sono stato spettatore diversi anni fa, guarda caso sempre in Veneto, di uno squallido e ripetitivo coro, "terroni, terroni" rivolto verso atleti Pugliesi di 10/11 anni. E non soltanto quella volta lì.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Lun, 04/11/2019 - 13:43

Razzismo puro, chiamiamo le cose col loro vero nome

Sempreverde

Lun, 04/11/2019 - 13:43

Lukaku non lo fischia nessuno. Forse ha un colore ancor più d'ebano. Ma il lamento suona sempre eguale ed è intonato al solito: si chiama canto dello sfigato.

Sempreverde

Lun, 04/11/2019 - 13:47

Lukaku riceve solo applausi, così come Balo quando si allenava da professionista e segnava goal in Nazionale.

giangar

Lun, 04/11/2019 - 13:51

@tuttoilmondo 12:32 - Il buonismo figlio del nazismo?!?! Per mostrarsi lontano dal cattivo bisogna essere superbuoni? Ma su quale trattato di sociologia lo ha letto?

Totonno58

Lun, 04/11/2019 - 13:51

Ha detto queste cose il sig.Castellini?Bisogna avere molta comprensione, affetto verso un personaggio del genere...i suoi innumerevoli problemi vanno affrontati con tatto e pazienza...

marinaio

Lun, 04/11/2019 - 14:12

Il carbone è il catrame non sono più neri... sono di colore!

Boxster65

Lun, 04/11/2019 - 14:28

Balotelli è solo uno stupido, ma non è colpa del colore della pelle, è stupido di suo.

ruggerobarretti

Lun, 04/11/2019 - 14:29

Certo che coniare il termine "discriminazione territoriale" come ho sentito ieri durante un tg in merito alla partita Roma-Napoli, fa capire come stiamo messi (male).

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 04/11/2019 - 14:31

se il "Buuu" è considerato sempre razzista ,la federazione dovrebbe emanare un comunicato su come si puo' contestare il personaggio Balotelli; che per esempio fa scoppiare i petardi nel water della casa presa in affitto, spara pallottole di gomma ai passanti o da soldi a chi lancia i motorini nel mare....non è leggittimo contestare uno che si comporta così? se si, la federazione dia delle indicazioni in merito per cortesia.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 04/11/2019 - 15:01

ruggerobarretti - 14:29 Appunto!

ruggerobarretti

Lun, 04/11/2019 - 15:01

Quando si giocava nei campetti di provincia in terza categoria si andava alla guerra, altro che ululati.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Lun, 04/11/2019 - 15:01

Coraggio, che fra non molto 'sto Balotelli giocherà in serie B, e poi in C, e poi nella D dilettanti.

Korgek

Lun, 04/11/2019 - 23:33

Dai, capo ultrà, non parlare, siete solo dei militanti di FN o CP frustrati e super montati. E ve lo dice uno di destra e che non vuole difendere Balotelli che è un tamarrone in cerca di risse sempre e dovunque. Il calcio è solo un pretesto per poter sfogare le vostre frustrazioni e per mettere in luce l'unico linguaggio che sapete adoperare: la violenza.