Lazio, quello striscione agli avversari austriaci: ​"Non passa lo straniero"

Lo striscione dei tifosi della Lazio durante la gara con gli austriaci del Salisburgo

Quattro parole, tratte dalla storica "Canzone del Piave". "Non passa lo straniero". Lazio-Salisburgo, andata degli ottavi di finale di Uefa Europa League. I tifosi della squadra di casa al 15esimo minuto del primo tempo espongono uno striscione che richiama la Grande Guerra.

La partita poi darà ragione (almeno per l'andata) ai tifosi biancocelesti. La Lazio di Simone Inzaghi, che ieri ha pure festeggiato il compleanno, ha domato (non senza difficoltà) gli austriaci. I due goal di vantaggio non certificano il passaggio del turno, certo. Anzi: una disattenzione nella gara di ritorno può rimettere tutto in discussione. Per ora, però, i biancocelesti si godono la vittoria ritrovata. Testa all'Udinese per la gara di campionato (c'è la Champions League da conquistare), poi sarà di nuovo Salisburgo.

La gara fuori casa non sarà semplice. Lo stadio austriaco sarà una bolgia. Chissà se anche in quella occasione i tifosi biancocelesti mostreranno ancora quello striscione che tanto richiama la battaglia della Prima Guerra Mondiale. Una battaglia è stata vinta. Ora i ragazzi di Inzaghi devono portare a casa la "guerra" (calcistica).

Commenti

tuttoilmondo

Ven, 06/04/2018 - 21:39

NON PASSA LO STRANIERO. Solo i laziali possono scriverlo. I tifosi giovani della lazio erano sul Piave. I romanisti erano all'asilo.

tuttoilmondo

Ven, 06/04/2018 - 21:44

In onore di tanti giovani laziali morti per la Patria nella prima guerra mondiale si dia lo scudetto ex aequo con il Genoa alla Lazio.