L'Inter rischia tutto nel triangolo lombardo "Pesano certe voci..."

Spalletti parla di ambiente turbato. Gasp spera nel Sassuolo sazio. E Gattuso può solo gufare

La Lombardia felix del calcio sarà davvero felix soltanto per due terzi. I tempi in cui Inter e Milan si dividevano trionfi e attenzioni sembrano finiti. Merito (o colpa) dell'Atalanta, la terza incomoda che sta compiendo l'impresa di lasciarsi alle spalle le rivali del capoluogo, una volta inarrivabili. Due su tre, il discorso Champions si riduce a loro e rimane in Lombardia, con la Roma che può solo sperare in un miracolo (vincere la gara contro il Parma con Milan e Inter entrambe sconfitte). Atalanta a un passo dall'impresa, Inter padrona del proprio destino, Milan in attesa ma ancora con qualche speranza. A decidere la corsa all'Europa che conta saranno gli ultimi 90 minuti, belli e avvincenti soltanto per chi, alla fine, ce la farà.

Basta una vittoria con il Sassuolo alla banda Gasperini per portare a termine l'impresa. Per uno strano scherzo giocherà in casa proprio nello stadio del Sassuolo, a Reggio Emilia, perché i lavori di ristrutturazione dell'impianto bergamasco hanno costretto l'Atalanta al trasloco in terra emiliana. Al di là del prestito dello stadio, sembra difficile pensare che i bergamaschi non riescano a battere l'appagato Sassuolo che nulla ha da giocarsi. La squadra ha tra l'altro dimostrato grande maturità nelle ultime settimane e quindi non qualificarsi in Champions, a questo punto, sarebbe davvero un suicidio.

Quello a cui andrebbe incontro l'Inter se non raggiungesse almeno il quarto posto. Soltanto un mese fa i nerazzurri milanesi erano praticamente certi della qualificazione alla prossima Champions. Poi, avanti di pareggini e passi falsi, eccola a giocarsi tutto all'ultima giornata. Due vittorie, in casa del Frosinone e contro il Chievo, nelle ultime sette gare di campionato. Un'involuzione clamorosa che mette a repentaglio l'intera stagione. E se da una parte in casa Inter si ricorda il finale di festa della passata stagione, quando i nerazzurri strapparono il quarto posto alla Lazio in un'ultima partita al cardiopalma contro i biancocelesti, adesso la situazione è tutta differente. Il clima è infatti di negatività diffusa e una partita contro l'Empoli in casa, che sino a poco tempo fa sarebbe stata poco più che una formalità, fa invece tremare i polsi. I toscani si giocano la salvezza, che sarebbe certa in caso di vittoria a San Siro, giocano un bel calcio e arrivano da tre successi consecutivi. Di contro la sensazione in casa Inter è di smobilitazione totale. «Le voci possono aver dato fastidio», ha confessato Spalletti sibillino, lui che è quasi certo non sarà confermato in nerazzurro a prescindere dal risultato finale. Anrtonio Conte è pronto a subentrare ma il dubbio è lecito: lo farebbe anche in caso di mancata qualificazione in Champions? Fatto sta che i tifosi sono in fermento, chiedono la testa del tecnico e sui social network spopola l'hastag Spalletti out.

Spettatore interessatissimo ai guai dei cugini è il Milan. A Gattuso non basterà vincere contro la Spal ma dovrà infatti gufare Inter o Atalanta per ottenere il quarto posto. «Arrivare quinti non sarebbe un fallimento», ha detto Gattuso, ma di certo ottenere l'Eruopa che conta sarebbe il coronamento di una stagione positiva ma portata avanti tra alti e bassi. Oltre a un mattone portante di una sua eventuale riconferma in rossonero. E c'è da mangiarsi le mani in casa Milan pensando alle tante occasioni sprecate durante l'anno e a quando un posto al sole sembrava già consolidato. Poi gli infortuni, i problemi, la scarsa condizione e la crisi di risultati che ha risucchiato i rossoneri costringendoli a non essere più padroni del proprio destino.

Prossima fermata, Lombardia. In ogni caso, a meno di cataclismi, sarà così. 90 minuti ancora per sapere chi tra Atalanta, Inter e Milan, alla fine, sarà davvero felix.

Commenti

mcm3

Mar, 21/05/2019 - 10:01

ci sono troppi perche', prche' non hanno dato Icardi alla Juve in cambio di Higuain piu' soldi ? Perche' hanno rinnovato il contratto a Spalletti ?Perche' abbiamo ancora giocatori come Candtreva , Ranocchia, Joao Mario, Dalbert, ?

ilbelga

Mar, 21/05/2019 - 12:45

i giocatori dell'Inter vanno messi in cassa integrazione, e l'allenatore licenziato.

PEPPA44

Mar, 21/05/2019 - 17:28

Spalletti allenatore(?) mediocre sopravvalutato; va bene per la serie B.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 21/05/2019 - 18:13

E' la società che fa acqua da tutte le parti. Basta andare a San Siro a vederli giocare. Una pena, una presa in giro. Professionisti strapagati come fuoriclasse ma sono nella maggior parte solo delle schiappe che sanno solo fare passaggi laterali ed indietro fino al portiere. Un allenatore che sembra sempre in un altro modo e dove un deficiente si permette di fare quel che vuole. Il sig. Nara va messo in tribuna e li lasciato a marcire, perché si è comportato solo da balordo altro che ama l'Inter.

giac2

Mer, 22/05/2019 - 00:26

Cosa si pretende da una società che nel cervello ha solo in testa di comprare mummie, scusate, "Giocatori esperti" cioè giocatori in fase calante e che le società di appartenenza vendono a caro prezzo perché la società Inter stravede. Che società è l'Inter dove comandano i giocatori? E meno male per le casse che non è arrivato lo slavo del Real Madrid. Possibile che tutti i talent scout pescano solo brocchi? Possibile che per fare bella figura, gli emissari dell'Inter, debbano fare il gioco di chi più spende meno spende? I fatti dimostrano che questo gioco non funziona. Italianizziamo l'Inter. Prendiamo un allenatore, anche semi sconosciuto, ma diamogli tempo. Non 5 gare.