L'Italia under-20 crolla sul più bello: out in semifinale

Nella partita contro l'Inghilterra decisiva per accedere alla finale del Mondiale Under-20, i ragazzi di Evani vanno subito in vantaggio con Orsolini, ma nella ripresa si fanno rimontare e perdono 3-1. Rimane la soddisfazione di una cavalcata bellissima e inaspettata

È stata una cavalcata memorabile, ma i ragazzi di mister Evani sono stati disarcionati a due passi dal traguardo. L'Italia perde 3-1 contro i pari età dell'Inghilterra nella semifinale del Mondiale under-20: sfuma così il sogno di arrivare all'atto finale della competizione, nella quale i "piccoli leoni" inglesi affronteranno il Venezuela.

Un vero peccato. Pronti via e gli azzurrini erano passati in vantaggio grazie alla solita combinazione tra Favilli e Orsolini, finalizzata da quest'ultimo con il gol del vantaggio. La rete segnata dopo pochi secondi ha condizionato psicologicamente i ragazzi di Evani, che si sono messi sulla difensiva cercando di colpire gli avversari in contropiede. Come successo al 28' del primo tempo, quando una bella azione costruita sull'asse Favilli-Panico ha prodotto un bel suggerimento per il terzino scuola Inter Di Marco, murato da Tomori un attimo prima della conclusione.

Nei primi 45 minuti l'Inghilterra, grazie alla sua forza fisica supportata da un tasso tecnico mediamente elevato (soprattutto nel reparto offensivo), ha spinto con convinzione alla ricerca del gol del pareggio, ma la difesa azzurra ha resistito gagliardamente grazie a un paio di buoni interventi del portiere Zaccagno. Al 21' della ripresa proprio l'estremo difensore di proprietà del Torino respinge un cross dalla destra di Ojo, ma sulla respinta il centravanti avversario Solanke è il più lesto di tutti a spingere il pallone in rete: un gol che spiana la strada agli Inglesi.

L'Italia accusa il colpo, mentre gli avversari premono sfruttando le incursioni del neo-entrato Ojo. E dalla sua ennesima percussione, al 33', nasce il gol con cui l'Inghilterra completa la rimonta: traversone in mezzo all'area di rigore, rimpallo e Lookman è bravo a infilare Zaccagno. Nel finale Solanke realizza la rete che chiude il match sul 3-1 e gli vale la sua personale doppietta.

Gli azzurrini non possono e non devono avere recriminazioni. Nell'edizione mondiale di quest'anno, disputata in Corea del Sud, l'Italia è arrivata in semifinale per la prima volta nella sua storia. Ora c'è un terzo posto da conquistare, nella finalina di consolazione in programma domenica contro la Nazionale dell'Uruguay, sconfitta al penultimo atto dal Venezuela dopo i calci di rigore.