Il Liverpool compie il miracolo: secco 4-0 al Barcellona e finale di Champions raggiunta

Le doppiette di Origi e Wijnaldum hanno permesso al Liverpool di battere 4-0 il Barcellona e di staccare il biglietto per la finale di Champions League. Messi e compagni se ne tornano a casa con le ossa rotta

Anfield è stato spesso teatro di partite e rimonte memorabili. Quella di questa sera, però, tra il Liverpool di Jurgen Klopp e il Barcellona di Ernesto Valverde sarà ricordata a lungo come una delle imprese più memorabili della storia dei Reds. Serviva un secco 4-0 per ribaltare il 3-0 del Camp Nou di sei giorni fa e puntualmente il poker di reti è arrivato nonostante due assenze pesantissime in attacco dato che né Mohamed Salah, né Firmino sono stati della partita. Gli eroi di serata sono stati il belga Divock Origi e l'olandese Georgina Wijnaldum che hanno realizzato due doppiette decisive che hanno così permesso ai Reds di staccare meritatamente il pass per la finale del primo giugno al Wanda Metropolitano di Madrid. Sarà la nona finale per il Liverpool che insegue la sesta vittoria. Masticano amaro invece Lionel Messi e tutto il Barcellona che se ne tornano a casa con una pesante e cocente delusione, una delle più brutte della sua storia recente. Ora i ragazzi di Klopp attendono di sapere chi sarà l'avversaria in finale e lo scopriranno domani sera quando si giocherà il ritorno tra l'Ajax di ten Hag e il Tottenham di Pochettino: all'andata finì 1-0 per gli olandesi.

Il Liverpool ci mette sette minuti a passare in vantaggio con Origi, sostituto di Firmino, che segna il suo primo gol in Champions dopo che ter Stegen aveva ribattuto il sinistro di Henderson. Il Liverpool chiede un rigore al 10' per un fallo su Mané ma l'arbitro lascia correre. Messi sale di tono e al 14' effettua il suo primo squillo e al 16' si divora il pareggio tutto solo davanti ad Alisson sul tiro di Jordi Alba. La Pulce sfiora il palo al 19' e al 23' ter Stegen salva tutto su Mané. Le due squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto e in pieno recupero Jordi Alba sfiora il pareggio ma Alisson salva tutto con una grande parata.

Nella riprsa entra Wijnaldum per Robertson e al 54' l'olandese trova il gol del 2-0 con un inserimento perfetto che trova però una parata un po' goffa di ter Stegen. Passano due minuti e Wijnaldum segna un'incredibile doppietta con un preciso colpo di testa che lascia di sale tutto il Barcellona. Messi si presenta solo davanti ad Alisson al 68' e colpisce di sinistro: l'ex portiere della Roma la mette in angolo. Al 79' Alexander-Arnold batte furbescamente e velocemente un angolo con Origi che beffa ter Stegen: malissimo la difesa del Barcellona, lenta, passiva e quasi addormentata.

Il tabellino

Liverpool: Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson (46' Wijnaldum); Henderson, Fabinho, Milner; Shaqiri(90' Sturridge), Origi (84' Gomez), Mané

Barcellona: ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Lenglet, Alba; Rakitić (78' Malcom), Busquets, A.Vidal (73' Arthur); Messi, L.Suárez, Coutinho (60' Semedo)

Reti: 7' e 79' Origi (L), 54' e 56' Wijnaldum (L)

Commenti

hellas

Mar, 07/05/2019 - 23:17

You'lll never walk alone!!! Grandi Reds!!