Lukaku costa troppo: l'Inter valuta l'ipotesi Cavani

La dirigenza nerazzurra ritiene eccessiva la richiesta di 83 milioni per il belga: Marotta sonda la pista che porta al Matador, ma c'è il problema ingaggio

Antonio Conte vuole un attaccante ben preciso e lo ha comunicato da tempo all'Inter: si tratta di Romelu Lukaku, per cui Ausilio è già andato in missione al fine di sondare le richieste del Manchester United. E proprio quest'aspetto rende piuttosto complicata la trattativa: i Red Devils chiedono 83 milioni di euro, circa 20 in più di quelli che il club nerazzurro è disposto a mettere sul piatto. Il belga comunque continua a spingere per l'addio, ed il caso più recente è la mancata partecipazione all'amichevole in Cina per un "problema alla caviglia".

Inter valuta Cavani

I pretendenti per Lukaku non mancano, ma è ancora da vedere se il Man Utd avrà intenzione di abbassare drasticamente la pretesa economica. La dirigenza meneghina ha iniziato a valutare e sondare altre piste per non farsi trovare impreparata. Stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport, una possibile alternativa potrebbe essere quella di Edinson Cavani. Tuttavia anche in questo caso ci sarebbe da superare un ostacolo: il Matador al PSG percepisce un ingaggio da 12 milioni di euro a stagione, mentre l'Inter non può spingersi oltre i 9 annui.

Non solo l'uruguaiano. Gli altri profili sotto la lente di ingrandimento portano a Duvan Zapata (per cui l'Atalanta chiede 60 milioni) e Rafael Leao: il giovane talento del Lille ha una valutazione di 40 milioni di euro. Per quanto riguarda il capitolo Dzeko si assiste ad una fase di stallo: l'attaccante bosniaco ha momentaneamente rifiutato la Cina, ma non intende aspettare troppo tempo i nerazzurri; un'eventuale accelerata si potrebbe verificare qualora la Roma dovesse trovare un accordo per Higuain.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?