Maradona nei guai: fermato e poi rilasciato dalla polizia a Buenos Aires

La polizia ha notificato a Maradona la data dell'udienza del processo dopo la denuncia arrivata dall'ex compagnia Rocio Oliva. L'ex Pibe de Oro ha poi lasciato l'aeroporto di Buenos Aires con il suo avvocato

Diego Armando Maradona ogniqualvolta si muove fa sempre parlare di sé. L'ex Pibe de Oro questa volta è stato fermato dalla Polizia argentina a Buenos Aires, salvo poi essere subito rilasciato dalle forze dell'ordine. L'ex fuoriclasse di Napoli e Barcellona era appena arrivato in patria dal Messico, dove allena i Dorados de Sinaloa, con la polizia che è intervenuta vista la denuncia della sua ex compagnia Rocio Oliva.

Maradona, qualche tempo fa, si era espresso in questi termini, molto crudi e forti, sulla sua ex donna: “L’amore con Rocío è morto. Lei non mi sveglia affatto la mattina. Dormo da solo da molto tempo. A Dubai, mi ha aspettato per andare a dormire a fare foto e mostrare ai suoi amici e nascondere le cose che riguardavano noi. Tutto era già morto”.La verità è che sono stato idiota. Rocío ha firmato un documento in cui dichiara di non poter dire nulla. Rocío è totalmente fuori dalla mia vita ora. Se si è comportata male? Questo è nelle mani degli avvocati. Non sono uno che picchia, ma le staccherei la testa”.

Secondo il quotidiano argentino Olé, all'ex fuoriclasse albiceleste è stata notificata la data dell'udienza del processo e poco dopo il fermo avrebbe poi lasciato l'aeroporto insieme al suo avvocato, Matias Morla. Diego ha postato una foto su Instagram insieme al suo legale ma senza fare polemica o alcun cenno a quanto successo poco prima con la polizia: "Qui a Buenos Aires, cammino a casa mia con il mio amico Matias. Sono molto contento della notizia che Alberto Fernández sarà il nostro nuovo Presidente. Saluti a tutti".

Commenti

roberto.morici

Gio, 23/05/2019 - 09:12

E' nei guai perché è stato fermato o perché è stato rilasciato?