Marotta risponde piccato a Paratici: "Loro su Icardi a giugno? Noi su Dybala"

L'amministratore delegato dell'Inter Giuseppe Marotta ha risposto per le rime a Fabio Paratici, suo ex braccio destro alla Juventus: "Parole fuori luogo su Icardi"

L'Inter fa quadrato attorno a Mauro Icardi e lo fa attraverso il suo ammnistratore delegato Giuseppe Marotta che ci ha messo meno di due mesi a diventare un vero interista. L'ex dirigente della Juventus, infatti, nel pre partita di ieri aveva teso la mano a Wanda e all'ex capitano e ha ribadito il concetto in tarda serata intervenendo telefonicamente ai microfoni di Tiki Taka. Nella giornata di oggi Fabio Paratici ha smentito di avere avuto contatti recenti con Icardi e il suo entourage ma ha rilanciato per giugno e queste parole non hanno fatto piacere all'Inter che ha risposto per le rime sempre con Giuseppe Marotta: “Quella di Paratici è un’affermazione fuori luogo. Se lui dice che vedrà a giugno per Icardi, lo stesso posso dire io per Dybala”.

Marotta ha poi continuato: "Icardi resta? Mauro ora è un giocatore dell’Inter, siamo in febbraio e noi abbiamo delle partite molto importanti da preparare. Sono domande che torneranno di attualità, o no, solamente a giugno”. A far eco all'amministratore delegato ecco nache le parole del Presidente Steven Zhang che ha chiuso definitivamente alla possibilità di vedere Maurito in bianconero: "Non lo cederemo, non lo cederemo mai alla Juventus. Crediamo che continuerà a crescere con noi. Lo consideriamo parte della nostra famiglia. Altri affari con la Juventus? Nel calcio mai dire mai, non mi piace parlare dei singoli e delle singole squadre. La Juventus sta facendo bene e non voglio ci siano conflitti con nessun club. Il nostro obiettivo è far crescere il calcio italiano ed europeo".