Matteo Flamigni si commuove al box di Rossi: “Vale ha dimostrato che è il numero 1″

Il telemetrista di Valentino Rossi, Matteo Flamigni, si commuove nel box del pilota italiano, tutto il team del ‘Dottore’ credeva nella rimonta che purtroppo non è arrivata

Il telemetrista di Valentino Rossi, Matteo Flamigni, si commuove nel box del pilota italiano, tutto il team del ‘Dottore’ credeva nella rimonta che purtroppo non è arrivata: “Dovevamo recuperare, abbiamo lavorato per questo, abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità purtroppo non è bastato, non potevamo sapere quello che sarebbe successo davanti. Ho sperato che Pedrosa potesse superare Marquez e che avrebbe potuto superare Jorge. non è successo, ma siamo contenti della nostra rimontona, Vale ha dimostrato che è il numero uno". Parole che lasciano intendere quanto sia forte la delusione tra i tecnici che hanno sempre seguito Valentino. "Bravo Vale, hai vinto lo stesso". Nelle parole del sindaco di Pesaro Matteo Ricci, accorso a Tavullia come uno dei 30 mila fan tifosi del ’dottorè, il sapore della sconfitta-vittoria vissuta davanti ai maxi schermi del paese, 8 mila abitanti, più che triplicati in poche ore. Mamme e ragazzi non ripongono le bandiere gialle con il numero 46: salgono in auto per il rientro, con code chilometriche, ma le lasciano a sventolare fuori dai finestrini.

"Valentino - spiega Ricci - ha vinto il titolo di campione dello sport, contro uno sport che non vogliamo sia dimostrato da Marquez. Il mondiale vinto da Lorenzo non lo ricorderà nessuno, festeggia da solo, nemmeno gli spagnoli esultano per lui e per Marquez". Oggi, la patria di Rossi presa d’assalto dal popolo giallo ha dimostrato di essere davvero il cuore del triangolo d’oro del motociclismo: "Tra Tavullia, Pesaro, Coriano, il paese del Sic, e il circuito di Misano diventeremo la capitale mondiale delle moto" assicura il sindaco pesarese. "Valentino merita l’applauso di tutti per il carattere e la forza dimostrata anche oggi. Bravo Vale, hai ancora tanto da dare".