Milan, Pioli nel 2016: "La mia famiglia tifa Inter, la mia fede è quella"

I tifosi del Milan non sono entusiasti dell'arrivo di Pioli sulla panchina rossonera e lo saranno ancora meno ricordando le sue parole del 2016 quando allenava l'Inter: "La mia fede è nerazzurra"

Sabato 20 ottobre il Milan sarà impegnato a San Siro contro il Lecce di Fabio Liverani e sulla panchina rossonera ci sarà Stefano Pioli che è prossimo a diventare il nuovo tecnico del club di via Aldo Rossi. Quel giorno sarà anche il compleanno di Pioli che si augura di farsi il primo regalo magari con una vittoria contro i salentini che hanno tre punti in meno rispetto ai rossoneri. I tifosi del Milan, però, in queste ore stanno dimostrando di non aver preso bene la scelta del club di puntare sull'ex allenatore dell'Inter e sui social sta impazzando l'hastag #Pioliout.

L'ex allenatore di Chievo, Modena, Parma, Piacenza, Sassuolo, Bologna, Lazio e Fiorentina ha anche allenato i cugini dell'Inter nella stagione 2016-2017 dove prese il posto dell'olandese Frank de Boer nel mese di novembre. Dopo un primo periodo di assestamento la squadra riuscì ad ottenere nove vittorie consecutive tra campionato ed Europa League ma poco dopo l'idillio finì con l'Inter che mise insieme cinque sconfitte consecutive in sette partite e venendo a sua volta esonerato per le ultime tre giornate dove sulla panchina dei nerazzurri arrivò poi Stefano Vecchi.

I tifosi del Milan non sono contenti dell'arrivo di Pioli e lo saranno ancora meno ricordando le sue parole nel 2016 quando guidava l'Inter: "La mia famiglia è tutta interista. Poi, la mia professione mi ha portato altrove, ma la fede era quella. Sono cresciuto col coro con Beccalossi e Pasinato vinceremo il campionato". Chissà come la prenderanno i tifosi rossoneri una volta che ci sarà l'ufficialità anche se una cosa è certa: Pioli, come sempre fatto in carriera, si comporterà in maniera esemplare e da professionista serio.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?