Mondiale 2018, l'Argentina crolla contro la Croazia: 0-3 ed eliminazione vicina

I gol di Rebic, Modric e Rakitic hanno permesso alla Croazia di mandare al tappeto per 3-0 l'Argentina che ora rischia seriamente di salutare anzitempo il Mondiale. Grande prova della squadra di Dalic che vola agli ottavi di finale

L'Argentina di Jorge Sampaoli esce con le ossa rotte nel big match della giornata contro la Croazia del ct Dalic che infligge una sconfitta pesante all'Albiceleste. I croati vincono con grande merito per 2-0 frutto delle reti dell'ex Fiorentina Ante Rebic e del fuoriclasse del Real Madrid Luka Modric che a diecim minuti dalla fine ha letteralmente seppellito le speranze di Lionel Messi e compagni che ora sono appesi ad un filo e rischiano di dover salutare il Mondiale anzitempo. La Pulce ha deluso ancora le aspettative mentre il gioco collettivo della Croazia ha lasciato tutti a bocca aperta visto che il risultato avrebbe potuto essere anche più rotondo. Croazia a punteggio pieno agli ottavi di finale, Argentina ad un passo dal baratro. Domani alle 17 ci sarà la sfida tra la Nigeria e l'Islanda, mentre nell'ultimo turno la nazionale di Sampaoli se la vedrà contro gli africani: le possibilità di passare per Messi&co sono ridotte al lumicino.

Nel primo tempo la Croazia parte forte con Caballero che si esibisce in una gran parata al quinto minuto su Perisic, Meza al 15' ha una grande chance per portare avanti l'Argentina mentre al 19' Tagliafico e Caballero per poco non combinano un pasticcio. Acuna colpisce la traversa al 23, mentre Perez alla mezz'ora si divora il gol del vantaggio. Mandzukic al 33' ha un occasione d'oro ma la cestina malamente così come Rebic sul finire di primo tempo. Nella ripresa, però, l'ex viola si riscatta e trova il gol del vantaggio al 53' frutto della follia del portiere Albiceleste Caballero che gli regala il gol del vantaggio. L'Argentina si riversa in avanti per cercare il gol ma senza impensierire il numero uno croato. All'80' la mente del centrocampo di Dalic Modric sigla il 2-0 con una gran bomba di destro che lascia di sale Caballero. Rakitic all'87' colpisce la traversa, mentre al 90' Dybala viene murato da Vida. In pieno recupero e in contropiede Rakitic sigla il 3-0 con la difesa argentina in bambola.