Montella allontana l'Italia: "Io ct? Non ho ancora i capelli bianchi"

Montella ha negato che ci siano possibilità che possa diventare il ct dell'Italia: "Non c'è nessuna possibilità ad oggi che possa allenare la Nazionale italiana anche perché non c'è stato nessun tipo di contatto"

Vincenzo Montella è felice al Siviglia: dopo essere stao esonerato dal Milan, infatti, l'Aeroplanino ha trovato la sua giusta dimensione in Spagna. Gli andalusi lotteranno fino alla fine per conquiestare un posto in Champions League e dopo aver fatto fuori lo United di Mourinho negli ottavi di finale, giocheranno i quarti della competizione contro i tedeschi del Bayern Monaco allenati dall'esperto Jupp Heynckes. Il Siviglia di Montella, sabato sera, giocherà contro il Barcellona di Messi e Suarez e il tecnico campano, ai microfoni di Fox Sport, è pronto alla sfida: "Dobbiamo giocare sui nostri punti di forza e cercare di contrastare l`avversario che è molto forte: mi auguro che Messi domani riposi per martedì".

L'ex allenatore di Roma e Fiorentina ha poi parlato della possibilità di allenare l'Italia: "Io ct? Non c'è nessuna possibilità ad oggi che possa allenare la Nazionale italiana sia perché sto benissimo qui e ho la testa per lavorare qui sia perché in Italia non c'è stato nessun tipo di contatto. E poi perché credo che per allenare l'Italia sia necessario avere i capelli bianchi e al momento ne ho molto pochi. Mancini? L'ho visto qualche volta, non sempre, ma con tanti capelli bianchi. Credo sia una scelta che Costacurta sappia programmare. Prima dell`allenatore bisogna capire in che direzione andare. In Italia ci sono tanti allenatori bravi. Penso a Ranieri che ha avuto molta esperienza internazionale ed è una persona equilibrata che si è sempre adattato alle squadre nelle quali è andato".