Montella: "Sto assistendo da vivo al mio funerale". Poi litiga con un tifoso

Montella è apparentemente sereno nonostante le cose al Milan non vadano per il verso giusto. Ieri, a fine partita, ha anche discusso con un tifoso: "Se ti annoiamo non venire a vederci"

Il Milan sta vivendo un momento più nero che rosso. La squadra allenata da Vincenzo Montella non riesce ad avere continuità né in campionato, dove è già lontana 16 punti dalla vetta, né in Europa dove in un girone mediocre sta sì comandando la classifica ma con molta fatica. Montella, al termine del match pareggiato contro l'Aek Atene ha commentato così a chi gli chiedeva di un possibile esonero: "Ormai è da un po' di tempo che assisto da vivo al mio funerale, è un vantaggio perchè ti accorgi di tante cose. La società però mi è vicina e mi sostiene, poi non so cosa accadrà".

Il Milan stenta ma Montella, apparentemente, è sereno visto che ha la piena fiducia della società. Secondo quanto riporta La Repubblica, il tecnico campano ha avuto un alterco con un tifoso rossonero mentre la squadra stava raggiungendo il pullman. Montella, avrebbe risposto stizzito alle provocazioni di questo supporter: "Se il gioco ti annoia, non venire più a vedere il Milan. Un'altra brutta partita? E le altre quali sarebbero? Siamo primi nel girone, non vale?".

Commenti

Libero 38

Ven, 03/11/2017 - 14:02

Spero che i cinesi presto si decidano a fargli dire il funerale.

pathos

Ven, 03/11/2017 - 14:29

Diffidate... di chi dice che per fare una squadra ci vuole tempo... credo sia il peggiore allenatore mai capitato . ma di chi la colpa se è ancora al Milan a fare danni ? Sfascione ...si proprio lui

triglia

Ven, 03/11/2017 - 20:31

vattene e basta.

roberto zanella

Ven, 03/11/2017 - 21:14

capisco tutto ma non si può difendere l'indifendibile....

shamouk

Sab, 04/11/2017 - 07:00

La società gli ha messo a disposizione una bella rosa di giocatori a luglio. Se in circa 4 mesi, con10-11 allenamenenti settimanali e già diverse partite disputate non si veda nulla di decente beh l’allenatore qualche responsabilità la dovrebbe avere. Capisco che dimettersi richiede onestà intellettuale e rinuncia a compensi notevoli ma ci guadagnerebbe in dignità. Piuttosto che incolpare la sfortuna, i tifosi che non capiscono, le cavallette o cos’altro....